Referendum, Bersani: "Solo l'esercito mi può far lasciare il Pd"

All’indomani della riunione della direzione del Pd Pierluigi Bersani dice che non c'è rischio scissione: "Solo la Pinotti può portarmi fuori da casa mia, il Pd"

Sul tema delle riforme acque ancora agitate in seno al Pd. In ballo, com'è noto, c'è il referendum ma anche la legge elettorale collegata alla riforma della Costituzione. All’indomani della riunione della direzione del Pd Pierluigi Bersani smonta l'ipotesi di una spaccatura del partito: "Inviterei tutti i commentatori a levarsi dalla testa il tema scissione. Per quel che mi riguarda ho detto che portarmi fuori da casa mia, dal mio partito, ci può riuscire solo la Pinotti se schiera l’esercito". Da tempo Bersani chiede una modifica immediata dell’Italicum. Renzi ieri ha proposto una commissione (in seno al partito) che valuti un'eventuale modifica della legge elettorale. Una mano tesa alla minoranza dem, che però non è soddisfatta. La proposta del premier ha tutta l'aria del bluff perché, in buona sostanza, dice questo: cambiamo pure l'Italicum ma dopo uil referendum. Messaggio sottinteso: prima portiamo a casa il referendum, poi vedremo. Bersani però mette in chiaro una cosa: "Non esiste, non può esistere e non è mai esistita una disciplina di partito sui temi costituzionali".

"Capisco da ieri che si vuol tirare dritto - prosegue l'ex segretario - perché una commissione non si nega a nessuno. Ma se si tira dritto, non si tirerà dritto con il mio sì, si tirerà dritto con il mio no". E ancora: "L’incrocio fra le due riforme crea un cambio profondo della forma di governo in Italia, un cambio negativo e, visto quel che succede nel mondo, anche pericoloso".

In un retroscena pubblicato dal Messaggero si legge che il premier è particolarmente adirato nei confronti della minoranza dem. Al punto che ai suoi avrebbe detto: "Ma non lo vedete che hanno già pronto il logo per il No al referendum". E la notizia del simbolo Renzi l'ha presa come una cartina di tornasole: vogliono la scissione. Lo ha detto anche prendendo la parola in direzione: "Mentre si facevano appelli all'unità, c'era già chi prevedeva il logo Democratici per il No".

Roberto Speranza, che guida Sinistra riformista (minoranza dem), apprezza il fatto che ieri ci sia stata una discussione vera: "Si può stare dentro il Pd e pensarla diversamente, le scissioni non esistono". Un altro esponente della minoranza del partito, il deputato Dario Ginefra, sottolinea che "l'unico modo per sconfiggere le diffidenze di una parte della minoranza e per ricreare le condizioni di un percorso unitario è rendere immediatamente operativo il tavolo per la riforma elettorale, scoprendo finalmente tutte le carte e demolendo ogni eventuale alibi a chiunque. Aggiungo che forse è arrivato il momento di concepire la segreteria nazionale del Pd non come staff del segretario ma come sintesi delle diverse culture politiche presenti nel partito".

"Ieri ho ascoltato interventi molto appassionati - dice a Radio anch'io Luigi Zanda, presidente dei senatori Pd - e oggi leggo dei resoconti sui giornali parecchio più drammatici". Per il capogruppo dem, c'è stata "un'apertura da parte di Renzi molto consistente, ha colto il punto" debole per la minoranza "che non e' la riforma bensì la legge elettorale e, sulla possibilità di modificarla, ha fatto un'apertura piena". "Sulla legge elettorale del futuro Senato il segretario ha proposto di adottare come testo base la proposta della minoranza, il ddl Chiti-Fornaro. Sull'Italicum ha fatto aperture molto chiare sulla possibilità di discutere, e quindi di modificare il ballottaggio, il premio di maggioranza alla lista, le modalità di scelta dei candidati, se con preferenze o con collegio uninominale". Spiega poi il capogruppo del Pd al Senato: "Il Partito democratico non ha in parlamento una maggioranza sufficiente per apportare modifiche all'Italicum, ecco il perche' della commissione incaricata di esplorare la possibilita' di trovare punti di accordo con le altre forze politiche. Se non si hanno i numeri in parlamento, se non si ha il 51 per cento dei voti, il metodo non può che essere questo".

