Raccolto in dieci punti il programma azzurro per "conquistare" l'Europa

Dalla riforma della Bce a un piano Marshall per l'Africa per contrastare l'immigrazione

Roma - «Vogliamo guidare l'Europa verso un futuro migliore». Inizia così il documento messo a punto da Forza Italia con le «proposte programmatiche degli europarlamentari azzurri per le europee e diffuso durante la riunione dei gruppi al Senato, alla presenza a di Silvio Berlusconi. Si tratta di un testo in dieci punti, contenuto in una cartelletta che comprende anche il programma di FI per l'talia e l'Europa. Il primo è titolato «più poteri al Parlamento europeo», quello successivo è dedicato a «giovani, imprese e investimenti». Poi c'è il capitoletto dedicato all'immigrazione, uno sulla lotta al terrorismo e la sicurezza. Il programma azzurro per l'Italia e l'Europa è formato, invece, da sei punti: da «meno tasse» a «meno Stato e più giustizia e aiuto a chi ha bisogno». A completare quest'ultimo documento anche più sicurezza e meno vincoli all'Europa.

Nel programma svettano alcuni punti strategici come la riforma della Bce che si vorrebbe improntata a un modello simile alla Federal Reserve americana, e il capitolo «Immigrazione» dove Forza Italia si impegna a esigere dal prossimo parlamento un «sistema di asilo europeo equo, efficace e solidale». «L'Europa - spiegano gli eurodeputati azzurri - deve affrontare il problema alla radice È fondamentale un Piano Marshall per l'Africa da cinquanta miliardi di euro per infrastrutture, formazione e per avviare lo sviluppo economico di questo Continente. Questo porterà notevoli opportunità alle nostre imprese». Forza Italia poi si impegna anche a difendere il made in Italy e soprattutto una politica agricola che rispetti le eccellenze del nostro settore agroalimentare.

Il partito guidato da Berlusconi intende poi portare avanti anche alcuni impegni che ricalcano quello che è già da tempo il programma elettorale improntato a un forte liberalismo. Per l'Europa, recita il programma, bisogna immaginare «meno tasse sulle famiglie, sulle imprese e sul lavoro». Resta valido il principio di una macchina statale più snella con la privatizzazione di molti enti pubblici, al fine di ridurre drasticamente la spesa pubblica». L'esperienza maturata dagli eurodeputati azzurri li porta a considerare che un settore strategico della nuova Europa resta quello del commercio. «L'Italia - spiega il documento presentato ieri - esporta beni e servizi per oltre 450 miliardi di euro all'anno. Abbiamo tutto l'interesse a tenere i mercati il più aperti possibili. Gli accordi commerciali portano ricchezza e occupazione quando però tutelano la nostra qualità, le nostre imprese e i nostri consumatori, i nostri standard sanitari, sociali e ambientali». «Ci siamo battuti - osservano gli europarlamentari - per avere strumenti di controllo sugli investimenti stranieri nella Ue a tutela de nostri brevetti, tecnologie e creatività. Difendere le produzioni e l'ingegno italiano e europeo è una nostra priorità». Un volano all'economia non soltanto italiana poi deve arrivare da una semplificazione delle procedure per accedere ai Fondi comunitari. «Troppo spesso - recita il documento - Regioni, imprese e amministrazioni locali non riescono ad accedere ai finanziamenti per eccesso di burocrazia. Serve una maggior informazione sui fondi disponibili, sulle procedure per attivarli e sulla loro rendicontazione. I cittadini e le imprese chiedono trasparenza, modalità snelle e veloci. Chiediamo regole semplici e una nuova capacità amministrativa dei fondi Ue».

Commenti

timoty martin

Gio, 21/02/2019 - 09:03

Bocciato ancor prima di partire.

Ritratto di mircea69

mircea69

Gio, 21/02/2019 - 09:21

Il piano Marshall ha funzionato in Europa perché abitata da persone civili e operose. In Africa non può funzionare.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Gio, 21/02/2019 - 09:22

"Tajani il conquistatore". altro che Alessandro Magno o Cortez.....

