La Rai si rovina per 15 centesimi

È quanto ha fruttato l'sms a pagamento con la bestemmia di Capodanno. L'ira del Vaticano: "Tv fuori controllo"

Grandi elucubrazioni sulla Rai come «media company per accompagnare la svolta digitale del Paese», la Rai come «strumento per una società con il cittadino sempre più al centro», e poi il cittadino ti manda un bestemmione in diretta via sms, proprio a Capodanno, proprio alla vigilia delle nuove nomine dei direttori Rai e pure delle bollette elettriche con dentro il nuovo canone. Un inizio anno non dei migliori per Antonio Campo dall'Orto, renzianissimo superdirettore generale Rai, che pare sia parecchio disturbato dall'incidente, ma non può prendersela pubblicamente con il dirigente che, almeno stando alla catena gerarchica aziendale, starebbe dietro la papera targata Viale Mazzini, visto che è renziano almeno quanto lui.La struttura che ha curato la messaggistica nella serata Rai con bestemmia (e in aggiunta pure lo svelamento del finale di Star Wars, sempre via sms) si chiama infatti RaiCom, una controllata di Rai Spa, e a guidarla c'è Luigi De Siervo, un nome conosciuto nel giglio magico renziano. Il fiorentino De Siervo, rampollo del presidente emerito della Consulta Ugo De Siervo, si mise in ferie dalla Rai per dare una mano all'amico Matteo nelle primarie del 2012.

La sorella, Lucia De Siervo, è stata il capo di gabinetto dell'ex sindaco di Firenze. Tutti poi invitati al matrimonio del fund raiser renziano Marco Carrai a Firenze, città scelta proprio da De Siervo come sede per «Screenings», un importante evento organizzato appunto dalla sua RaiCom. Insomma renziani docg, come il Chianti.Potrebbe mai il dg renziano Dall'Orto prendersela con lui per la bestemmia via sms su RaiUno e metterlo nella lista di prossime teste da far saltare? No, e infatti nel mirino sono finiti i dirigenti (non abbastanza renziani) di RaiUno. Tanto che il consigliere Rai Arturo Diaconale, seguito a ruota da diversi esponenti del centrodestra, lancia l'allerta: «l'incidente non diventi il pretesto per fare nuove nomine», ovvero per cambiare i vertici di RaiUno. Che sostengono di non c'entrare nulla con i pasticci sugli sms.

Il capostruttura Antonio Azzalini osa indicare un responsabile: «È colpa di RaiCom, mica nostra. Gli sms che vanno in onda sono controllati da loro». Nel frattempo De Siervo (che è anche presidente dell'Adrai, il potente sindacato dei dirigenti Rai) all'estero per vacanze non commenta. Ma da ambienti Rai si percepisce il nervosismo della struttura da lui guidata per l'accusa. Il filtro fatto da RaiCom sarebbe infatti solo tecnico, ma il vaglio e l'ok finale dipenderebbe dalla redazione del programma, e dunque la messa in onda della bestemmia è colpa di RaiUno, non loro.Il dg Dall'Orto, si apprende da una velina di Viale Mazzini, ha chiesto di aprire un'indagine interna sugli errori commessi dalla rete ammiraglia, compreso il countdown anticipato di un minuto. Molto più soft invece su RaiCom: il dg chiede che d'ora in avanti non ci siano più filtri esterni a ciò che va in onda, ma tutto sia sotto responsabilità dei programmi. La decisione - si affretta a spiegare la nota fatta uscire dalla Rai - «non vuole affatto essere un atto di accusa contro RaiCom». Insomma, non prendetevela con gli amici renziani.Una brutta grana per qualche briciola di incasso. Il costo per inviare quei messaggini è di 51 centesimi ma a RaiCom ne entrano netti molti di meno, circa 15 centesimi: 20mila euro in tutto per la serata del 31 dicembre. Una miseria in confronto alla figuraccia, che ha fatto reagire anche la Santa Sede con un duro editoriale dell'Osservatore romano: «Tivù fuori controllo con l'alibi dello share». Non poteva cominciare peggio il 2016 per la nuova Rai renziana.

Annunci

Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Dom, 03/01/2016 - 10:25

Hanno imposto il canone nella bolletta Enel ma non sono sicuro se hanno imposto anche uno stretto, dettagliato e puntuale rendiconto di come saranno spesi questi soldi, oltre a rivedere "compensi indecenti".

Ritratto di marione1944

marione1944

Dom, 03/01/2016 - 10:28

Come ho sempre detto la rai è come la coop, tutti gli altri ti danno di più.

linoalo1

Dom, 03/01/2016 - 10:56

Vaticano,svegliati!!!La colpa non è della RAI,ma,bensì,da chi ormai la comanda!!!

