Quell'ondata di disprezzo per chi ha scelto Trump

La sinistra dà la colpa agli elettori americani: "Ignoranti", "Pericoli dal suffragio universale"

Dopo essere stati per otto anni (con Obama) un popolo illuminato, gli americani sono tornati di colpo una massa di bifolchi. Perché mai hanno votato Trump e non la Clinton? La risposta più accreditata nell'intellighenzia liberal all'italiana è che gli elettori Usa, in maggioranza, sono purtroppo degli ignoranti. L'ex direttore del Tg1 (in quota Prodi) Gianni Riotta porta a supporto delle cifre: «Elettori maschi bianchi non laureati Trump 72%, Clinton 23%». Chi non ha studiato vota Trump, quelli più intelligenti i Democratici. Analisi peraltro fornita dalla stessa Hillary Clinton, che in un comizio prima del voto definì «un branco di miserabili» gli elettori del tycoon, e nel discorso dopo la sconfitta ha salutato i suoi come «la parte migliore dell'America». L'antica sindrome della superiorità morale. Anche se la «parte peggiore» della società, però, coincide con l'elettorato a cui dovrebbe parlare la sinistra: gli operai, la classe media, «i minatori della West Virginia». Che invece vengono citati, con evidente disprezzo, come simbolo dell'americano medio ottuso e razzista nell'articolo di Repubblica sulla volgarità della famiglia Trump, anzi del «clan Trump» o «tribù dei Trump», descritti come una famiglia di cafonazzi interessati solo a soldi e sesso: «Al seguito del padre padrone la slovena Melania con spacco davanti, l'altra figlia Tiffany concepita mentre papà era sposato con la mamma di Ivanka - scrive travasando bile il corrispondente del quotidiano di De Benedetti, Vittorio Zucconi - Un presepe nel quale si potrebbe andare a spulciare su chi andasse a letto con chi e perché. Questa dei Trump è una versione da tv pomeridiana per casalinghe disperate dell'Oklahoma e per minatori della West Virginia». Quei buzzurri senza laurea che hanno portato Trump alla Casa Bianca. «Trump è il simbolo dell'America profonda, quella cafona, tracotante e ignorante che non legge giornali né libri» spiega anche Roberto Saviano, che però consiglia di farci l'abitudine: «è un'America con cui comunque bisogna misurarsi».

Il problema è all'origine, nel fatto che questi hanno diritto di voto. Lo segnala l'ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, sull'Unità: «Siamo davanti a uno degli eventi più sconvolgenti della storia del suffragio universale. Qualche volta l'esito di votazioni a suffragio universale è stato anche foriero di gravissime conseguenze negative per il mondo» scrive Napolitano. Riflessioni che nascono sempre quando il suffragio universale fa vincere candidati non di sinistra, altrimenti anche il voto degli ignoranti è prova di saggezza. Sempre su Repubblica Francesco Merlo, collaboratore a peso d'oro della Rai, racconta un incubo: «Trump è il remake di Buffalo Bill che stermina gli indiani, la tradizione razzista rivendicata come la verità dell'America, è una carogna per bene, il gangster al servizio della legge». Va forte anche l'ironia sul colore dei capelli di Trump, sfottuto da chi si indignava per la minima battuta su Obama. L'arancione è volgare, il nero invece fa chic.

Commenti

Eraitalia

Ven, 11/11/2016 - 08:33

la democrazia secondo la sinistra: i risultati sono validi solo se vincono loro

linoalo1

Ven, 11/11/2016 - 08:39

Quando è stato eletto Obama,i suoi detrattori,sicuramente più educati ed intelligenti dei detrattori di Trump,sono stati zitti ed hanno accettato il Voto del Popolo!!!Cosa mai vorrà dire???Giudicate voi!!!!

lilli58

Ven, 11/11/2016 - 08:45

certo, o sei di sinistra o non capisci niente! siete disgustosi!

