Dalla Rai alle Fs, Renzi pigliatutto

Il cda si dimette per liquidare l'ad Elia e il presidente Messori, scelti dal premier 18 mesi fa. In pole c'è Mazzoncini, che nel 2012 privatizzò Ataf a Firenze quando Matteo era sindaco. Intanto il presidente del Consiglio manda Carlo Verdelli per sovrintendere alle news del gruppo.

di Renato FarinaSe fa così ora, se dimostra tanta ignoranza e attitudine alle bugie ideologiche adesso, che cosa avrà combinato quando era capo assoluto dell'antimafia? È stata la politica a trasformarlo dotandolo di occhiali rossi, o li inforcava già allora? Sono domande inopportune? Giudichi il lettore. Grasso è intervenuto a Firenze all'assemblea della Nato.