Raggi travolta dai rifiuti. L'assessora "furbetta" vicina alle dimissioni

Il sindaco di Roma non spiega i conflitti di interesse. L'assessore "furbetta" Muraro: "È in atto il golpe dell'immondizia"

All'assemblea capitolina la neo-sindaca Virginia Raggi parla dei suoi programmi per la scuola e i trasporti, la cultura, la digitalizzazione e il ripristino della legalità. Ma sa bene che è sui rifiuti traboccanti dai cassonetti che i romani l'aspettano alla prima prova.

E mentre scorrono veloci i giorni che la separano dal termine del 20 agosto, dato all'Ama per ripulire la Capitale, si ritrova sotto attacco dalle opposizioni, Pd in testa, per l'assessora all'Ambiente accusata di conflitto d'interesse. Non solo i 12 anni di consulenze di Paola Muraro, compensati dall'Ama con un milione di euro, ma anche il doppio incarico tra il 2010 e il 2012 per l'azienda Bioman, vincitrice di appalti da 39 milioni di euro proprio in Ama. Solita storia di controllore e controllato riassunti nella stessa persona.

Sembra, però, che neppure l'ultima denuncia incrini la fiducia della sindaca Cinque Stelle per il membro della sua giunta. Lei, la Muraro, replica sul blog di Beppe Grillo: «I vecchi partiti tremano. Molte falsità sono state scritte sul mio conto. Non ho nessun conflitto di interessi: lavorare in qualità di consulente è legittimo. Pianificano un vero e proprio golpe dei rifiuti».

La Raggi, a Palazzo Senatorio non entra nel merito, ma attacca duramente l'Ama e la gestione del presidente Daniele Fortini che oggi, alla vigilia delle annunciate dimissioni, sarà ascoltato dalla Commissione parlamentare sulle Ecomafie anche sul caso Muraro. Non una semplice consulente, sottolinea lui, ma una quasi dirigente, con «inquietanti responsabilità soggettive». In programma audizioni di Raggi e Muraro.

L'immondizia, dunque, rischia di travolgere al debutto la prima cittadina grillina. Lei punta il dito contro l'Ama, costosa, inefficiente, disorganizzata: oltre 600 milioni di euro di debiti, 250 milioni annui di extracosti e 165 viaggi di tir al giorno per esportare la raccolta differenziata. Altro che «logica integrata del ciclo vero e proprio». Dopo la chiusura della discarica di Malagrotta, ma anche prima, l'azienda dei rifiuti «incautamente non si è dotata delle infrastrutture impiantistiche necessarie, offrendo opportunità a gruppi privati e ad Acea spa di inserirsi nel settore». Di fatto, dice la Raggi, Ama è stata «relegata» ad attività di raccolta, trasporto e scarico in discarica, «con enormi costi di dotazione per contenitori, veicoli e mezzi». Compito svolto male, malissimo.

Ora, per la sindaca, Roma Capitale deve riorganizzarla, «riappropriarsi del ruolo di indirizzo operativo e di vigilanza del socio di maggioranza al 51% e ricondurre Acea Spa a servizio della città». I romani, promette, saranno incentivati anche con tariffe vantaggiose e con premi per i Municipi più virtuosi, la raccolta differenziata sarà «spinta».

La sindaca illustra i suoi progetti, che il suo sconfitto antagonista dem Roberto Giachetti bolla come «vuoti» e intanto si assiste allo scontro tra il capogruppo del Pd Michela Di Biase e il presidente dell'aula Marcello De Vito (M5S), che non concede il j'accuse alla Muraro.

«I conflitti di interesse dell'assessore aumentano - sbotta Andrea Romano del Pd - Cosa aspetta ancora il sindaco Raggi per ammettere di avere sbagliato con la Muraro, il cui profilo è sempre più imbarazzante, e accompagnarla immediatamente alla porta?».

Il gruppo di Fdi in Campidoglio annuncia una mozione di sfiducia all'assessora e un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti; il senatore di Fi Francesco Giro sospetta dimissioni «imminenti» e sollecita per coerenza i consiglieri M5S a firmare la mozione, Stefano Fassina di SI sottolinea la «poca credibilità» della Muraro. «Paradossali» gli attacchi Pd, nota il socialista Donato Robilotta, quando l'ex sindaco Marino «attacca Zingaretti, addossando alla Regione la responsabilità dell'emergenza rifiuti, come ha già fatto Fortini».

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 02/08/2016 - 09:55

L'"assessora" furbetta che dia le dimissioni,è un fatto,e che la RAGGI,abbia TOPPATO,è UN'ALTRO fatto!...Cominciamo bene!

