Dalla Rc Auto ai "medici furbi": cosa cambia con la manovra

Novità sulla Rc Auto: provvedimento per eliminare le disparità tra regioni. Impignorabilità della casa per chi ha crediti con la Pa. Stretta per i medici

La manovra ha preso forma. "Eliminazione dell'aumento Iva - elenca il ministro dell'Economia, Giovanni Tria - finanziamento della partenza del reddito di cittadinanza e della correzione della riforma Fornero con la possibilità di andare in pensione un po' prima per superare problemi di blocco di turn over e turn over delle competenze nelle imprese". I punti principali che entreranno nella legge di Bilancio sono, insomma, stati sostanzialmente confermati. "Siamo riusciti a tenere i conti in ordine mantenendo le promesse annunciate in campagna elettorale e messi nero su bianco sul contratto di governo che rappresenta e rappresenterà sempre il nostro fondamento", ha detto il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Palazzo Chigi. "Stiamo mantenendo tutte le promesse fatte - ha aggiunto - tutto questo è il frutto di un lavoro meditato e dei tanti incontri fatti e resi in modo trasparente a voi tutti. Abbiamo elaborato un progetto di politica economica che serve al paese e ai cittadini".

"Sono lieto di annunciarvi che nei tempi previsti e senza nessuna dilazione abbiamo approvato il decreto fiscale e la legge di Bilancio. Come nelle previsioni, manderemo la lettera a Bruxelles entro le 24". Al termine del Consiglio dei ministri è lo stesso Conte a elencare tutte le conferme e le novità che sono contenute nella manovra economica. Si parte, ovviamente, con il reddito di cittadinanza. "Nei prossimi giorni conoscerete tutti i numeri, ma è una misura omogenea su tutto il territorio", ha assicurato il vicepremier Luigi Di Maio. "La grande sfida sarà rifondare i Centri per l'impiego, e la mia personale sarà quella di far tornare il sorriso alla gente quando parla di centri per l'impiego ha, quindi, aggiunto - possiamo farla partire nei primi 3 mesi del 2019, ma stiamo lavorando già da 3 mesi con le Regioni per riformare il sistema della formazione". Domani, al ministero dello Sviluppo economico, Di Maio incontrerà tutti gli assessori regionali al Lavoro per mettersi ulteriormente al lavoro per quella che il vicepremier grillino ha definito "una sfida di civiltà che già esiste in tutta Europa".

"La manovra - spiega Salvini - non moltiplica i pani e i pesci ma migliora la vita di alcuni milioni di italiani e il lavoro di alcune centinaia di migliaia" (guarda il video). Tra le novità, invece, il governo porterà nella manovra la "Rc Auto equa", ovvero un sistema che va ad eliminare le disparità che si creano tra alcune regioni. Nella manovra ci sarà spazio anche per alcuni provvedimenti che riguardano le imprese: chi ha crediti verso la Pubblica Amministrazione non vedrà pignorata la casa. Inoltre nasce anche il decreto "taglia scartoffie" che va ad eliminare 100 adempimenti che riguardano le imprese.

Sempre nella manovra arriva la stretta contro i medici "furbetti" che allungano le lista di attesa del servizio pubblico per convincere i pazienti a ricorrere alla cosiddetta intramoenia, ovvero visite private all'interno della struttura ospedaliera pagando la parcella per intero ai camici bianchi. Arriva anche una stretta fiscale in arrivo per banche e assicurazioni. Secondo quanto si apprende tra le misure concordate al vertice di maggioranza sulla manovra non ci saranno aumenti di tasse nel Bilancio, tranne che per banche e assicurazioni.

Intanto al termine del vertice che di fatto ha delineato l'ossatura della manovra Salvini ha voluto mandare nuovamente un messaggio a Bruxelles: "Se gli italiani avessero voluto continuare sulla strada tracciata dai governi Monti, Letta, Renzi e Gentiloni, avrebbero votato diversamente. Noi no non ci sentiamo vincolati dalle norme di deficit pubblico emanati da Bruxelles e che molti governi europei hanno magnificamente ignorato, a partire da Francia, Germania e la Spagna". Adesso la partita sulla manovra si sposta in Europa.