D'Alema presenta una proposta trasversale per il No al referendum

Un disegno di legge costituzionale per la riduzione del numero dei parlamentari e la loro elezione a suffragio universale e diretto verrà presentato domani alle 16 presso la Residenza di Ripetta da un fronte trasversale di parlamentari, nel corso di un incontro pubblico sulle ragioni del No al referendum e sulle proposte alternative per il dopo. L’iniziativa, promossa dalle fondazioni Italianieuropei e Magna Carta, sarà aperta dai rispettivi presidenti, Massimo D’ Alema e Gaetano Quagliariello, e vedrà la partecipazione di costituzionalisti ed esponenti politici. Nel corso dell’evento - si legge sempre in una nota - si discuterà anche di altri aspetti del testo Renzi-Boschi, dal bicameralismo al procedimento legislativo, dal Titolo V al metodo della riforma, evidenziandone le criticità ed esaminando possibili alternative.

Commenti

moshe

Mar, 11/10/2016 - 13:01

E piantala bersani, hai sempre votato tutte le fiducie proposte dal ciarlatano, smettila di recitare la parte del duro!

apostata

Mar, 11/10/2016 - 13:02

Non è che per dar contro a renzi dobbiamo metterci con pettinatori di bambole, schizofrenici, scoglionati, efebi, chierichetti, rottamati disposti ad uccidere pur di risalire in sella.

giovauriem

Mar, 11/10/2016 - 13:10

non vi preoccupate gente pidiota questi stanno solo trattando il riposizionamento delle poltrone e l"ala bersaniana" (se così si puo dire vuole l'aumento per votare e far votare si al referendum .

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 11/10/2016 - 13:12

E' questo il problema, quando vi sedete, non volete più andarvene, a costo di mandar tutto a rotoli.

rosa52

Mar, 11/10/2016 - 13:14

questi figuri,D'Alema Bersani e compagni si materializzano solo x contendersi il potere , non si vedono mai lottare per le cause e i diritti della popolazione...proprio veri comunisti del resto....

Duka

Mar, 11/10/2016 - 13:15

C'è una Italia quanto mai viva che non crede più a questi politicanti di mestiere. Un popolo pronto a tutto pur di mandarli a casa. Sarebbero pronti anche ad un suicidio come quello messo in atto dalla Gran Bretagna pur di non vedere mai più queste facce simbolo della truffa di stato dell'imbroglio e del turpiloquio. Un popolo prontissimo a cambiare lo status quo ma lo vuole fare in prima persona e non per interposta persona come avviane da 80 anni.

Duka

Mar, 11/10/2016 - 13:16

Questo sig, è spasmodicamente innamorato della sua POLTRONA. Guai a chi me la tocca o me la sfila da sotto le chiappe!!!

compitese

Mar, 11/10/2016 - 13:24

Quello di Bersani pare il ruggito del coniglio!

carvan1234

Mar, 11/10/2016 - 13:29

Bravi ! Chissà se nei prossimi trent'anni riusciranno a trovare possibili alternative ? Intanto se vince il NO, restiamo cosi' che andiamo, e andremo, benone !

