Quell'incontro segreto tra Berlusconi e Maroni

L'incontro era in agenda per venerdì scorso. Un faccia a faccia in quel di Arcore tra Silvio Berlusconi e Roberto Maroni per concordare una strategia comune in vista del referendum del 22 ottobre. Un quesito, quello sull'autonomia di Lombardia e Veneto, sul quale Forza Italia non vuole restare a rimorchio della Lega, tanto che il simbolo del partito fondato dal Cavaliere sarà in bella mostra sui manifesti per il Sì. Gli azzurri, insomma, sono pronti a mobilitarsi. In particolare in Lombardia, dove Maroni è ben contento di avere il sostegno dell'ex premier. Per una duplice ragione: in primo luogo perché essendo un referendum consultivo la sfida del 22 ottobre è tutta politica e si giocherà sui numeri dell'affluenza. La vittoria del Sì, infatti, è data per scontata e quel che davvero conta è quanti saranno i lombardi che si presenteranno alle urne. Ecco perché il sostegno di Forza Italia è così importante per Maroni che non a caso monitora i dati sull'affluenza con regolarità. Un sondaggio della scorsa settimana commissionato dal Carroccio la dava al 33%, mentre secondo una rilevazione di ieri sarebbe salita al 40%. Il trend, insomma, è decisamente positivo. L'obiettivo del governatore della Lombardia è ovviamente il 50% più uno, una sorta di soglia non solo psicologica ma anche politica. Che, peraltro, gli permetterebbe di non essere da meno rispetto al Veneto di Luca Zaia, dove invece il quorum è previsto e sarà certamente raggiunto.

Ecco, dunque, il perché dell'asse tra Berlusconi e Maroni. Con il governatore della Lombardia che gioca anche una partita tutta interna alla Lega e, per alcuni versi, al centrodestra. Una vittoria schiacciante dei referendum autonomisti di Lombardia e Veneto, infatti, sposterebbe nuovamente il baricentro del Carroccio sui temi cari alla Lega delle origini. Per Matteo Salvini, insomma, diventerebbe più complicato continuare a battere la strada della Lega a respiro nazionale, una battaglia a lui cara ormai da tempo.

È anche in chiave anti-Salvini, dunque, che Maroni sta giocando le sue carte. Proponendosi come l'uomo della sintesi tra Forza Italia e Lega, visto che è proprio al Pirellone che il governo tiene insieme con successo le diverse anime del centrodestra, compresa Alleanza popolare di Angelino Alfano. A differenza del Veneto, dove Zaia governa con qualcosa di molto vicino a un monocolore.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 26/09/2017 - 08:30

viva Berlusconi! un argine contro la sinistra mafiosa!

mareblu

Mar, 26/09/2017 - 09:39

ma grande sostenitori degli stessi governi ,i quali legiferano sempre contro alla volonta' popolare W . W I VERI POPULISTI.

giagir36

Mar, 26/09/2017 - 10:10

Il referendum tende a ottenere l’autonomia e non la secessione. Non capisco perché dovrebbe mettere in difficoltá Salvini e la sua politica nazionale e favorire invece Berlusconi e Forza Italia.

mcm3

Mar, 26/09/2017 - 10:11

Una riunione tra grandi statisti...

CALISESI MAURO

Mar, 26/09/2017 - 10:24

Maoni e' da un po che non e' piu' leghista! Peraltro fino a pochi anni fa ne pensavo solo che bene dell'uomo!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 26/09/2017 - 11:01

@mortimermouse, alla sinistra di certo, per il resto visto le notizie da Seregno non saprei...

ex d.c.

Mar, 26/09/2017 - 11:19

Salvini si è bruciato con la sua assurda pretesa di essere il rappresentante del CD. Anche le elezioni tedesche confermano che la dx da sola arriva al massimo al 15%. In Francia la Le Pen insieme al CD avrebbe sconfitto Macron.

Ritratto di ITALIASETTIMANALE

ITALIASETTIMANALE

Mar, 26/09/2017 - 11:48

non siete affidabbili

Sabino GALLO

Mar, 26/09/2017 - 11:48

Una domanda : Dove è possibile trovare i "curriculum/a" chiari e completi degli aspiranti "Capo di Governo" proposti dalle 3 forze politiche più rappresentative italiane? Tanto , per avere una maggiore consapevolezza delle loro qualità, prima di recarmi al voto. Non di tutti, naturalmente. Di "qualcuno" sappiamo tutto. Ma di altri quasi niente! Come si fa a scegliere bene? Forse non sono stato molto bravo nella ricerca. Chiedo umilmente aiuto a chi può fornirli! Grazie

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mar, 26/09/2017 - 12:05

@mortimermouse: andrei con calma ad esaltare il berlusca, pensa se poi fa come negli ultimi due anni, il sostenitore dei governi di sinistra?? O non te ne sei accorto????

VittorioMar

Mar, 26/09/2017 - 13:21

...QUALCUNO VUOLE IMITARE UN CERTO SINDACO VERONESE ...SAPETE CHE FINE HA FATTO ??

LUCATRAMIL

Mar, 26/09/2017 - 13:54

Forse è il caso di precisare, negli articoli, che l'autonomia in questione che viene chiesta è analoga a quella delle altre regioni a statuto speciale italiane: non vorrei che la Sinistra facesse un errato ma furbo e denigratorio parallelismo con la Catalogna (dove una collega spagnola mi ha riferito essere avvenuti scontri, di cui non trovo notizia sui media).

Ritratto di ateius

ateius

Mar, 26/09/2017 - 13:57

maroni non dice ciò che pensa di salvini. certo l'aliquota fiscale unica da lui proposta non va certo incontro a tutto il popolo leghista, costituito anche da Piccoli imprenditori e dipendenti che ne trarrebbero svantaggio.- si può essere di destra senza appoggiare alcune posizioni inopportune. salvini non lo capisce.. Maroni mi sembra un pò più saggio.

clapas

Mer, 27/09/2017 - 01:26

Rammento che se la lega è risalita dal vergognoso 4% all'attuale 15% non è certo grazie a Maroni che aveva contribuito alla discesa, quindi meno fesserie, se il centrodx vuole vincere salvando il popolo italiano meno carboneria è più unità e azioni concrete