Il reddito sfugge di mano. Lo prenderanno persino 200mila famiglie straniere

La bozza tecnica del sussidio smentisce le rassicurazioni della Lega: rischio ricorsi

Sarebbero duecentomila i nuclei familiari stranieri che presto potrebbero ricevere il reddito di cittadinanza. Dopo gli annunci («solo agli italiani»), le smentite («anche agli stranieri» e le retromarce («non a tutti agli stranieri») il governo gialloverde, soprattutto la sua componente leghista, deve fare i conti con i rischi di illegittimità. Ed ecco che le promesse di Salvini di riservare il sussidio agli italiani tramontano definitivamente dopo essere già state in parte sconfessate dall'alleato Di Maio.

Una bozza di relazione tecnica del provvedimento, circolata in questi giorni e non ancora smentita, calcola in 1,3 milioni i nuclei familiari che beneficeranno di reddito e pensione di cittadinanza - a fronte degli 1,8 milioni che vivono sotto la soglia di povertà - «compresi quelli di stranieri se residenti da almeno 5 anni e in possesso di permesso di soggiorno». La metà, dunque, dei dieci anni inizialmente annunciati proprio da Di Maio.

Una prima stima definisce la platea potenziale di beneficiari in circa duecentomila famiglie straniere. Resta da capire, in attesa del testo del decreto previsto per metà gennaio, se questi siano i soli nuclei che avrebbero i requisiti per accedere all'integrazione del reddito così come immaginata dai legastellati. La platea degli aventi diritto infatti potrebbe essere più numerosa se si pensa che sono 900mila gli extracomunitari che vivono in Italia da un periodo compreso tra i cinque e i dieci anni, secondo i dati Istat aggiornati al 1 gennaio 2018, e a cui si aggiungono 568mila cittadini comunitari.

D'altronde gli stessi paletti sono in continua evoluzione tra la necessità di far quadrare i conti (7 miliardi a disposizione nel 2019) e quella di prevenire furbetti che macchierebbero la misura bandiera dei cinque stelle. Finora si sa che partirà ad aprile, per accedervi si dovrà avere un Isee di massimo di 9.360 euro, e conterà anche il reddito dell'intera famiglia (il limite è fissato a 12.600 euro). Il patrimonio immobiliare non potrà superare i 30 mila euro, il conto banca i 6 mila euro, fino a 10mila euro per un nucleo di tre persone. E ancora, non bisogna possedere auto o moto immatricolate nei sei mesi antecedenti la domanda. Niente seconde case, mentre il reddito sarà modulato anche in base al possesso o meno di un'abitazione (dalla somma verrebbe scalato il contributo per l'affitto). Tutta la famiglia dovrà rispettare il patto di collaborazione e gli obblighi connessi alla fruizione del reddito.

Ma è il limite dei cinque anni di residenza per gli stranieri a essere il più a rischio vista l'alta possibilità di ricorsi. Non a caso era stato lo stesso Di Maio a parlare di dieci anni di residenza salvo poi abbassare il limite proprio per schivare problemi di incostituzionalità. Ma anche questa nuova soglia traballa. Altre restrizioni simili in tema di prestazioni sociali sono già state bocciate più volte dalla corte di giustizia europea, come bonus bebè e contributi all'affitto, in virtù del diritto alla parità di trattamento per i cittadini extra Ue garantita da una direttiva comunitaria. E continuano a piovere pronunciamenti dei tribunali italiani che condannano l'Inps e riconoscono agli stranieri il diritto ai bonus a prescindere dalla durata del loro permesso di soggiorno.

Senza contare che secondo l'Istat su cinque milioni di poveri assoluti in Italia, gli stranieri sono 1,5 milioni, il 31,8 per cento del totale.

Commenti

Yossi0

Mer, 02/01/2019 - 08:44

Hanno fatto meglio dei soliti buonisti, sorpassandoli abondantemente

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 02/01/2019 - 08:45

un reddito pieno di ridicolo e patetico !ma si sa, quando la stupidità viene presa sul serio, succedono anche le cose piu ridicole del mondo ! sta già avvenendo in italia ed è già accaduto in germania....

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 02/01/2019 - 09:05

Qualcuno confonde il piacere al posto del dovere ... di certo i poveri si accontenteranno di rimanere poveri, pagati agratis dal contribuente, mentre chi ha la possibilità teorica di pagare le tasse sarà lo zimbello dei sedicenti poveri. Dovremmo modificare l'inno di Mameli con "... schiavi di Roma e di Bruxelles Iddio li fottò"?