Kerenkeren

Dom, 03/01/2016 - 10:57

RAI un concentrato di raccomandati lottizzati e,in genere incapaci,incassano 20.000 euro per organizzare e trasmettere una serata da dopolavoro ferroviario ,in compenso pagano il compagno FAZIO ,da 2 a 2.5 milioni di euro .Personalmente non riesco a quantificare i meriti del personaggio,che giustificano una paga così elevata.qualcuno riuscirà a goistificarla?la bestemmia era rivolta al pagamento del canone per mantere anche simili personaggi.

REX5000

Dom, 03/01/2016 - 10:58

Tutta questa polemica serve solo a coprire per un pò le ca..ate che fà il Governo e le storielle poco edificanti del Vaticano.

Mobius

Dom, 03/01/2016 - 10:59

Ma cosa volete... La sinistra è sempre stata anticlericale e bestemmiatrice, alla religione cattolica non riconosce alcuna importanza, salvo fingere il contrario quando fa comodo; fingere sempre non è agevole e ogni tanto si sbarella. Il sinistrume riconosce invece capitale importanza all'islamismo, di fronte al quale se ne sta, è il caso di dirlo, in religioso silenzio.

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 03/01/2016 - 11:05

Conseguenza inevitabile della deriva morale e sociale indotta dal cattocomuninismo ipocrita che ha preso il potere in Italia.Ce ne sarebbe abbastanza per una rivolta sociale di massa contro il canone Rai. Voglio vedere lo stato (minuscolo) alle prese con 20 milioni di pratiche di cittadini che si rifiutano di pagare il pizzo-canone.

Ritratto di primulanonrossa

primulanonrossa

Dom, 03/01/2016 - 11:14

In Rai,certamente non cercheranno il vero acolpevole,ma almeno decidere chi conviene incolpare non è facile, li ci sono almeno 10 dirigenti per metro quadrato a fronte di 1 che lavora.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 03/01/2016 - 11:19

LA; RAI RISPECCHIA ESATTAMENTE LA MENTALITÁ KOMUNISTA; DELL;INCASSARE SOLDI SENZA RISPETTARE LA MORALE OPPURE LA RELIGIONE; É SE NOI VEDIAMO LA LITTIZZETTO NEL PROGRAMMA DI FAZIO DIRE 4 PAROLE COME KULO! CAXXO! É INCASSARE 20,000 EURO A TRASMISSIONE; NON CI DOBBIAMO MERAVIGLIARE SE GLI ITALIANI NON VOGLIONO VEDERE QUESTE PORCHERIE. LA; RAI VIENE USATA DAL PDPCI COME ORGANO DI PROPAGANDA; É DA RAI 1 FINO A RAI STORIA; QUESTO ORGANO DI INFORMAZIONE VIENE USATO PER I FINI DEL PARTITO KOMUNISTA; INVECE DI ESSERE AL SERVIZIO DEL PAESE É DI TUTTI GLI ITALIANI!.

giovanni951

Dom, 03/01/2016 - 11:26

la Rai andrebbe chiusa, mandati a casa tutti e rifondarla con sani creiteri. Il che vuol dire con almeno il 30% di dipendenti in meno. Ció detto il vaticano vuol farsi i cxxxi propri o no?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 03/01/2016 - 11:27

@mbferno:....concordo!!

elio2

Dom, 03/01/2016 - 11:38

Con tutti i parassiti e nullafacenti da mantenere che hanno assunto per intercessione dei compagni, tutto conta anche 15 cent.

MEFEL68

Dom, 03/01/2016 - 11:44

E dove lo mettiamo il "VAFFAN..." di Masini? Lì non si può parlare di svista perchè prima dello spettacolo ci sono le prove e si stabilisce una scaletta. E' così che MAMMA RAI intende educare i giovani e giovanissimi?

Ritratto di mirosky

mirosky

Dom, 03/01/2016 - 11:48

La chiesa farebbe bene a pensare ai suoi di scandali....

al59ma63

Dom, 03/01/2016 - 11:56

Tutte le TV al mondo sopravvivono con pubblicita' e staff manageriali efficaci che vengono pagati in base ai RISULTATI e, comunque, nei parametri di possibilita' imposti dai bilanci..in RAI per ALIMENTARE il magna magna IMPONGONO un canone in bolletta enel..anche se non hai televisore...ma siamo in una dittatura??? I kompagni non si smentiscono mai...se qualcuno avesse ancora dubbi......

giudiziodivino

Dom, 03/01/2016 - 12:00

Inaudito...una bestemmia !!! erano decenni che non le sentivo o vedere scritte! che scandalo!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 03/01/2016 - 12:00

Non ho sentito la bestemmia, dato che evito i programmi RAI per l'oggettiva mediocrità degli stessi e per personale insofferenza nei confronti dell'onnipresente Renzi, che salta fuori da tutte le parti per imbonirci con le sue frescacce. Comunque mi meraviglio dell'altrui meraviglia: da quanto a palazzo Chigi c'è un personaggio che spara caxxate a valanga non c'è da meravigliarsi di nulla.

pinux3

Dom, 03/01/2016 - 12:05

@mbfermo...Lo sai che il canone in Europa è quasi ovunque PIU' ALTO che in Italia (in Germania è più del doppio...) e nei paesi dove non si paga (come in Spagna) la tv pubblica è FINANZIATA DALLO STATO?