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 21/02/2019 - 09:34

questi sono come gli americani, i fischi li ritengono applausi!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 21/02/2019 - 09:35

Manca la "fanfara" in sottofondo,e poi siamo a posto!...."Guidare" con un 8%,che a Maggio,si ridurrà ulteriormente,per queste "grandi idee"!!

Darbula

Gio, 21/02/2019 - 09:45

Il canto del cigno.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 21/02/2019 - 09:52

50 mld. di euro per l'Africa? Da quando in qua i contraccettivi hanno raggiunto questi prezzi?

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 21/02/2019 - 10:08

Aria fritta. Specialmente il piano marshall per l’africa. Il dittatore di turno incassa e non fa nulla. Difendere il made in italy? I suoi compari imprenditori svendono agli stranieri. Esilo europeo? Abbiamo già dato e stiamo dando.

ghigabiagioni

Gio, 21/02/2019 - 10:10

Purtroppo gli "azzurri" hanno approvato la legge Fornero candidandosi masochisticamente all'autoannullamento di fronte a noi operai. Il resto sono frottole buone per preti

tonipier

Gio, 21/02/2019 - 10:16

" SE NON CAMBIANO LE TESTE IL PARTITO ANDRA' TOTALMENTE IN MALORA"

senzaunalira

Gio, 21/02/2019 - 10:42

Temo sinceramente in un flop, poiché si usano spot elettorali, spacciati per programma realizzabile. Più poteri alla UE è l' esatto contrario di quello che vuole l' elettorato italiano, la redistribuzione non convince in quanto è la riedizione del programma PDrenziano di accoglienza e poi speriamo che qualcuno se li prenda. per quanto riguarda la privatizzazione dei servizi pubblici è un vero fallimento degli ultimi venti anni, vedi Autostrade. Su questo punto sarebbe invece necessario delle aziende statali/locali a capitale diffuso/pubblico, senza profitto, completamente scollegate dal potere politico ...ci potranno ragionare oppure è solo un miraggio.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Gio, 21/02/2019 - 10:44

E Tajani? Sta ancora lì? Suvvia ... E tutti gli altri da "sbolognare"? ... Vai Capitano ... tu ami l'Italia ... e ci riporti nella Italia vera!

Ritratto di Svevus

Svevus

Gio, 21/02/2019 - 10:55

L' on. Tajani ci certifica in anticipo la disfatta totale di Forza Italia ! Purtroppo !

arkangel72

Gio, 21/02/2019 - 10:59

Ma non esistono giovani in Forza Italia? Poi si lamentano e non capiscono perché le generazioni più giovani votano M5S.

cir

Gio, 21/02/2019 - 11:00

senzaunalira . d' accordo sulle aziende statali/locali , ma siamo in italia , non i Francia dove le aziende regionali e provinciali funzionano meglio che una privata.

Dordolio

Gio, 21/02/2019 - 11:05

Un programma ridicolo, stilato da persone ridicole il cui esito sarà - conseguentemente - ridicolo....

Marcolux

Gio, 21/02/2019 - 11:10

Ah ah ah!!! Conquistare e cambiare l'Europa, mandando là il più europeista degli europeisti. Un buroccrate di prima fila! Che Berlusconi è alla frutta in tutto lo si capisce anche e soprattutto dalle persone che sceglie e che si tiene intorno. Ma dove vuole andare se fa guidare il partito da uno come Tajani, che rappresenta il peggio dell'Europa. Una specie di Juncker!

Gio56

Gio, 21/02/2019 - 11:33

Marcolux,ma cosa dice?Ci sono persone che tutti i giorni nei loro commenti osannano Berlusconi e FI.Siamo noi che non capiamo. Comunque in un altro post ho dato FI alle europee(a meno che non cambi qualcosa al suo interno)al 5% e penso di essere stato generoso.

senzaunalira

Gio, 21/02/2019 - 20:01

Cir 11.00 ho scritto "..ci potranno ragionare o è solo un miraggio", mi conferma che altrove è la normalità, in Italia campa cavallo!