Commenti
Ritratto di Flex

Flex

Lun, 15/10/2018 - 20:17

"stretta contro i medici "furbetti" che allungano le lista di attesa del servizio pubblico per convincere i pazienti a ricorrere alla cosiddetta intramoenia, ovvero visite private". Questa è sicuramente una delle cose apprezzabili di questo governo.

Lexius

Lun, 15/10/2018 - 20:45

Tasse su assicurazioni e banche? Aumenti in vista x tutti noi!

Marguerite

Lun, 15/10/2018 - 20:51

Eccomi una magnifica mossa per fare aumentare i premi d’assicurazione e spese sui conti bancari !!!

Massimo Bernieri

Lun, 15/10/2018 - 21:19

La stretta fiscale su banche e assicurazioni la pagherà il cliente come quando aumentano luce e gas poi aumentano i prezzi finali dei prodotti oppure faranno tariffe base RC Auto e banche?Anche oggi mi pare ci sono tariffe base delle banche per meno abbienti che però hanno forti limitazioni nell'uso.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 15/10/2018 - 21:54

salvini è un paracolo! perchè il voto che abbiamo dato è per il centrodestra, non per la lega e il m5s!!! difatti manca la flat tax e il che è tutto un dire!!! altro che mance elettorali!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 15/10/2018 - 22:09

piccolissimi contentini. era meglio la flat tax: si poteva , in media, ottenere 1000 euro in piu in busta paga! figuriamoci se dobbiamo prenderci queste elemosine e farci pure prendere in giro da una banda di babbei comunisti e grulli...

SPQP

Lun, 15/10/2018 - 22:14

"......non ci saranno aumenti di tasse nel Bilancio, tranne che per banche e assicurazioni." Ma quanto sono furbi! E chi le paghe le tasse per assicurazioni e banche? E' normale solo il cittadino paga. Ma a chi prendono in giro?

Una-mattina-mi-...

Lun, 15/10/2018 - 22:16

I MEDICI FURBETTI SONO QUELLI CHE FANNO PASSARE AVANTI LE RISORSE CHE NON HANNO MAI PAGATO UNA BENEAMATA MAZZA, ALTRO CHE...

Ritratto di makko55

makko55

Lun, 15/10/2018 - 22:33

@Marguerite, hai dimenticato di dire rivogliamo renzi gentiloni e martina (lurch addams x gli amici)!

cgf

Mar, 16/10/2018 - 00:07

Nel caso della RCA per eliminare le disparità che si creano tra alcune regioni andrà a finire che i lombardi pagheranno di più per compensare i maggiori sinistri liquidati in Campagna, clap clap

blackbird

Mar, 16/10/2018 - 00:35

Vogliono eliminare la disparità di premi RCA tra le Regioni. Siccome le assicurazioni dovranno incassare la stessa cifra (a livello nazionale) se in alcune regioni, dove ci sono più incidenti (veri o simulati) le aliquote caleranno, è ovvio che in altre (dove vengono pagati meno danni) le aliquote aumenteranno. Risultato? A me, che vivo in una regione "virtuosa" aumenterà la RCA!

Marcolux

Mar, 16/10/2018 - 02:41

Manovra tutta per il SUD. 780 Euro regalati ai vagabondi cronici napoletani & C. Premi assicurativi delle regioni del sud portati ai livelli di quelli del Nord. Giusto? Mica tanto... a Napoli il 70% delle denunce è falso! Risultato: Assicurazioni aumentate agli onesti e ribassate ai ladri. Salvini, sei il mio idolo, ma piuttosto che far brillare Di Maio con le sue porcherie a favore del sud ladro e fannullone, avresti fatto meglio a staccar la spina! Sono molto deluso da questa manovra che non è di dstra ma di estrema sinistra!

BENNY1936

Mar, 16/10/2018 - 09:02

Dovremmo smetterla di chiamare "furbetti" o semplicemente "furbi" delle persone ignobili. Se è vero che taluni medici allungano di proposito le liste di attesa per intascare parcelle in intamoenia, questi sono delinquenti, non "furbi"