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 02/01/2019 - 09:11

CHE BELLO DARE LA PENSIONE DI CITTADINANZA AI PARENTI AFRO-MAGREBINI PER "RICONGIUNGIMENTI FAMIGGHIARI" ANCHE SE NON HANNO VERSATO UNA CIPPA E SE LA GODRANNO AL LORO PAESELLO!!!

fj

Mer, 02/01/2019 - 09:54

Va cambiata la Costituzione. Si e' cittadini italiani solo se si e' nati in Italia. Gli altri devono essere considerati solo ospiti volontari.

leopard73

Mer, 02/01/2019 - 09:55

Politicanti incapaci per la loro imbecillità ottusa che non porta a nulla se non recessione.

GioZ

Mer, 02/01/2019 - 10:00

Tutte queste famiglie "povere" straniere e non, vanno controllate assiduamente: se raccontano balle o qualcuno lavora in nero, esclusione a vita del reddito di cittadinanza.

27Adriano

Mer, 02/01/2019 - 10:11

Poveri Italiani che avete votato il bibitaro napoletano....

Oraculus

Mer, 02/01/2019 - 10:12

Quello che si legge?? , si fa fática a comprenderlo!!...come italiano rimango interdetto , ossia??...non ci credo!!...spero di avere presto delle conferme al riguardo...

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 02/01/2019 - 10:16

---per fortuna abbiamo la costituzione più bella del mondo--che non guarda in faccia al colore della pelle religione ecc--ma guarda alle carte --e se uno ha le carte in regola per usufruire dei benefici di una nuova legge amen e così sia---d'aldronde anche felpini che grida forte "stranieri raus"---poi sottovoce in modo che lo sentano meno persone possibili ammette --anche nel suo sgangherato messaggio di fine d'anno---che gli stranieri onesti che vivono nel nostro paese e che hanno i documenti in regola sono ben accetti----dunque---di grazia---qual'è il problema?--visto che a sto benedetto reddito non avranno accesso coloro non in regola?-swag ganja--

Oraculus

Mer, 02/01/2019 - 10:16

Gli stranieri??...non bastano le assistenze mediche che hanno complicato quelle sacrosante degli italiani con ritardi assurdi , adesso anche compensazioni con soldi??...ma tutto sommato ci sta bene!!...li votiamo?? e allora di cosa ci lamentiamo??...questa e' la...democrazia!!

titina

Mer, 02/01/2019 - 10:16

ma questi dove vivono? Moltissimi lavorano in nero, eppure Di maio dovrebbe ben saperlo. ma se ne fregano, pur di avere i voti, a danno degli onesti che pagano le tasse.

andy15

Mer, 02/01/2019 - 10:17

Un vostro titolo di ieri recitava "reddito a 300.000 stranieri". In 24 ore siamo scesi di un terzo, fra due giorni gli stranieri aventi diritto saranno pari a zero.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 02/01/2019 - 10:37

Adesso pero` andate a recuperare tutti i commenti di tutti gli allocchi qui, che credettero a Cip e Ciop e si inalberarono contro chi li derideva per la loro stoltezza...

strade-italiane

Mer, 02/01/2019 - 10:39

CONTROLLARE CHI??? LI FACCIAMO CONTROLLARE DALLA STESSA CARITAS, ARCI, COOP, ONG VARIE? E I SINDACATI DI CUI NOI ABBIAMO LA TESSERA HANNO UFFICI E AVVOCATI CHE SI OCCUPERANNO DI FARE I RICORSI PER GLI STRANIERI COI SOLDI DELLE NOSTRE QUOTE: CGIL CISL UIL E COMPAGNIA CANTANDO... SIETE STATI ULTIMAMENTE AI CAF??? QUANTI STRANIERI A CHIEDERE ED OTTENERE CONTRIBUTI AFFITTO ECC. IN BARBA AI SACRIFICI DEGLI ITALIANI??

Rottweiler

Mer, 02/01/2019 - 10:43

Un modo per togliere dalle grinfie di sindacati/magistratura pro immigratis il reddito di nullafacenza sarebbe quello di darlo alle aziende che assumono. Fare investimenti per fare crescere il lavoro, non regalare soldi.....