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Dom, 03/01/2016 - 12:07

Con la tecnologia attuale nel campo delle telecomunicazioni, oggi che senso ha mantenere un carrozzone del genere che pesa nelle tasche dei cittadini e contro la loro volontà? Per le esigenze dello stato è più che sufficiente un solo canale TV ed un solo canale radio, tutto il resto va privatizzato e venduto. Nient'altro da dire punto.......

giorgiandr

Dom, 03/01/2016 - 12:08

tutto questo dimostra una volta di piu' come la rai sia un enorme carrozzone renziano dove la professionalità emergente è lo scarica barile.

Frusta1

Dom, 03/01/2016 - 12:09

È questa sarebbe la Rai del lottizzatore renzie? Complimenti!!!!!!!! Cominciamo bene l'anno. CONSIGLIO A QUALCHE POLITICO DELLA DESTRA DI FARE UN RESOCONTO DI TUTTI GLI AUTOGOL DI QUESTA SINISTRA . FATE UN VIDEO E ALLE PROSSIME TRIBUNE ELETTORALI PER LE AMMINISTRATIVE NON FATE TROPPA FATICA: FATELO SEMPLICEMENTE VEDERE E STATE PURE MUTI. PARLERÀ LUI PER VOI.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 03/01/2016 - 12:14

Od il "canone" (termine ipocrita per nascondere una tassa) o la pubblicità.Questo postificio per politici trombati e parenti ed amici degli stessi,così com'è deve sparire.Metterla sul mercato azionario dopo aver separato la Rai in senso stretto e la rete di trasmissione del segnale (il vero patrimonio) ,ovvero Raiway. Da un'azienda seria,ma la Rai non lo è,a seguito della bestemmia mi sarei aspettato le scuse pubbliche,con ammenda,del bestemmiatore.Siamo in Itaglia e cos' NON sarà.

michetta

Dom, 03/01/2016 - 12:23

Che dire,se a tirare in ballo,l'incapacita' dei vari dirigenti, quadri,capi reparto e capi sezione,inviati e tutto il resto di saltimbanchi e ballerini, PER UN TOTALE DI VENTITREMILA persone circa,esistenti nella RAI,fosse dovuto esclusivamente all'eccessivo spreco,ai troppi favori fatti ai politici di turno, alle troppe sceneggiate mediocri di una televisione mediocre, obbligata ad esistere,proprio per dare i posti di cui sopra? Ma che risultati,potra' mai,avere,una TV di Stato,orientata a foraggiare in tutti i modi e maniere,soltanto la politica? Chi puo' credere,a tali schifezze propinate? Chi,permette ancora,che si verifichino? Perche' non sfoltire personale e servizi inutili? Io,la mia famiglia,i miei amici e colleghi,NON la vediamo,ma, purtroppo,dobbiamo pagarne il canone,per alimentare i maledetti!

Jimisong007

Dom, 03/01/2016 - 12:24

Cialtroni pezzenti

paco51

Dom, 03/01/2016 - 12:28

un incremento di tasse di 100 euri potrebbe essere accettabile! basta che chiudano la RAI pubblica! Se la RAI sta sul mercato da sola OK stipendi come vogliono, altrimenti si chiude! POtrebbero metterla con cavo telefonico, chi la vuole (?) la paga! L'abolizione del canone sarebbe una mossa oK ma il CD non ha palle!

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 03/01/2016 - 12:32

della presa della rai come tv di partito se n'è avuta la prova delle ultime due puntate dell'arena di gilletti, pur di non parlare di banca Etruria hanno fatto una puntata sul festival di sanremo e una su valentino rossi, temi di assoluta importanza e attualità.

moichiodi

Dom, 03/01/2016 - 12:37

cosa c'entrano i 15 centesimi?