Iacobellig

Mar, 11/10/2016 - 13:30

CERCATE DI VOTARE IN DIFESA DELLA COSTITUZIONE E NON SECONDO LE INDICAZIONI DI PARTITO. MODIFICA PERALTRO AD OPERA DI POCHI E PER CAMBIO DI CASACCA E INCOMPETENTI! HA RAGIONE D'ALEMA.

sottovento

Mar, 11/10/2016 - 13:31

Nel Pd è in atto una vera faida, una guerra fratricida che porterà Renzi ad essere il grande escluso. Renzi è oramai un uomo solo e con la vittoria del No lo molleranno tutti. Come italiano la questione che mi pongo è: cosa avverrà dopo Renzi? E qui chiamo in ballo una nuova destra degnamente rappresentata da Parisi.

conviene

Mar, 11/10/2016 - 13:34

D'Alema ,Bersani ora basta. Vi interessano sol ole poltrone. Se tutto v aa rotoli vi va bene ugualmente. Fate il vostro partito se riuscite. Sapete benissimo chi non ha voluto l'elezione diretta dei senatori. Altro che riunione trasversale con Quagliarello. Ma chi credete di prendere per il fondo schiena?

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Mar, 11/10/2016 - 13:36

Bersani sempre coerente. Patetico dall'inizio alla fine.

agosvac

Mar, 11/10/2016 - 13:37

Non vorrei sembrare irriverente verso persone politiche che, in fondo, è da innumerevoli anni che sono in gioco, forse, oserei dire, troppi anni. Ma, francamente, queste beghe interne tra esponenti dello stesso partito, fanno un po' ridere!!! Se un politico non si ritrova più bene nel proprio partito, se ne esce invece di fare manfrine inutili.Ovviamente mi riferisco a bersani e d'alema! Che senso ha stare ancora nel Pd visto che non hanno la forza politica di esautorare il "giovane" renzi??? Che se ne escano e facciano opposizione dall'esterno visto che dall'interno hanno sempre perso. Perché hanno sempre votato Sì negli innumerevoli voti di fiducia?? Bastava, a volte, votare un bel NO per eliminare renzi.

sergio_mig

Mar, 11/10/2016 - 13:39

Non basta lo smacchiatore del giaguaro ora ci vuole l'esercito. Bersani DOVEREBBE aprire una bettola a bettola ( suo paese d'origine) e servire Lambrusco agli avvinazzati.

diesonne

Mar, 11/10/2016 - 13:43

diesonne perché la minoranza pd non presenta una mozione di sfiducia vs il ciarlatano renzi?il parlamento decide

VittorioMar

Mar, 11/10/2016 - 13:45

...non è necessario:TI SEI CACCIATO DA SOLO!!!

ale-90

Mar, 11/10/2016 - 13:45

Vorrei solo chiedere a Bersani se la sua politica è basata sui ricatti, "se modifichi la legge elettorale, io voto si al referendum" il suo motivo di dire no al refrendum quindi non è perche non lo condivide, ma solo perche vuole la modifica delle legge elettorale con il solo scopo di non perdere la poltrona, questo è dimodtrato anche dalla sua intervista. Io ho sempre votato il PD, però se questa è la politica dei dirigenti di sicuro non lo voterò più. Quindo vorrei dare un consiglio a Bersani, comportati correttamente oppure vattene che con i tuoi ricatti tu e la tua cricca non ci servite più.

lorenzovan

Mar, 11/10/2016 - 14:06

vorrei chiedere ai "tifosi " del NO...ma non vi sentite a disagio a pensarla come D'Alema..Bersani..la Bindi..la Finocchiaro ..etc etc ..cioe' tutto il pantheon del veterocomunismo ??? io un pensierino ce lo farei...he h e he

igiulp

Mar, 11/10/2016 - 14:06

La minoranza PD? Rospi che di dibattono nello stagno........

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 11/10/2016 - 14:07

“Più che il dolor poté il digiuno…”, diceva Ugolino. Nel caso di Bersani più che l’opposizione a Renzi poté la necessità di non far cadere il governo e mantenere la poltrona: una buona ragione (per loro), più forte dell’insofferenza verso l’usurpatore toscano. Ecco perché sbraitano tanto, ma votano sempre la fiducia al suo governo. Ma Bersani ha ragione, il PD è casa sua, la sua storia politica, le sue radici, i suoi ideali, giusti o sbagliati che siano: l'intruso è Renzi. E non si è ancora capito come e perché sia stato possibile che gli ex/post comunisti, che non erano certo ingenui politicamente, abbiano consentito che un ex democristiano ballista si prendesse il partito. Se fossi al posto dei vecchi "compagni" del PD, sarei come l'automobilista di Gioele Dix: "Inc...zato come una bestia". L'unica spiegazione è che Renzi sia sostenuto da grandi interessi economici (quelli che hanno sempre sostenuto la sinistra): alla faccia dei proletari.

