Radicato e leggero: così prende corpo il Partito repubblicano

Dopo le Regionali si concretizzerà il sogno del Cav Struttura snella e dialogo con i politici locali Le parole d'ordine: meno tasse e più sicurezza

«Voglio indicare a tutti gli italiani non di sinistra l'esempio degli Usa, dove ci sono due partiti, i repubblicani e i democratici che si contrastano. È il sogno che inseguo». Ma come si sta muovendo Forza Italia per sviluppare il progetto e quali sono state le indicazioni date da Berlusconi? I motori sono in fase di riscaldamento. All'indomani delle Regionali le varie proposte che il presidente di Fi sta vagliando entreranno in una fase operativa. La scintilla, l'idea di fondo è il desiderio di lavorare a un centrodestra unito e competitivo in grado di portare nuovamente al governo i moderati e i conservatori come ha fatto David Cameron in Gran Bretagna. In secondo luogo c'è bisogno di un'idea forte per spazzare via il dubbio sulle intenzioni berlusconiane. La domanda «lascia o raddoppia?» non deve più avere ragione di essere perché deve essere chiara l'intenzione del fondatore di Forza Italia di restare in campo per offrire il suo contributo alla politica. Il nuovo progetto ne è la prova tangibile, attraverso il recupero delle istanze degli inizi declinate in una forma moderna, perché come dice Annamaria Bernini «l'idea del Partito Repubblicano è insieme un ricordo di un passato importante e la previsione di un futuro glorioso». Il recupero di entusiasmo e credibilità deve partire dai territori. Berlusconi ha chiesto a Marcello Fiori, responsabile degli Enti locali, di fare da apripista, di girare l'Italia, parlare con gli amministratori e spiegare qual è la prospettiva che li attende. Lo stesso evento organizzato da Fiori a Perugia - «La primavera delle idee» - è una prova generale di questa «campagna repubblicana» e parte proprio dal confronto con chi si trova in prima linea e ha bisogno di certezze e riferimenti a livello centrale.

Al centro di tutto c'è la rivoluzione liberale. Le parole d'ordine - meno Stato, meno tasse, attenzione verso chi fa impresa, centralità della persona, più sicurezza - non devono e non possono cambiare. Ma la regia dell'«elefantino», il simbolo del partito che fu di Abraham Lincoln, Dwight Eisenhower, Ronald Reagan e Bush padre e figlio - dovrà essere leggera. Si pensa a un comitato elettorale al quale partecipino partiti, fondazioni e associazioni capaci di muoversi su obiettivi concreti. Soggetti in grado di formulare proposte su cui lavorare fuori e dentro il Parlamento, intercettando temi che davvero smuovano coscienze, valori e interessi dei moderati. Verrà costituita anche una task-force, guidata da Antonio Tajani, incaricata di sviluppare le relazioni europee e internazionali e cogliere il meglio dalle esperienze di altri Paesi. Così come non ci sarà un passo indietro rispetto all'ancoraggio al Ppe, ferma restando la possibilità di interlocuzione con la famiglia dei «Conservatori e Riformisti». Non ci sono preclusioni rispetto alle primarie, ma bisognerà studiare bene come strutturarle per evitare brogli, inquinamenti, scandali e ricorsi, quelli su cui tante volte è inciampato il Pd. Nessuno, però, si tira indietro rispetto all'idea della «contendibilità», passaggio delicato ma fondamentale per dare corpo a un progetto che non si riveli solo una suggestione d'oltreoceano.

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 10/05/2015 - 09:03

Ieri è stata una giornata importatissima! Lo statista BERLUSCONI ha annunciato la nascita del PARTITO REPUBBLICANO, maggioritario nel paese e portatore di libertà e democrazia. Il PARTITO REPUBBLICANO ha già gettato nel panico la sinistra: hanno capito che dopo quattro golpe in regime di DEMOCRAZIA SOSPESA saranno chiamati a pagare le loro colpe. BERLUSCONI li ha smascherati, li ha giudicati, li ha condannati. L'Italia, nonostante la dittatura comunista attuale è un paese fortunato perché ha un futuro: oggi al mondo c'è un solo grande statista e lo abbiamo noi: il futuro è del PR, della DEMOCRAZIA e della LIBERTÀ. Genova è stata sede di un avvenimento di portata epocale, tutti i genovesi sono grati a BERLUSCONI per aver scelto la loro città per lo storico annuncio.