Opaline67

Ven, 11/11/2016 - 08:51

i sedicenti progressisti incolpano sempre la gente quando la democrazia non va dalla loro parte. "There's no racist like a liberal racist" di Pat Condell. Non c'è razzista tanto razzista quanto un razzista liberale. Ti presenta il quadro più veritiero al mondo del cosiddetto "progressista" e della piaga che rappresenta. STO PENSANDO DI STAMPARMI SU UNA T-SHIRT IL PIU' LUSINGHIERO DEI VANTI AL MOMENTO PER ME OSSIA "DEPLORABLE INFIDEL" (deplorevole infedele)

Kerenkeren

Ven, 11/11/2016 - 08:57

Arieccoli,i sinistroidi si ritengono depositari esclusivi dell'intelligenza,si sono creati questa leggenda, in cui i trinariciuti credono e vanno ripetendo e cioè : se non voti come indicano loro ,sei ignorante .Dimostrano così che gli ignoranti sono loro, ignorando le richieste del popolo.

accanove

Ven, 11/11/2016 - 09:28

non vi è nulla di nuovo, i "democratici" di tutto il mondo (come piace loro chiamarsi) considerano popolo quando vota per loro ma quando nega loro il voto sono solo ignoranti stupidi ed ignari e via dicendo (guardate le reazioni del grande vecchio "bandito" di casa nostra). Funziona la vecchia teoria che tutto il "socialismo" non è altro che una mistificazione guidata degli eventi.

steacanessa

Ven, 11/11/2016 - 09:35

Che goduria leggere dell'isterismo dei minus quam sinistri! Poveretti. Il grande Guareschi li aveva disegnati con tre narici. La terza dovrebbe ventilare il cervello che non c'è.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 11/11/2016 - 09:41

ora state a vedere che si arriverà che dovrai fare un segno sulla porta per dimostrare che non hai votato il loro partito, altrimenti ti distruggono casa.

steacanessa

Ven, 11/11/2016 - 09:50

Dite all'idiota che ha visto lo spacco nella gonna pantalone della, bella, signora Trump che si compri un grande paio di occhiali. Belinone hai visto ciò che non c'è! Ma i trinariciuti sono abituati a vedere e leggere ciò che credono utile ai loro turpi scopi.

Altaj

Ven, 11/11/2016 - 09:53

Non sanno perdere e dimostrano quanto valga per loro la democrazia :niente. O per dirla in altro modo, la democrazia é bella solo se vinco io, o meglio solo se posso avere un posto strapagato senza fare un tubo. Gentucola.

PDIsla§

Ven, 11/11/2016 - 10:02

Indovinate chi vince il 1°premio? Che differenza c’è tra un filosofo,un matto e un avvocato? Il filosofo costruisce castelli in aria,Uno zuccone lo abita,e l’avvocato lo affitta. Gianni Riotta filosofo Vittorio Zucconi Lettere e filosofia Merlo laureato filosofia Napolitano giurisprudenza

elpaso21

Ven, 11/11/2016 - 10:12

C'è un errore, Trump non è sfigato come chi so io.

Spock1

Ven, 11/11/2016 - 10:12

A Bunker Hill, a Saratoga, come a Gettysburg o Bull Run, non c'erano laureati, ma l'America l'hanno fatta lo stesso, con il sangue e con il sudore. E, una volta finita, i Blu ed i Grigi hanno usato cimiteri comuni, senza rimorsi o vergogne. Sotto la stessa bandiera. Proprio quella che, ieri e forse anche oggi, la Pussy Generation brucerà per le vie di New York o di Los Angeles. Vi è dignità in tutto ciò?

gesmund@

Ven, 11/11/2016 - 10:31

Disprezzo ampiamente ricambiato, senza bisogno dei media prezzolati.

VittorioMar

Ven, 11/11/2016 - 10:32

...VOGLIO LA PATENTE DI IGNORANTE!!

paolonardi

Ven, 11/11/2016 - 10:35

Ho ripetuti orgasmi intellettuali leggendo le contorsino livorosi dei trinariciuti sinistri che, nonostante abbiamo esteriormente ripudiato il comunismo, ne hanno il cervello marchiato a fuoco e, percio', di uso incerto. Il massimo e' raggiunto dal peggior presidente che la Repubblica Italiana abbia mai avutoche , se non ricordo male, sentenzio', dall'alto della sua distorta mentalita' stalinista, che i voti non si contano ma s pesano.