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 02/01/2019 - 10:46

Prevedibile che ciò avvenisse come conseguenza e se pure non ci pensa il governo ci penserà qualche magistrato. Comunque sia rimane una cretinata grillina portata avanti da emeriti incompetenti.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Mer, 02/01/2019 - 10:47

Prevedibile che ciò avvenisse come conseguenza e se pure non ci pensa il governo ci penserà qualche magistrato. Comunque sia rimane una cretinata grillina portata avanti da emeriti incompetenti...

Mobius

Mer, 02/01/2019 - 11:08

Disposizioni semplicemente farneticanti. Tutte secondo le regole? Fa niente, vuol dire che sono farneticanti le regole; semplice, no?

Dordolio

Mer, 02/01/2019 - 11:19

Scusate, ma NON SI POSSONO escludere gli stranieri residenti in Italia da iniziative di questo tipo come da qualsiasi altra. Lasciamo perdere quel che piacerebbe a noi e (forse presumo) anche a chi sta al governo. Qualsiasi tribunale (la Costituzione poi parla chiaro) sanzionerebbe immediatamente qualsiasi decisione in tal senso. Per estensione, anche a me piacerebbe - visto l'uso che ne fanno e come spesso mi dicono riescono a NON pagare - che non fossero abilitati ad usufruire di certi servizi di welfare che lo Stato fornisce. Ma - ripeto - non è possibile farlo. La Sanità credo sia uno di questi. Prova tu a non pagare il ticket e vedi poi a cosa si attaccano. Con gli Extra mi dicono che la musica sia diversa....

Dordolio

Mer, 02/01/2019 - 11:22

titina, se lavorano in nero e sono finti poveri riusciranno a fregare lo Stato per pochissimo tempo. Chi vuole accedere a questi benefici deve cercarselo un lavoro, frequentare corsi, eseguire lavori di pubblica utilità e poi scegliere un lavoro tra tre proposti. Se rifiuta è OUT. GAME OVER. Altro che gente che prende quattrini spaparanzata sul divano come piace raccontarla a Tajani.....

Totonno58

Mer, 02/01/2019 - 11:23

Sarebbe stato uno scandalo, oltrechè illegittimo, escludere gli stranieri aventi diritto dal reddito di cittadinanza...chi si sorprende di questa cosa o vive tra le nuvole o crede ciecamente a tutto quello che dice Salvini (liberissimi di farlo ma è come vivere tra le nuvole)

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 02/01/2019 - 12:02

"sarebbero", "potrebbero" .. : tutto rigorosamente al condizionale. Sono curioso di sapere se sfuggiranno alle regole previste per il reddito di cittadinanza. Ditecelo, mi raccomando..

Libertà75

Mer, 02/01/2019 - 12:38

@elkid, in realtà Salvini da sempre dice che gli stranieri onesti fanno parte della comunità. In realtà, sei tu e i vari "sinistricoli" (come tu ami definirli) che pensate siano da trattare in pari modo lo straniero lavoratore e il clandestino spacciatore. Proprio perché fate di un'erba un fascio che siete razzisti. Buon anno

Ritratto di ..genevieve.

..genevieve.

Mer, 02/01/2019 - 12:41

chiù reddito di NULLAFACENZA PI TUTTI!!!

steluc

Mer, 02/01/2019 - 12:49

La sx ci ha riempito di succhiasangue, e li difende grazie a consulta, tar, sindacati, i nuovi alleati clericali, parandosi dietro una costituzione redatta nel mesozoico è pensata per gli italiani, non certo per altri. Vuoi elargire sussidi?una fetta di torta anche agli ospiti, o non se ne fa nulla. Del resto, ha problemi persino Trump.Soluzione? Ci sarebbe, ma non nell alveo democratico...

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 02/01/2019 - 13:25

Eppure NON dovrebbe essere difficile stabilire che il reddito deve essere di CITTADINANZA e NON di RESIDENZA!!! Di cittadinanza significa che il richiedente debba avere il PASSAPORTO Italiano!!! Io per esempio sono RESIDENTE in Nicaragua, ma NON ho il passaporto Nicaraguense. Cosi sono FUORI da tutte le iniziative sociali che il governo prevede per i cittadini Nicaraguensi!!!! Non mi sembra una cosa impossibile da attuare. Buenos dìas dal Nicaragua.