Gianca59

Dom, 10/05/2015 - 09:10

Cos' è, l' ennesimo annuncio o l' ennesimo partito del cavaliere ? Sono anni che va Avanti così, ma la sostanza non cambia: tante belle parole ma fatti ....Esempio: sto vedendo su mio figlio l' effetto delle 3I, bello slogan, ma l' inglese non sa neanche cosa sia !

cameo44

Dom, 10/05/2015 - 09:12

Berlusconi se ne deve fare una ragione come dice spesso Renzi il cen trodestra ha fallito ha avuto l'opportunità di governare questo paese una maggioranza che mai nessuno aveva avuto ma ha diffisipato quella fiducia che gli elettori avevano riposto con le loro continue beghe interne poichè tutti aspiravano a prendere il posto di Berlusconi pri ma Casini poi Fini ed ultimi Alfano e soci mancano i grandi statisti come lo furono Moro Fanfani Malagoti Andreotti per citari i più noti oggi abbiamo solo mezze figure capaci a pensare solo e sempre a se stessi occorre una scuola seria per formare i futuri governanti

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Dom, 10/05/2015 - 09:23

Sognare, specie per un ottantenne è segno di vitalità, e questo è per l'ex cav una cosa positiva, ma si tratta proprio solo di un sogno. Sull'altra sponda c'è un quarantenne che quel sogno lo ha già realizzato in parte anche con l'inconsapevole (?) appoggio proprio del novello sognatore.

mariolino50

Dom, 10/05/2015 - 09:53

Ma in Italia dobbiamo anche copiare i nomi dagli americani, hanno cominciato con il partito democratico, ora lui vuol fare quello repubblicano, ma chiamarli Dc e socialdemocratici non andava bene lo stesso, tanto ormai le differenze sono minime, come succede in America, tutti convergono al centro.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 10/05/2015 - 10:08

Ok, va bene, ma non deve ripresentare la solita feccia che di repubblicano non ha nulla. Se non avesse appoggiato il cacciaballe di pontassieve sarebbe tutto più facile.

vince50

Dom, 10/05/2015 - 10:11

Fate pure ciò che ritenete opportuno tanto nessuno potrebbe impedirvelo,come del resto i politici hanno sempre fatto.Ma che nessun politicante speri nel mio appoggio elettorale(seppur insignificante),non intendo più rendermi complice delle vostre porcate che hanno rovinato l'Italia.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Dom, 10/05/2015 - 10:12

un partito repubblicano in Italia in un territorio Europeo???? al parlamento di Bruxelles si staranno piegando in 2 dalle risate.......

roberto zanella

Dom, 10/05/2015 - 10:24

Ma il GOP non si costruisce con le democristianerie . Quali contenuti nel nuovo contenitore? Che ci fa il PR italiano nel PPE ? Costruisca con Cameron e il GOP USA un asse liberale e conservatore . La Merkel sarà di DX ma è tedesca e i tedeschi sono sempre gli stessi . Identità nazionali da rispettare , primo. Questa Europa nasce daglieurocomunisti che avevano paura di rinascite fasciste e naziste ma non comuniste visto che l'URSS c'era. Quella che è nata è una Europa parasovietica con burocrazie asfissianti e poi c'è il politically correct che è subentrato al marxismo leninismo. Quindi se si vuole un GOP vediamo di lasciare a casa lo scudo crociato caro Silvio , il GOP fu FI nei primi anni poi trasformata in un PPI di martinazziolana memoria. O si cambia con politiche nette ,no immigrati e nessuna cessione di identità nazionali o allora meglio votare Salvini.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 10/05/2015 - 10:25

"Copiare",non è mai bello!..."Copiare" un sistema,di un paese che in pratica è un enorme albergo,laddove l'obbiettivo di tutti è procurarsi con ogni mezzo,il denaro,per pagare il conto,è inimmaginabile per il sistema italia!Se proprio voleva pensare ad una "novità",doveva pensare al sistema della "Democrazia delle Affinità",che è il solo sistema in grado di sganciarsi dalla logica dei partiti,anzichè pensarne ed un'altro!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 10/05/2015 - 10:30

"Radicato e leggero". Radicato non so. Leggero, sicuramente. Se va bene intorno al 5%.