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 03/01/2016 - 12:50

MI VOGLIO DIMETTERE PER QUESTO; MI DIMETTERò DICEVA MARINO TANTO TUONO' CHE PIOVVE. NON FINIRà CERTO A TARALLUCCI E VINO PERCHE' NELLA MISERICORDIA SI DEVE CREDERE, SI CREDE, NON PER INTERESSE MA PER VOLONTA'; sembra che questi uomini atei incalliti non ci credano affatto e riceveranno il doppio per i loro peccati. Shalòm e Forza Italia.

titina

Dom, 03/01/2016 - 13:49

x Flex. a me che pago il canone da sempre fa comodo pagarlo in bolletta, però preferirei che si oscurassero le reti e si facessero vedere solo a chi lo richiede e paga. Se vale la pena la gente si abbona, altrimenti no.

luigi.muzzi

Dom, 03/01/2016 - 14:21

spettacolo scadente, pubblicità a manetta, sponsor, sms a pagamento, davvero: dove finiscino i soldi del "canone" ?

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Dom, 03/01/2016 - 15:07

Pensate un po', con tutte 'ste società, dirigenti, strutture e compagnia cantando ci vogliono far credere che un moderatore per controllare gli sms arrivati si sia fatto sfuggire una schifezza del genere, e che l'orologio del capo struttura andava avanti di un minuto! La Rai è la Rai e voi non siete un c...! Pagate il canone sudditi e non protestate!

leserin

Dom, 03/01/2016 - 15:29

Al cittadino telespettatore irta poco se la colpa è della RAI o di una sua controllata, ma che i responsabili paghino e che episodi del genere non accadano più.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 03/01/2016 - 15:43

Dai moichiodi 12e37, non dirmi che NON sei riuscito a capire che i 15 cent, sono quelli che ha incassato la RAI per ogni SMS (compreso la bestemmia) che ha mandato in onda durante la trasmissione, per un TOTALE di 20.000EURIII.E poi sei tra quelli che ci danno del BANANAS!!!!lol lol Pax vobiscum.

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 03/01/2016 - 16:31

La RAI - Rignanorenziane Ambizioni Italotoscane, è specchio del culto pericolosamente sgangherato della personalità in ribollita del pinocchietto, che a furia di volar alto, "moderno Icarus" (riferimento non puramente casuale), ha perso il contatto con la realtà e perde spinta.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 03/01/2016 - 17:03

pinux3 Vero che in molti stati, anche a noi vicini, si paga un canone TV. Però ciò è certamente giusto ove la TV sia un servizio di informazione e cultura per i cittadini, quindi un servizio pubblico. Bisognerebbe vedere, quindi, se in quei paesi ove il popolo paga il “canone” l’ente che gestisce la TV di Stato concorre o meno sul mercato, vendendo le prestazioni pubblicitarie o altri servizi. In verità, in uno stato “liberale”, una TV “di stato” non dovrebbe essere molto gradita già quando diventa uno strumento di informazione politica favorevole al potere, come è quasi sempre avvenuto nel bel paese, ma a maggior ragione quando concorre sul mercato vendendo la pubblicità, in concorrenza con le altre reti private. Sono certo che una persona attenta, come sicuramente è Lei, concorderà con questo principio, purtroppo sconosciuto – da sempre - nel bel paese. Cordialmente

Ritratto di manasse

manasse

Dom, 03/01/2016 - 18:09

pensate se al governo ci fosse stato Berlusconi e direttore Minzolini la seconda guerra mondiale in confronto dell'insurrezione dei COMUNISTI nostrani sarebbe paragonabile ad una lite di condomini

rossono

Dom, 03/01/2016 - 21:54

pinux3 Come al solito il vizietto dei compagni ve lo hanno inculcato bene! scrivere solo quello che conviene vero? N.1 in Germania si paga il doppio vero ma non hai scritto che dopo le 20 non vedi piu pubblicità N.2 non mi risulta che paghino stipendi come i compari in Italia vedi Fazio Litizzetto e company. N.3 Non ti abbuffano di telequiz regalando a desra e a manga soldi dei contribuenti.N.4 Non e frequentata da tutti i politici come in Italia cosi si fanno conoscere a spese tue.Devo continuare?

joecivitanova

Lun, 04/01/2016 - 02:07

...ehm..gentile Hernando, adesso se deve appendere dei quadri in casa, sa bene l'ESPERTO che deve contattare... Saluti. Giuseppe. P.S.: era solo un consiglio, non era per mancarLe di rispetto o perché io pensassi che non ne fosse a conoscenza eh !!..

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 04/01/2016 - 22:58

A questo punto, con l'obbligo di versare il canone RAI sulla bolletta dell'ENEL, possiamo dire che siamo vittime di una banda di truffatori CHE CI IMPONGONO DI PAGARE LA PUBBLICITÀ ALLA SINISTRA fatta dai vari leccapiedi assunti con compensi stratosferici. Dobbiamo mantenere il viscido Fazio, la volgare Littizzetto, il ciarlatano Benigni e la roccaforte comunista di RAI3 occupata dalla Berlinguer. SE NON CI RIBELLIAMO SIAMO PROPRIO DEI CONIGLI SENZA SPINA DORSALE.