Berlusconi prepara la battaglia "Al referendum pronti al no"

Il leader di Forza Italia scrive ai suoi: "Riforma cucita su misura sul Pd. Dobbiamo prepararci fin da ora alla battaglia"

"Dobbiamo prepararci al no". A pochi mesi dal referendum sulle riforme costituzionali, Silvio Berlusconi chiama a raccolta i suoi perché in autunno si voti compatti a quello che lo stesso premier ha trasformato in un referendum sul governo.

"Cari amici è necessario prepararci fin d'ora nel migliore dei modi al referendum costituzionale che si terrà in autunno sulla riforma costituzionale imposta dal Pd e dal premier Renzi", ha scritto il leader di Forza Italia ai coordinatori regionali e provinciali, "Ora dobbiamo organizzarci con gli altri partiti del centrodestra per condurre la battaglia referendaria contro questa riforma sbagliata e illiberale. È un battaglia da fare con serietà spiegando le ragioni del nostro no, ma anche il tentativo di Renzi, premier mai eletto, di usare il referendum in modo improprio per legittimarsi politicamente".

Non bisogna, secondo il Cavaliere, aver paura di sovrapporsi alle altre forze di opposizione: "In questa battaglia le nostre posizioni potranno in parte coincidere con quelle di alcune forze della sinistra e con il Movimento 5 stelle", avverte, "È importante però non confondere le nostre posizioni con le loro: le ragioni del nostro no sono diverse e naturalmente diversissima, anzi opposta, è la prospettiva politica nella quale ci poniamo. Nelle prossime ore una circolare del settore organizzativo vi fornirà le indicazioni necessarie per attivare in ogni regione e provincia comitati per il no analoghi a quello creato a livello nazionale".

In particolare Berlusconi se la prende con la riforma "che limita gli spazi di democrazia senza rendere il sistema istituzionale né più efficiente né meno costoso". "Una riforma cucita su misura per le esigenze del Pd, tanto più grave perchè approvata da una maggioranza parlamentare che deriva da una legge elettorale dichiarata incostituzionale", ricorda nella lettera l'ex premier.

Commenti

sottovento

Ven, 29/04/2016 - 20:03

Per quanto mi riguarda spero che questo governo abusivo abbia il suo primo K.o. già dalle amministrative e successivamente dal Referendum autunnale ma a giudicare dalle Trivelle che era indirettamente un referendum su Renzi & co. sembra che agli itagliani freghi poco o meno del proprio paese anzicchè manifestare le proprie rimostranze e non è un caso se il Pd ha ancora tanti consensi nonostante gli scandali e alcune leggi. Mandiamoli a casa (e per sempre!).

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Ven, 29/04/2016 - 20:10

tradotto : prepariamoci a non votare

elpaso21

Ven, 29/04/2016 - 20:25

Pronti al no perchè poi deve fare l'alleanza col PD.

capitanuncino

Ven, 29/04/2016 - 21:27

Dopo aver scelto un comunista come sindaco di Roma ora usi anche i loro metodi, cioè condannare tutto ciò che fa l'avversario politico. Ma questa Costituzione non era comunista perché nata come reazione al fascismo? Allora intanto cominciamo a cambiarla, o dobbiamo aspettare altri 70 anni? La riforma non sarà perfetta, ma è un inizio e ciò che non va si potrà aggiustare.

Ritratto di orcocan

orcocan

Ven, 29/04/2016 - 21:48

Mi spiace, ma qualunque governo che propone una revisione costituzionale per almeno abolire la sovrapposizione delle camere con un continuo rimpallo sull'approvazione delle leggi, mi trova d'accordo. Ora potrebbe favorire il PD, ma se il CDX ottenesse la maggioranza, il PD farebbe lo stesso ragionamento. E' già successo con la riforma del governo Berlusconi. Che cavolo servono i referendum se i politici si concentrano sulle persone e sui partiti e ignorano la sostanza?

capitanuncino

Ven, 29/04/2016 - 22:17

Per le trivelle era una stupidaggine e non ho votato, per le riforme, meglio qualcosa che nulla per modificare una Costituzione social comunista, voterò Sì

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 29/04/2016 - 22:19

Beh, a questi obiettivi anti-sì al referendum, credo che possano aderire anche Salvini e Meloni, se Berlusconi riuscirà a riprendere un qualche dialogo con loro. Si vedrà.

Ritratto di Fradrys

Fradrys

Ven, 29/04/2016 - 22:24

in perfetto stile sovietico....

Mario.Franco.Ba...

Ven, 29/04/2016 - 22:34

Ma che battaglia deve fare se stanno allo stesso schieramento, e come se dico ai miei amici che litigo con me stesso, ma quelli non mi credono; mentre i tuoi tifosi sono simili ai compagnuzzi.

pink55

Ven, 29/04/2016 - 23:50

Ne succederanno ancora tante di cose prima del referendum ,soppeserò attentamente tutte le situazione ed eventualità ,ma son propenso ad un bel si ,alla faccia di Belusconi Malvagia che possa essere è pur sempre una " Riforma",nome sconosciuto a simil persona che seppur rispettabile non ne ha fatta mezza delle tante paventate . Anni a parlare di riforma della giustizia , fiumi di parole a decantare tal " devolution" ma mi faccia il piacere ,Renzi è uno sbruffoncello ma se il succitato avesse fatto una dico una delle cose che ha detto forse sarebbe più credibile . Non sono un puritano ed ho il massimo rispetto della vita privata ,ma la cosa che meglio gli è riuscita è fare il " puttaniere" azione magari condivisibile per un normale cittadino ,ma non per il capo del governo.

PorcaMiseria

Sab, 30/04/2016 - 03:50

Allora vuol dire SI!

Ritratto di luca_di_sanremo

luca_di_sanremo

Sab, 30/04/2016 - 08:41

Personalmente voterò No perché sono stufo di queste pseudo riforme fatte a colpi di maggioranze raccogliticce e pensate solo per soddisfare l'ego del politicante di turno. @capitanuncino: la legge di revisione costituzionale partorita dal governo Renzi realizza, tra l'altro, ciò che auspicava il PCI togliattiano: un parlamento fondamentalmente monocamerale; forse è opportuno riflettere su questo, prima di votare SI.