Raggi flop sulla differenziata Migliora solo dell'1 per cento

La capitale rischia il commissariamento sui rifiuti. Il rapporto di Legambiente Lazio registra un preoccupante stallo nella raccolta differenziata che nei programmi della giunta Raggi era una bandiera: la selezione all'origine della spazzatura è migliorata solo dal 42,8 al 44,3 per cento, appena l'1,5 in più. Un dato che fa apparire lunare l'obiettivo «rifiuti zero» che nelle intenzioni della giunta grillina doveva essere raggiunto tra due anni. Al palo anche la diffusione della raccolta porta a porta, ferma al 33 per cento della città. Eppure i quartieri dove sono spariti i cassonetti sono proprio quelli in cui la differenziata ha conosciuto gli incrementi maggiori. E intanto 700mila tonnellate di spazzatura ogni anno vengono spedite a inceneritori e discariche. Ma al di fuori di Roma.

Commenti

Duka

Sab, 09/06/2018 - 10:28

Facciamo pure conto che tutto il paese è ora amministrato alla RAGGI !! Forse è meglio cambiare aria alla svelta.