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Dom, 10/05/2015 - 11:00

Dal 94 ho sentito annunciare tante volte la rivoluzione liberale, quel poco che c'è lo sta facendo Renzi. Qui a parole tutti vogliono fare ma tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare.

An_simo

Dom, 10/05/2015 - 11:06

Chi lo guiderà ? Quali degli attuali partiti dovrebbero confluire ? Non basta il titolo...

Lino.Lo.Giacco

Dom, 10/05/2015 - 11:10

chi pensa di fare una scuola per formare i nuovi politici (letta) o chi pensa che occorra una scuola per formare i nuovi governatori credo non abbia capito nulla! di scuole ne abbiamo anche troppe, insegnano poco o nulla ma ne abbiamo troppe, per avere buoni politici e buoni amministratori non servono scuole servono buoni esempi, serve onesta' (nessuno ne parla) servono regole rigide, disciplina e soprattutto persone con la vocazione ad aiutare il prossimo, serve alternanza sistematica( non si puo' stravivere per settanta anni) di politica e tramandare agli erdei i vitalizi... serve che chi ha un ruolo pubblico di responsabilita' se ne assuma tutto il peso e ne risponda, serve una chiara definizione dei ruoli i sindacati tutto fanno meno che tutelare i diritti dei lavoratori,( vogliono sedere al tavolo del governo) i magistrati amministrano la giustizia come un amministratore di case popolari, i comuni si fanno divorare dalle municipalizzate e dalle consulenze agli amici ecc.ecc. e alla fine nessuno paga per gli errori o i danni che fa! cosi' non ci saranno mai buoni politici o buoni amministratori!

Il giusto

Dom, 10/05/2015 - 11:14

Anche ieri il vecchio pregiudicato è caduto sul palco...ormai è solo uno dei tanti vecchi rimbambiti!

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Dom, 10/05/2015 - 11:16

@vince50- Se lei si asterrà dal voto, sostanzialmente darà il suo appoggio a coloro che anche moribondi si recano alle urne, e sa di chi stiamo parlando.

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Dom, 10/05/2015 - 11:29

Bene così e "avanti tutta"; purché sia a "Tua immagine e somiglianza".

elpaso21

Dom, 10/05/2015 - 11:29

Sarebbe un bel partito ma a patto che non vi sia Berlusconi, il quale è simbolo di debolezza e sinonimo di sconfitta, ma dico anche quando, Berlusconi vincesse le prossime politiche (ipotesi fantascientifica), nel giro di tre mesi verrebbe "dimissionato" dai soliti golpisti.

Ritratto di woman

woman

Dom, 10/05/2015 - 11:41

Berlusconi ha una visione globale illuminata della politica e ottimi programmi a vantaggio dell'Italia, purtroppo per le note ragioni, non è riuscito a concretizzare le sue idee, anzi, oltre ai tanti altri errori commessi, ha appoggiato gli ultimi tre pessimi governi comunisti. Quindi, basta!

Atlantico

Dom, 10/05/2015 - 11:49

'Rivoluzione liberale', 'meno tasse, più sicurezza' sono slogan che trovo molto indovinati e di sicuro successo. Mi sembrano idee nuove, fresche, che possono indicare un nuovo inizio per il nostro paese. Credo che questa nuova iniziativa politica meriti di essere messa alla prova !

