La comunicazione vero atout di Matteo

Dalle sue prime apparizioni in pubblico nei salotti buoni della tv, Matteo Salvini ha affinato la sua competenza espressiva trasformandosi in un comunicatore molto più abile di tutti gli avversari che lo insultano e cui risponde, sui social, con un sorriso e un bacione, corredato da una faccina con cuoricino.

Alle offese replica con ironia ai suoi oppositori, che definisce «simpaticoni», usando un tono stupito, «roba da pazzi», quando il sindaco de Magistris lo paragona a Hitler e a Mussolini, e suadente cordialità, «gli voglio bene lo stesso», al direttore Caritas di Como Bernasconi che gli dichiara il suo ribrezzo. Nonostante gli insulti riesce a mantenere all'interno della comunicazione l'assunzione di ruoli diversi e così se la Gruber lo incalza, provocandolo e impedendogli di finire il discorso, non si arrabbia più come gli capitava da Santoro, ma si ferma, ascolta e quando arriva il suo turno, calibrando toni e contenuti, riesce a gestire emozioni negative come rabbia e impulsività.

Quando in un'interazione comunicativa l'uno s'impone all'altro facendolo tacere quello che si dimostra accomodante assume un ruolo attivo e vincente instaurando da una posizione inferiore un dibattito costruttivo che vuole con-vincere senza urlare più forte. Nello scambio successivo magicamente da una posizione inferiore il parlante si troverà in quella superiore ottenendo lo spazio e il tempo necessario per concludere il suo pensiero come desidera: «prima gli italiani». Quella di Salvini è una strategia comunicativa efficace perché alternando i momenti in cui subisce e prevale è umilmente forte e debole come la maggioranza di quelli che lo ascoltano alla radio o alla tv. Non sale in cattedra e non ha una platea di alunni-deputati che ascoltano il verbo del maestro alla Leopolda. Lui è il portavoce di chi l'ha votato «nessuno ci filava ma voi li avete mandati a casa e adesso con il vostro sostegno farò quello per cui voi, amici, mi avete chiamato». Tra i due Matteo, Renzi è il narcisista che avrebbe voluto imporre gli italiani riforme sgradite, che lui soltanto reputava giuste e importanti. Salvini non ostenta né preparazione né cultura, si esprime in modo semplice e comprensibile a tutti perché è sintonizzato su ciò che vogliono gli italiani e non solo con la pancia del suo elettorato tradizionale. Evoca spesso la famiglia, la mamma e i figli perché sono sentiti come il futuro del nostro paese.

Il tic della sinistra di demonizzare l'avversario paragonandolo al duce lo deifica mentre lui si narra servilmente come uno di noi, chiamato a ridarci una legittima dignità. Ha uno stile assertivo e a volte aggressivo su cui sarà bene vigilare ma evitando di gridare istericamente «al lupo, al lupo» come fece il pastorello burlone che finì per non essere più creduto e quindi divorato.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 24/06/2018 - 08:50

è per questo che salvini è bravissimo, solo per questo. ma per il resto ha ancora da imparare, e non a caso berlusconi lo ha voluto comunque nella coalizione del centrodestra. semmai il problema è salvini che vuole fare di testa sua ai danni del centrodestra! vuole che la lega sia la prima, ma con il supporto sussidiario degli alleati. cosi non va, ovvio! non ha i meriti acquisiti sul campo per proporre una cosa del genere! diverso è il caso di berlusconi, che ha avuto meriti sul campo prima e durante la fase politica! e si può permettere dall'alto delle sue esperienze,e anticipa sempre gli altri sulle strategie. salvini può competere in questo? :-) no, ovvio, non può! ma lui capisce? boh.....

Ermocrate

Dom, 24/06/2018 - 10:05

Di solito in democrazia dovrebbero contare i numeri...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 24/06/2018 - 10:14

#mortimermouse- 08:50 "ma lui capisce? boh....". Probabilmente no. In compenso gli elettori hanno capito, e molto bene, che con il "moderatismo" e l'intelligenza con il principale nemico degli Italiani (indovina un po' di chi parlo?) non si va da nessuna parte. Si rimane, anzi, nella bratta del caffè. La più nera possibile.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 24/06/2018 - 10:14

@mortimermouse:...va bene "sviolinare" su Berlusconi,ma "moderatamente",secondo il suo stile!Le cose importanti che sta facendo Salvini,non sono solo per "l'altro" centro-destra(in particolare FI a cui lei appartiene,partito anni fa con alti consensi,ridotto a quello che sa bene,per la "strategia" del suo "ideatore" e dei pellegrini che lo adorano...),ma per il 75-80% degli ITALIANI!Ovvio!...Ma lei la capisce?...Boh!

VittorioMar

Dom, 24/06/2018 - 10:14

...la Comunicazione senza le IDEE Chiare e Fattibili serve a poco ...!!! RUSPA SALVINI continua così "POLITICAMENTE SCORRETTO" !!!

un_infiltrato

Dom, 24/06/2018 - 10:27

E' un Uomo. Un Uomo intelligente, un Uomo probo, un Uomo di parola, un Uomo che ci mette la faccia, un Uomo che non la manda a dire. E' UN UOMO POLITICO AUTENTICO.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Dom, 24/06/2018 - 11:22

L'articolo è ineccepibile e quanto osserva giustamente l'autrice è, in sintesi, l'applicazione, pubblicitaria, da parte di Salvini, del detto popolare: "la calma è la virtù dei forti". Ma il successo di Salvini travalica il suo "esibito" self-control perché incarna l'adesione, mimicamente imperturbabile ,a qualcosa di più profondo e vissuto intimamente: l'inconscio collettivo di ricerca di sicurezza dei cittadini. Dalla parte opposta risalta invece, pedestramente, la violenza pregiudiziale contro il "nemico" cattivo e razzista., Quella violenza, verbale e concettuale,che incarnano i suoi miserrimi avversari nei vari talk show televisivi.

MARCO 34

Dom, 24/06/2018 - 11:35

un-infiltrato - Perfettamente d'accordo

Mannik

Dom, 24/06/2018 - 11:37

Comunicatore becero però, senza contenuti, solo slogan. La cosa preoccupante è che i suoi tifosi lo vogliono così. Vi rendete conto che non ha ancora presentato un disegno di legge? Troppo impegnato a fare comizi.

gianfranco1966

Dom, 24/06/2018 - 11:41

analisi perfetta. il successo di salvini sono i suoi genitori che hanno educato salvini su ideali sani come la lealta, la sincerita, il modo di presentarsi pulito, semplice, onesto e sempre coerente. di lui ti puoi fidare, perche fa quello che dice, non ti tradira mai.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 24/06/2018 - 12:01

ZAGOVIAN, non si tratta di sviolinare su berlusconi, ma si tratta di avere la capacità :-)

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 24/06/2018 - 16:06

Sottoscrivo tutto quello che ha detto Mortimermouse stamattina

cir

Dom, 24/06/2018 - 16:57

tutte balle . la comunicazione non centra un bel nulla .su questo piano renzi con la sua retorica batte tutti. Il successo di SALVINI sta nella concretezza nella ricerca dei problemi di una societa' .

venco

Dom, 24/06/2018 - 19:35

Salvini esprime poche chiacchiere e chiare che piacciono a tutti gli italiani che amano la propria terra.