ilbelga

Mer, 02/01/2019 - 13:38

me l'immaginavo che sotto, sotto avremmo preso qualche fregatura. non bastava già lo scandalo con i parenti che venivano in Italia solo per prendersi l'assegno di "povertà" e poi se ne tornavano a casa loro??? e si c

cesare caini

Mer, 02/01/2019 - 13:44

Eppure era semplice ! Solo a cittadini Italiani nati da Cittadini Italiani con passaporto da almeno 50 anni ! tutti gli altri esclusi !

edo1969

Mer, 02/01/2019 - 14:32

persino!

salvofranco

Mer, 02/01/2019 - 15:43

Il termine “straniero” non significa una cippa se non accompagnato da “regolare” o “clandestino”. Chi storpia il nome di Salvini finge di non sapere che politici traditori (e non certo i soli compagnucci..) hanno causato prima (con l'attacco a Gheddafi) ed implementato poi (con il business dei ‘naufraghi volontari’) l’invasione selvaggia di questa nazione. Se non fosse per questo Governo (INTERO) già oggi forse non avremmo più nemmeno chiese cattoliche a casa nostra. Le caccole che vorrebbero spaccarlo sono state giustamente punite. Ora fora dai ball!

Libertà75

Mer, 02/01/2019 - 16:35

@hernando45, no, in realtà varie sentenze della Cassazione stabiliscono la parità di trattamento tra cittadini italiani e stranieri stabilmente residenti in Italia, tant'è che (in pratica) l'unico elemento aggiuntivo che da la cittadinanza (in Italia) è il diritto al voto. Infatti nella nostra Costituzione si parla di "tutti i cittadini" quando si parla di italiani e di "tutti" quando si parla universalmente per chi risiede in Italia. Questo stante le interpretazioni ufficiali che sono vincolanti. Porre il limite a 5 anni di residenza è l'unico modo per evitare che la Cassazione annulli la parte relativa alla cittadinanza e che quindi apra il diritto anche a chi risiede da 1 giorno. Ad oggi, in Italia, questo era il massimo che si potesse fare..

Dicerto_Incerto

Mer, 02/01/2019 - 16:51

Va anche agli stranieri che vivono in Italia e quindi sono obbligati (già dal primo giorno) a pagare le stesse tasse. Tra IRPEF, IMU, IVA, ecc certamente non dispiacciono gli almeno 10000€ l’anno a straniero. Stessi doveri perciò giusto anche gli stessi diritti. Poi che il governo possa aver detto bugie è tutta un’altra storia…

stefi84

Mer, 02/01/2019 - 16:55

Certi regolamenti fatti a Strasburgo e anche qui sono stati fatti in altri tempi e con altre situazioni e così pure la stessa Costituzione, che è stata fatta subito dopo la guerra. Alcune cose di essa sono ancora valide, altre sono state cambiate, altre ancora da cambiare. Si è formato un certo "dirittismo", per cui tutti hanno o dovrebbero avere dei diritti, mentre i doveri che li hanno solo certi, tipo i cittadini italiani che pagano regolarmente le tasse.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 02/01/2019 - 17:13

Gli stranieri stabilmente residenti qui in Nicaragua se NON hanno il passaporto Nicaraguense, col cavolo che hanno accesso alle iniziative riservate ai Nicaraguensi caro Liberta 16e35. Pertanto se lo fanno LORO con NOI, non vedo perche NON potremmo farlo NOI con LORO, basta aggiungere una I al R.D.C. una I che sta per Italiano e l'unico documento in grado di certificare la nazionalita e il passaporto. Piaccia o NON piaccia alla CASSAZIONE!!! Saludos.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 02/01/2019 - 18:10

un modo come u altro per vedere sparire questi soldi trasferiti tutti all' estero!

Libertà75

Mer, 02/01/2019 - 18:22

caro hernando, noi non siamo il Nicaragua, sentenze della Consulta vanno proprio nell'indirizzo che ti ho detto, in passato la Consulta ha bocciato pure il parametro dei "10 anni" perché considerato "irragionevole". L'unico possibile nel nostro sistema è il parametro dei 5 anni. E' così anche nelle graduatorie delle case pubbliche, non si può far valere il criterio della cittadinanza come premiale, ma solo quello della stabile residenza nel Comune.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 02/01/2019 - 22:05

E per quello che ho deciso di andatmene caro Liberta 18e22!!! Saludos.

Divoll

Gio, 03/01/2019 - 00:09

L'altro giorno avevate scritto 300mila.

Libertà75

Gio, 03/01/2019 - 12:22

@hernando, magari ti raggiungo :)