PEPPINO255

Mar, 02/08/2016 - 10:44

FAntasticherie di politicanti "preoccupati", compreso l'articolista. I consulenti NON sono MAI responsabili della gestione.... Se l'assessora vuole dimettersi è una sua facoltà, NON è un obbligo...!!! E' Il Giornale che, come SEMPRE, ha TOPPATO !!!

beowulfagate

Mar, 02/08/2016 - 10:53

La sindaca non poteva accorgersi,stava manovrando l'Enterprise insieme al capitano Kirk.Dottor Spock,mi dia le coordinate.

Ritratto di misogino

misogino

Mar, 02/08/2016 - 11:06

dilettanti allo sbaraglio

Gasparesesto

Mar, 02/08/2016 - 11:33

Proprio " Codesti Signori ", quelli che in 20 anni ( PD e F.lli D'Italia ) si son mangiati ROMA e vorrebbero ancora rosicchiarne i resti . . son quelli che alzano la voce e reclamano . . ! E, in primis proprio il Trombato Giachetti che dall'alto dello scranno dei falliti contesta l'Assessora che ha le proprietà per dare una svolta alla jotta che sta affogando Roma !

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 02/08/2016 - 12:19

PEPPINO255:....un "consulente" che è a libro paga,per 11-12 anni,non può essere un semplice "consulente"!Significa che condivide,le "strategie" dell'Azienda,e le alimenta in modo significativo.Non sia così ingenuo!!Uno poi che se lo "assume", per controllare quello per cui il "consulente" ha lavorato,come lo chiama???!!

claudioarmc

Mar, 02/08/2016 - 12:24

Spazzatura cinquestelle, cinquestelle spazzatura

@ollel63

Mar, 02/08/2016 - 12:26

sinistrati e pidioti in collaborazione con magistrati deviati (di testa), banchieri fraudolenti (assai più sinistrati dei sinistri acefali), coop rosse (della sinistra più truffaldina) e quant'altro ... non tollerano che altri mettano le mani nella "cosa loro" ... e subito inizia il tam tam demolitire d'ogni tentativo di fare qualcosa per il bene o per il male di questo miserabile cittadino italiano.

BRAMBOREF

Mar, 02/08/2016 - 14:20

GIGI87 E' arrivata da un mesetto e si pretenderebbe che, ipso facto, ponesse riparo ai danni provocati da 40 anni di malaffare e malgoverno.

mcm3

Mar, 02/08/2016 - 14:28

E' la conferma che da fastidio e fa paura a tutti coloro che per decenni hanno magiato e rubato alle spalle dei Romani, Come possono le mettono i bastoni tra le ruote, la ostacolano e criticano in tutto, Devono tutti sapere che siamo solo all'inizio, dovranno cadere tante teste, di tutti i colori, solo quando sara' fatta pulizia da tutti i ladri e i corrotti che fino a ieri, hanno fatto il bello e cattivo tempo nella gestione di Roma, la c itta' potra' diventare la vera Caput Mundi

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 02/08/2016 - 16:13

@mcm3:...e secondo lei per realizzare,questo encomiabile progetto,si va ad assumere UNA,come questa "assessora"?...Le va bene come inizio?

Ermenegigio

Mar, 02/08/2016 - 20:50

E diciamola tutta. Prima si doveva sottostare all'amico dell'amico. oggi possono dire o fare cio' che pare giusto. Chi rompe Paga. (vedi Youtube incontro con l'AMA. ) Io andrei un po' a fondo alla cosa , questa mi pare una mezza verita' ma si sa il titolo deve attirare il lettore (strategia della comunicazione) poi scopri ????????????

joecivitanova

Mar, 02/08/2016 - 21:31

..IDEA..!! Potrebbe istituire ed aprire il primo e più grande (ovvio no!!) museo al MONDO con i rifiuti e chiamarlo..'MUSEO DELL'IMMONDIOZIA DIFFERENZIATA' ; sarebbe un su'cesso che 'spazzerebbe' via di colpo qualsiasi Giro di parole sospette..!! g.

TitoPullo

Mer, 26/10/2016 - 01:17

Behh...chiaro che le mezze calzette si circondano di quarti di calzetta....é tutta una spirale verso il basso, la mediocrità, l'incompetenza......una miseria umana da vedere ed uno spettacolo squallido che disonora il paese nel contesto internazionale ! AN-DA-TE-VE-NEEEEEEEEE !!!STATE INSOZZANDO CON LA VS INSIPIENZA ED ARROGANTE INCAPACITA'UNA CITTA CON 2000 ANNI DI STORIA!!