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 11/10/2016 - 14:09

Bersani: "Solo l'esercito mi può far lasciare il Pd." … Bersà stanno bussando alla porta ... sono già arrivati i reparti speciali. A parte la battuta, certo è che l’Italia è diventata terra di vendetta ... a spese dei cittadini. Penosi, ridicoli, da mandare a casa di corsa ... dopo aver rovinato l'Italia pensano solo a difendere un onore politico che non c'è mai stato.

eglanthyne

Mar, 11/10/2016 - 14:10

ARRIeccolo! Ha finito di aSSSiugare gli scogli e gli avanza il tempo . . .

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 11/10/2016 - 14:12

Pierluigi Bersani dice che non c'è rischio scissione!! Lo credo bene ... non c'era bisogno di dirlo. E' solo scena da politicante "scorticato" .

Tadoric39

Mar, 11/10/2016 - 14:24

Personaggio insulso, sia come politico che come uomo. Ora minaccia, ma sotto sotto sta attaccato alla poltrona più che mai. Cosa ha fatto di buono per il Paese ? Qualcuno me lo spiega ? La legge che eliminava il monopolio delle utenze, ma che non ha mai funzionato perché tutte fanno "cappello" e non si fanno concorrenza se non apparente.

Romolo48

Mar, 11/10/2016 - 14:26

Vorremmo vedere un partito D'Alema/Bersani: quanti voti raccoglierebbero - forse lo 0,001%.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 11/10/2016 - 14:28

Neanche la vecchia DC era arrivata a tanto!

vinvince

Mar, 11/10/2016 - 14:32

SONO ARGOMENTI CHE NON CI INTERESSANO !!! BASTA SINISTRA !!!

antipifferaio

Mar, 11/10/2016 - 14:39

L'unica cosa buona è che il pd si sta rompendo...e di fatto sta rompendo l'Italia... Se non fanno la figura per quello che sono, una feccia bramosa di potere, la gente non si renderà mai conto di chi potrebbe votare....

antipifferaio

Mar, 11/10/2016 - 14:43

sottovento...quoto quello che dici...ormai il buffone è agli sgoccioli ma il vero problema è il dopo, ossia si potrebbe creare un vuoto politico in cui si potrebbe inserire Grillo.....E' qua che URGE una coalizione di centrodestra che riesca a parlare di programmi, rilancio dell'economia, lavoro e sanità... non poltrone in stile pd....

geronimo1

Mar, 11/10/2016 - 14:44

Jaspar44, altro che da politicante "scorticato"...!!!!!! Al Pierluigi non sono rimaste neanche le ossa....!!!!!!!!

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 11/10/2016 - 14:46

Bersani si! di riforme ne ha veramente fatte! tutti abbiamo dimenticato come da anni i parrucchieri potrebbgero anche lavorare dei lunedi: questa fu una sua riforma veramente decisiva per la vita del paese>: eppure ce ne stiamo dimenticando tutti.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Mar, 11/10/2016 - 14:53

Niente scissione? Allora buttate fuori questo bulletto di Renzi e riprendetevi il partito.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 11/10/2016 - 14:58

MA; PERCHE PIERLUIGI BERSANI NON PROVA A SALIRE LE SCALE?! CON BERLUSCONI LUI FACEVA QUESTE COSE E CON RENZI NO?! OPPURE CHE LUI PROVI A PETTINARE LE BAMBOLE! TANTO PIU DI QUELLO QUESTO FALLITO NON SÁ FARE!.