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

Anonimo (non verificato)

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 10/05/2015 - 11:59

Meglio leggeri che se si inciampa ci si fa meno male

Ritratto di pipporm

pipporm

Dom, 10/05/2015 - 11:59

Meglio leggeri che se si inciampa ci si fa meno male!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 10/05/2015 - 12:03

H2SO4 rivoluzione liberale il Cazzaro di Pontassieve?..ha, ha..80 euri di mancia alla sua base Elettorale..il Job act che vale solo per il settore privato..mentre i dipendenti pubblici rimangono intoccabili e non licenziabili..esattamente come è sempre stato.solidarizziamo con H2SO4 un'altra vittima caduta sotto i colpi della propaganda assordante di regime..

cicero08

Dom, 10/05/2015 - 12:07

come sempre e come conferma il balletto sulla vendita del Milan: idee poche e per giunta di molto confuse!

Nonmimandanessuno

Dom, 10/05/2015 - 12:08

Beh, se non prenderà corpo, l'alternativa è che andrà di corpo. Tanto nella m... ci siamo già: e non da oggi. Ma ditelo a D'Alema che per paura fece fallire la Bicamerale.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

Anonimo (non verificato)

Gianca59

Dom, 10/05/2015 - 12:18

@Atlantico: mi piace questo suo ottimismo ma mi verrebbe da chiederle quando è nato....sono gli stessi slogan di quando Berlusconi è entrato in politica nel 94, rivisti e corretti come da indicazioni del suo ufficio marketing&sondaggi. Se tanto mi da tanto saranno quelli che ripeterà tra 20 anni sempre che esista ancora l' Italia !

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 10/05/2015 - 12:26

Cicero08..il Milan e' roba sua, nel senso che in 20 anni ci ha investito miliardi di euro..e quindi ci fa quel cxxxo che vuole., se lo vende decide lui come è quando..lo so che hai difficoltà a comprendere il concetto di proprietà privata..però Sforzati!,,

Adolph

Dom, 10/05/2015 - 12:29

Spero che sia una buttade giornalistica e che Berlusconi non sia concentrato solo su questo : il problema più urgente è la scelta delle persone che devono rappresentare i Repubblicani , se restano gli stessi allora è veramente finita . Invertendo i fattori il prodotto non cambia : troppi cialtroni in FI

Ritratto di ...fivestars..

Anonimo (non verificato)

elpaso21

Dom, 10/05/2015 - 12:42

Invece di chiamarlo Partito Repubblicano suggerirei un nuovo nome: "Sforza Italia"

nunzio.nacci

Dom, 10/05/2015 - 12:49

purtroppo berlusconi non è più credibile dopo il fallimento del sogno del 1994. i fondatori si sono allontanati. è rimasto solo lui e la....rossi. renzi sta realizzando quello che lui non è stato capace di fare e fra poco metterà mano anche alla giustizia dove berlusconi, anche per i suoi conflitti di interesse, è stato incapace di segnare una svolta garantista per tutti i cittadini onesti

Ritratto di Pettir45

Pettir45

Dom, 10/05/2015 - 12:49

Penso ai Salvini, Meloni, Fitto... asserragliati nei loro recinti, ognuno che si diferenzia dall'altro. Se poi avvertono che il loro consenso aumenta alzano ancor più le palizzate e il loro distinguo dal loro (benefattore) Silvio. Ognuno innaffia accuratamente il proprio orticello per il loro personale proffitto. Risultato? Il popolo dei moderati si isola e perde. All'ora penso al proggetto di Silvio, come sempre l'unico che ha idee degne di un vero leader; e io a questa idea ci credo e la approvo. Gli altri? Purtroppo non tutti hanno gli stessi "tempi" ma, se non son capre, si ravvedranno.

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 10/05/2015 - 14:42

Berlusconi è sempre stato avanti di vent'anni con le sue idee innovative. Con il Bipolarismo si sarebbero potuto fare grandi cose, ma le invidie, le gelosie e l'ignoranza di tanti, troppi, non l'hanno permesso. Ora ci sta riprovando e vorrebbe fare breccia alla coscienza dei liberali che si sono dispersi e che sarebbe utile che si riunissero in questo momento di marasma politico e di regime: un regime didattoriale condotto da un sig.Nessuno, uno che è stato eletto solo segretario del suo partito, quindi con il consenso del 4% della popolazione italiana.

Ritratto di stock47

stock47

Dom, 10/05/2015 - 21:58

L'unico con cui dialoga Berlusconi è Berlusconi stesso. Promesse da marinaio.