JR

Ven, 11/11/2016 - 11:31

I liberals sono tutti uguali, esagerati e cialtroni. Se c'e' una bellissima famiglia e' proprio quella di Trump. Eleganti e discreti. Lui e' un po' zoticone quando si mette nei panni del politico che attacca , ma quella e' un'immagine che volutamente lui si crea. Guardatelo in YouTube. C'e' un documrntario con interviste fatte qualche anno fa. Tutt'altra persona. Elegante come la sua famiglia. Ivanka poi e' di una classe enorme. I

timba

Ven, 11/11/2016 - 11:38

Ai sinistrorsi che adesso o sono spariti o sottolineano che comunque questo voto è sporco, o in ogni caso senza valenza perchè i laureati si sono espressi per la Clinton, ricordo che diverse roccaforti Democratiche sono passate ai Repubblicani. Volete dirmi che interi stati sono tutti ignoranti e beceri razzisti? Altra domanda. Dite che Trump è stato votato dal "poveraccio lavoratore rozzo etc.. etc..". Ma voi di sx non dovreste essere proprio dalla parte di questa gente? Invece vi vantate che vi votino gli intellettuali, i vip, i poteri forti, ossia tutti quelli che, al contrario, dovreste combattere in nome dei proletari. Fate letteralmente schifo! C'è poi tra voi chi,per smussare la figura di m..., dice che vegli USA ha vinto la democrazia. Vero. Peccato che invece il vostro governo non sia stato eletto da nessuno come pure i due precedenti... Vomito.

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Ven, 11/11/2016 - 11:39

Che cosa vogliono altrimenti dire i sorrisetti di commiserazione che fioriscono su tante labbra sinistre quando in televisione parlano gli avversari di destra? Questo fenomeno è particolarmente appariscente sulla bocca di tante sinistrorse che forse darebbero chi sa cosa per somigliare un pochino a Melania o ad Ivanka.

Ritratto di kikina69

kikina69

Ven, 11/11/2016 - 11:42

alcuni personaggi sono veramente disgustosi..addirittura si sta a sindacare se quando ha concepito una delle figlie era ancora sposato (che non vuol dire un tubo) con la precedente moglie..stesso atteggiamento da guardoni nel buco della serratura usato con Berlusconi, in mancanza di argomenti migliori..

giumaz

Ven, 11/11/2016 - 12:14

«Elettori maschi bianchi non laureati Trump 72%, Clinton 23%». Seppure a parti invertite mi pare si possa fare un parallelo con gli elettori dell'ex P.C.I. ed epigoni. Gli ignoranti hanno permesso a Napolitano, Pajetta, Longo, Berlinguer, Occhetto e soci di vivere seza mai lavorare.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 11/11/2016 - 16:17

Trump populista come la Lega.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 11/11/2016 - 16:33

Quando ero un ragazzo il partito comunista era il partito degli operai, della gente impegnata nei lavori pesanti, duri, mentre al centro facevano riferimento i benestanti, quali i professionisti, gli impiegati, la gente colta che sfruttava il duro lavoro. Quindi, miracolosamente, ora la situazione pare essersi rivoltata, in Italia come negli USA. Motivo per cui i votanti per Tramp non possono essere altro che dei miserabili ignoranti che pendono dalle labbra di un pericoloso imbroglione. Personalmente devo dire che per me ragazzo gli “Americani” erano i nostri salvatori dai comunisti sovietici, mentre ora apprezzo più i Russi che i discendenti dagli antichi salvatori USA. Anche il partito comunista è cambiato, non solo nel nome, tanto è vero nelle recentissime elezioni del sindaco di Roma il PD ha vinto solo in due distretti, dove abitano esclusivamente i membri della Roma bene, cioè i ricchi, naturalmente con i benestanti banchieri qualificati.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Sab, 12/11/2016 - 15:52

Gentile Dott. Bracalini, da quando in qua studiare si fa sinonimo di intelligenza? Non studia chi se lo può permettere grazie ai soldi di Papà o della Casta? Statuito che l'uomo (homo) è dotato dalla Natura di intelligenza e non dall'evoluzione, pongo una domanda: Che studi aveva fatto l'inventore della ruota? Quale prestigiosa università l'aveva visto discente? Eppure la ruota è fondamentale per lo svolgersi della civiltà umana ben più (per ora) della formula E=mc2! Un saluto Libertà o cara

Ritratto di libertà o cara

Anonimo (non verificato)