Roma, giallo sulle dimissioni del Ragioniere generale

Lo staff di Virginia Raggi cade a pezzi. Arrivano altre dimissioni che faranno discutere. Sono quelle del Ragioniere generale Stefano Fermante

Lo staff di Virginia Raggi cade a pezzi. Arrivano altre dimissioni che faranno discutere. Sono quelle del Ragioniere generale Stefano Fermante. Le motivazioni sono abbastanza chiare e vengono spiegate in un dossier di 20 pagine in cui Fermante parla apertamente di una città ormai in default. Insomma dopo l'addio dell'assessore al Bilancio arriva pure quello di chi controlla le casse comunali. Una defezione pesante per l'amministrazione comunale che lascia la Raggi sempre più sola nel baratro di una giunta e di una squadra che si sfalda col passare dei giorni. La scelta dell'addio sarebbe stata meditata a lungo e di fatto a quanto pare le dimissioni sarebbero irrevocabili. "C'è troppa confusione", si è sfogato ieri Fermante con alcuni collaboratori, secondo quanto riporta Repubblica. "Io sono completamente isolato, lavoro senza un indirizzo politico, visto che l'assessore al Bilancio si è dimesso il primo settembre e la sindaca in tutto questo tempo non ha mai voluto incontrarmi. Ma nella situazione in cui versa il Campidoglio i rischi sono troppo alti: i conti sono peggiorati, io sto in prima linea, esposto a critiche spesso feroci, senza che nessuno mi dica cosa fare. Una responsabilità enorme, che non posso sopportare da solo". Ma dopo una mattinata frenetica di voci, il Campidoglio smentisce le indiscrezioni riportate da Repubblica: "Le dimissioni del ragioniere generale del Comune di Roma non risultano al Campidoglio".

Commenti
Ritratto di nando49

nando49

Gio, 29/09/2016 - 09:23

Ormai la "mafia capitale" ha fatto terra bruciata intorno al sindaco non allineato.

Angel59

Gio, 29/09/2016 - 09:40

L'innominato fu un osso duro ma alla fine prevalse il bene nel racconto del Manzoni....nel racconto di Roma il novello innominato tesse le sue trame e spero che anche nel nostro caso il finale sia benevolo con la sconfitta del personaggio con tutti i suoi sgherri!

schiacciarayban

Gio, 29/09/2016 - 09:47

All'inizio la situazione era comica, adesso però è una vera tragedia, la Raggi non sa che pesci prendere, tutti scappano, non funziona niente, la città è allo sbando totale, Grillo continua con i suoi deliri, un vero disastro, e c'è poco da ridere. La situazione è veramente grave, le mafie in questo ci sguazzeranno e prenderanno in mano la città, è la vecchia storia, se lo stato non c'è, arriva la mafia. E qui a Roma ormai le istituzioni sono totalmente inesistenti.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 29/09/2016 - 09:53

Un buon Sindaco,non si dovrebbe preoccupare di quelli che danno le dimissioni,ma di quelli che nomina!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 29/09/2016 - 10:05

E alla fine non ne rimase nessuno. Agatha Christie si rivolterà nella tomba.

Fjr

Gio, 29/09/2016 - 10:27

Il ragioniere ha ragionato e ha pensato che Roma è troppo anche per lui,

Harvard

Gio, 29/09/2016 - 10:35

Che vergogna ....

elio2

Gio, 29/09/2016 - 10:38

Ecco spiegato, perché destra e sinistra hanno fatto di tutto per non vincere a Roma. Chi vince le elezioni, in questo corrotto e marcio Paese, governa solo alle condizioni e secondo gli interessi di altri, altrimenti gli fanno terra bruciata intorno, finchè se ne va.

Fossil

Gio, 29/09/2016 - 10:47

Non si può andare avanti così. . .vivere a Roma é un vero incubo. Nessun progetto, giunta invisibile, voglia di fare ma inettitudine a governare. Se desse le dimissioni la signora sindaca potremmo avere un'alternativa? Siamo in un vicolo cieco. . .

no_balls

Gio, 29/09/2016 - 10:47

accidenti ma nei comuni sciolti per mafia o in quelli come roma dove si creavano debiti e prefallimento non si avevano notizie di uomini cosi' probi e responsabili da rimettere il loro mandato per mancanza di indirizzo politico o altre cavolate del genere...... Cmq se il ragioniere generale e' lo stesso degli anni passati fa bene a dimettersi....... l'importante e' che pero' si ritiri a vita privata. O la raggi sta facendo pulizie o qualcuno le sta facendo terra bruciata

Ritratto di .ginaDefrascati.

.ginaDefrascati.

Gio, 29/09/2016 - 10:51

mafiacapitale SACCHEGGIATA E DEPREDATA dagli amici degli amici della casta in default? ma no, chi l'avrebbe mai detto

schiacciarayban

Gio, 29/09/2016 - 11:04

Vedo che qualcuno tenta una improbabile difesa dei grillini. E' vero che la politica è marcia ma i grillini non erano quelli che spazzavano via il marciume? Hanno fallito clamorosamente, semplicemente non hanno la minima idea di come si faccia a governare, facile sparare sentenze, ma poi quando c'è da fare... Eppure c'è ancora chi li difende e chi li vota!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 29/09/2016 - 11:05

La Virginia continua a ballare da sola. La musica, ahimè, è sempre quella del capo: psichedelica. Bisogna però riconoscere che balla veramente bene. Vedere,per conferma, il recente convegno romano dei grilli.

conviene

Gio, 29/09/2016 - 11:09

elio2 parla di Renzi? del no al referendum per continuare con un paese in rovina?