Eraitalia

Mar, 11/10/2016 - 15:00

TUTTA MANFRINA. ALLA FINE VOTERANNO TUTTI SECONDO LE INDICAZIONI DEL PADRONE. FROTTOLO

ex d.c.

Mar, 11/10/2016 - 15:12

Ha ragione! E' Renzi fuori posto

AH1A

Mar, 11/10/2016 - 15:21

Bene bene, il 4 Dicembre vedremo quanti elettori del CDX voteranno come dice Brunetta per tenere in sella Bersani e D'Alema...auguri...ma poi...non vi lamentate.

schiacciarayban

Mar, 11/10/2016 - 15:21

E vai Pinotti, per una volta ti puoi rendere utile!

linoalo1

Mar, 11/10/2016 - 15:54

Vista la situazione,che dura ormai da troppo,scommetto che Tutte le Poltrone del PD,sono dotate di un Buon Collante!!!E,a quanto pare,non solo le Poltrone del PD,ma anche moltissime di tutto l'Apparato Statale!!!!

unosolo

Mar, 11/10/2016 - 15:55

il problema vero non è il SI o il NO , i problemi sono vari e c'e di mezzo aiuti finanziari e rimborsi per alcuni contro i mancati incarichi per altri , come dire i miei prendono e li usano mentre le minoranze prendono briciole e niente altro , quindi nessuno vuole dire quale sia il vero problema per non farli uscire tutti. pensate che come ha derubato i risparmiatori e pensionati oltre i lavoratori del PIL non fregasse le minoranze interne ?. ma dai svegliatevi e guardate la realtà

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 11/10/2016 - 16:08

Dove sono TUTTI quelli che un paio di settimane fa qui scrivevano che Salvini e Maroni erano ai FERRI CORTI??? Guardate in casa Vostra che è meglio!!! VEROOO???

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mar, 11/10/2016 - 16:26

Comunque sono forti. Ci rendiamo conto quanto tempo perdono per parlare tra di loro? Un criceto in gabbia su una ruota fa più passi avanti di loro.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 11/10/2016 - 16:27

No caro AH1A15e21, voteremo NO per mandare a casa FROTTOLO. #RENZIACASACOLNO.

Maura S.

Mar, 11/10/2016 - 16:41

x lorenzovan = E chi se ne frega degli altri... io voto =NO=

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mar, 11/10/2016 - 16:49

lo sappiamo bene che Bersani non uscirà dal partito, non saprebbe dove andare, ma la cosa vergognosa è che D'Alema, pur di riciclarsi, rispolveri una riforma già varata da Berlusconi nel 2009 e che sarebbe entrata in vigore nel 2011 se la legislatura fosse giunta al suo termine naturale, ma così non fu perciò fu abrogata frettolosamente da quell'aquila di Prodi appena nominato presidente del consiglio..........sempre in alto i cuori e bandiera ROSSA (prima o poi trionferà)

ziobeppe1951

Mar, 11/10/2016 - 16:57

Lorenzovan....sono i Dalema Bersani bindi e l' Anpi a sentirsi a disagio, votando per ilNO

scimmietta

Mar, 11/10/2016 - 17:11

X AH1A: ".... vedremo quanti elettori del CDX ..." se la metti su questo piano per te sarà una bella sorpresa: vedrai quanti elettori di sinistra voteranno NO per mandare a asa renzi!

scimmietta

Mar, 11/10/2016 - 17:14

X AH1A: dimentichi un piccolo particolare, D'Alema e Bersani sono "già a casa".

baio57

Mar, 11/10/2016 - 17:44

GARGAMELLA è un mago irascibile,ipocrita e sfortunato,che odia i puffi e li vuole catturare per mangiarli (...ma allora è proprio un vizio...).Li vorrebbe trasformare in oro puro o risucchiare loro l'essenza della felicità per diventare il mago più grande del mondo, ma fallisce sempre miseramente nei suoi intenti.