Gianfranco__

Gio, 29/09/2016 - 11:37

ma per piacere, cosa difendete? se aveva una squadra come ha detto tale squadra ora governava. non aveva nulla, se non la sua leggerezza ai limiti del ridicolo

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Gio, 29/09/2016 - 11:38

Un buon Sindaco,non si deve preoccupare per quelli che danno le dimissioni,ma per quelli che nomina!!!

Fjr

Gio, 29/09/2016 - 11:39

Sette piccoli indiani

VittorioMar

Gio, 29/09/2016 - 12:05

...ma in tutta ROMA non si trova un mezzo ragioniere qualunque??

agosvac

Gio, 29/09/2016 - 12:13

Niente paura: faranno una consultazione in "rete" ed improvvisamente apparirà un nuovo ragioniere generale!!!

Giacinto49

Gio, 29/09/2016 - 12:15

Quando il gioco si fa duro....... Si vede che non era il tuo posto!!

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Gio, 29/09/2016 - 12:28

Se Dumbo agita le orecchie qualche personaggio da affidare un compito istituzionale lo trova.

alfa2000

Gio, 29/09/2016 - 12:30

mannatece er GURU, alias GRILLO, a sentire lui sa tutto lui e i suoi accoliti (POPOLO MS5), infatti guarda che roba, alla capitale d'Italia, come siamo caduti in basso e poi ci lanentiamo se in europa ci prendono in giro, siamo amministrati da comici

Zizzigo

Gio, 29/09/2016 - 12:33

Sulla Raggi è stato disposto un maleficio (dalla giustizia), chiunque le si avvicini viene indagato. Poiché nessuno (della nomenclatura) ha la coscienza pulita, tutti scappano! Ma lei, da sola, non ha valore e non è proprio capace di fare nulla.

schiacciarayban

Gio, 29/09/2016 - 12:50

Mi dispiace dirlo, ma i romani se la sono cercata votando i 5stelle! Cosa pensavano di fare? L'unico in grado di gestire questo pozzo nero era Bertolaso, ma non l'avete voluto...

Nonlisopporto

Gio, 29/09/2016 - 13:20

sabotaggio della ragnatela intessuta negli anni

Gianfranco__

Gio, 29/09/2016 - 14:21

almeno inizia ad essere chiara la differenza tra un buon amministratore e un pagliaccio e tra un manager e un fancazzista

Gianfranco__

Gio, 29/09/2016 - 14:46

la ragnatele ce l'avete voi 5 stelle nel cervello. Il team deve essere gestito da un leader e avrebbe comunque già dovuto essere pronto. Questa non è in grado di fare nulla, a parte esternare la sua pochezza.

luna serra

Gio, 29/09/2016 - 14:46

per Fjr il ragioniere è lo stesso che stava con Veltroni -Rutelli -Alemanno e Marino allora andava tutto bene ed infatti le indagini dicono questo

wintek3

Gio, 29/09/2016 - 15:10

A Roma c'è un cancro e come tale va estirpato, come ben sapete non c'è prospettiva futura fino a che esiste ma lui oppone una strenua resistenza e purtroppo ancora oggi in tanti casi è ancora lui a vincere, speriamo che Roma non rientri in questa casistica. Forza sindaca

Ritratto di Giano

Giano

Gio, 29/09/2016 - 15:10

Al di là delle simpatie o meno per il M5S, ormai è evidente a tutti che questi dilettanti allo sbaraglio sono inadatti ad occuparsi seriamente di politica e incapaci di governare. Un conto è sbraitare in piazza, mandare affancu…tutti e tutto e presentarsi come salvatori della patria duri e puri; lo sa fare anche lo scemo del villaggio. Altro è governare. Che gli altri siano ladri e corrotti non significa che dobbiamo mandare al governo dei pivellini incapaci e politicanti da bar dello sport.

schiacciarayban

Gio, 29/09/2016 - 15:22

La cosa indubbia è che Roma è nel caos totale, non si capisce nemmeno quanti assessori siano rimasti, non si capisce neppure se questo ragioniere abbia veramente dato le dimissioni o no, Ama e Atac sono allo sbando nella totale anarchia. La Raggi non è capace di fare nulla, totalmente inadeguata al ruolo, Grillo sbraita e non fa nulla. Ovviamente i Grillini gridano al complotto, ma la verità è solamente che sono totalmente incapaci di governare, e dare in mano ai grillini la capitale Italiana è stato un crimine da parte degli elettori. In tutto questo, invece di commissariare la città, il governo se ne frega altamente! Siamo alla frutta!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 29/09/2016 - 15:23

Ma smettetela, non siete capaci a fare niente. Non giocate a fare quelli grandi, siete meno che infanti. Come capacità, all'atto pratico, siete ancora nella pancia della mamma. Inermi, incapci, bisognosi di tutela. non gasatevi, ceh siete una nullità, o meno ancora, fate parte del segno negativo, previsto dalla matematica, e non solo.

bundos

Gio, 29/09/2016 - 16:56

son tutti d'accordo col PD, tanto tra non molto il governo manderà un commissario amico e tutto si rimetterà a posto. non serve vincere le elezioni per governare, basta un pò di furbizia e gli amici giusti in alto

schiacciarayban

Gio, 29/09/2016 - 17:24

@bundos-certo che se in grillini continuano a non governare, il governo non avrà scelta. Il problema qui è dei grillini che sono incapaci, se fossero capaci il governo non manderebbe proprio nessuno. Quindi non basta vincere le elezioni per saper governare.

Giacinto49

Ven, 30/09/2016 - 10:09

Perfino il buon "Giulio", se non avesse "dato a mangiare" sarebbe rimasto isolato facendo la figura dell'incapace. Il problema non è la Raggi ma la famelica anarchia in cui siamo sprofondati.