mifra77

Mar, 11/10/2016 - 17:50

Se Bersani si schiera al mio fianco, saremo in due per il "no" ma io e lui non cammineremo mai sulla stessa strada. Al contrario, penso che fino all'ultimo troverà una scaletta che lo riporterà nella discarica del "si"

scimmietta

Mar, 11/10/2016 - 17:51

X lorenzovan: "vorrei chiedere ai "tifosi " del NO..." vedo che tu sei un tifoso del si, tifoso e basta, appunto, e solitamente i tifosi sono privi di idee ed argomenti.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 11/10/2016 - 17:58

Bersani, vai a smacchiare i giaguari e i leopardi. Dopo, pettina anche le bambole. Fallito, cosa vuoi dettare? Pure abbandonato dai vecchi amici, trattato da pezza di piedi. Questi sono sempre stati i tuoi amici! Vedi come sono affidabili? Se non ti sei svegliato a 65 anni, non abbiamo più speranze. Vai ancora sui tetti per la scuola? Ai tempi di Berlusconi lo facevi e ti incazzavi. Strano, adesso niente per la buona scuola! Eppure sono gli stessi che ti stanno strisciando la carta vetrata sul sedere come un bancomat.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 11/10/2016 - 18:06

Persona inutile

baio57

Mar, 11/10/2016 - 18:23

@ lorenzovan (14,06) -.... Ai tifosi del "sì" vorrei chiedere se non si sentono a disagio nel pensarla come Verdini ? EH,EH,EH....

Cheyenne

Mar, 11/10/2016 - 18:28

la mancanza di poltrone ha determinato a costui e a baffino una grave sindrome d'astinenza che si manifesta con delirio

Ritratto di GMTubini

Anonimo (non verificato)

Anonimo (non verificato)

aitanhouse

Mar, 11/10/2016 - 18:45

cosa aspetta bersani? che renzi chiami a raccolta le sue truppe ed i fuoriusciti di forza italia per fondare il Nuovo partito fascista dopo aver ottenuto il SI referendario?

Anonimo (non verificato)

un_infiltrato

Mar, 11/10/2016 - 19:03

Stasera Crozza li fa a pezzi.

LAMBRO

Mar, 11/10/2016 - 19:18

ECCO COME RAGIONANO ... PER TUTTI GLI ALTRI CHIEDONO DI FARSI DA PARTE PER LORO INVOCANO L'ESERCITO. DOVE MI ATTACCO MUOIO !!! E HANNO ROVINATO L'ITALIA.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/10/2016 - 19:18

L'unico che può parlare a voce alta è d'alema, che non è in parlamento. Gli altri, con un po' di minacce del solito "tutti a casa", si rimetteranno presto tranquilli e disciplinati come è sempre accaduto.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 11/10/2016 - 19:22

@apostata Non me ne frega una cippa di chi sono gli altri che votano NO come me. Io voto in base a quel che pensio IO, indipendentemente dalla compagnia. D'altronde, parlando di decine di milioni di elettori, con due sole possibilità di scelta, non credo ci si possa aspettare che tutti coloro che votano in un modo siano santi, poeti e navigatori, e gli altri tutti delinquenti.

PlacidoOlivieri

Mar, 11/10/2016 - 19:36

A Bersani suggerire di rivolgersi alla Pinotti per mandare l'esercito a cacciare, non solo da Palazzo Chigi ma anche, dall'Italia quel trombone stonato, arrogante e presuntuoso di renzi. Da elettore del PD, onestamente non so ancora per quanto, mi pare che, altre al NO al referendum, l'unica possibilità per cacciare il bullo di Firenze sia quella di votare con l'opposizione alla prossima richiesta del voto di fiducia. Poi la richiesta di congresso straordinario e togliere il partito dalle mani di colui che, avendo esaurito le mance per raccattare voti, lo sta riducendo al minimo lasciando l'Italia nelle mani, in peius, di di maio/dibattista o, ancora più grave, del demagogo salvini.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Mar, 11/10/2016 - 19:38

A mio avviso questa è guerra della vendetta, il pifferaio adesso non sta tranquillo e sa benissimo che ha lo sputo in faccia!!!