Referendum, rappresentanti del No esclusi da spoglio voti esteri

Per un errore della Corte di Appello esclusi i rappresentanti di seggio. Operazioni di spoglio iniziate senza rappresentanti del No

I rappresentanti di lista dei comitati per il No al referendum sono rimasti esclusi dal seggio dove verranno contati i voti provenienti dall'estero. A tenere il No fuori dalle operazioni preliminari di spoglio un errore della corte di Appello

I voti arrivati via posta dagli elettori iscritti alla circoscrizione estera verrano scritunati a partire dalle 23 a Castelnuovo di Porto, nei pressi di Roma. Ma qualcosa è andato storto. "I rappresentanti designati dal No non sono stati ammessi ai seggi sostenendo che non sono erano state consegnate le designazioni", ha denunciato Sinistra Italiana in un comunicato. "Ad una nostra attenta verifica - si legge nella nota - abbiamo appurato che ieri sabato 3 dicembre 2016 alle ore 11,20 il responsabile elettorale nazionale di Sinistra italiana ha consegnato in Corte d'Appello la comunicazione dei rappresentanti ai seggi designati dalla senatrice De Petris delegata dei senatori proponenti il referendum". Poi però c'è stato un errore della Corte di appello, che avrebbe "erroneamente inserito le designazioni tra i promotori del Sì. Questo errore ha impedito fino ad ora per ottusità burocratica la possibilità di esercitare le funzioni di garanzia da parte dei rappresentanti del No".

Un vizio formale che però potrebbe costare caro. Le operazioni preliminari di spoglio, infatti, sono iniziate senza i rappresentanti del No. Presenti quindi solo quelli del Sì. A confermare il tutto è stato anche il M5S, che per mezzo di un post su Facebook di Davide Barillari, consigliere regionale del Lazio, ha denunciato i "fatti gravissimi" di Castelnuovo di Porto. Anche secondo il M5S ci sarebbe stato un "errore della corte di Appello: avevano messo tutti i 150 nomi dei rappresentanti di lista M5S e comitato per il no nella lista dei senatori per il Sì. Siamo rimasti tutti fuori per 2 ore".

Ora sono dunque entrati, ma il problema rimane: il blocco ha tenuto fuori i rappresentanti di lista per il No per almeno 2 ore durante le operazioni preliminari di spoglio. "È ' gravissimo - attacca il M5S - e non abbiamo potuto svolgere il nostro ruolo di pubblici ufficiali nella verifica della regolarità del voto".

La paura, per Sinistra Italiana, è che ci possano essere "ombre su questa consultazione" per il referendum. Sulla vicenda è intervenuto anche Pippo Civati, deputato di possibile: "La scarsa serietà e l'approssimazione dimostrata da questi episodi non è che la più eclatante tra quelle pervenuteci - sottolinea - Chiediamo che il ministero dell'Interno si adoperi quanto prima per intervenire e garantire che le operazioni di voto si svolgano con regolarità e nel clima di serietà". Ma la tensione rimane altissima.

Commenti
Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 04/12/2016 - 18:48

Che brutta immagine del nostro paese! a pensar male si fa.... come diceva andreotti ma io ho pensato malissimo!! lenin, stalin siete dei pivelli!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 04/12/2016 - 18:53

Intanto DENTRO avevano gia iniziato a togliere le buste BIANCHE (dove c'è la scheda) da quelle gialle(dove oltre la busta bianca con la scheda votata) c'è il certificato elettorale e dove (SE NON LO TROVANO) eliminano la busta BIANCA contenete la scheda VOTATA e annullano, SE NON TROVANO IL CERTIFICATO. Ma dato che nessuno ha visto, quante potrebbero averne annullate???? AMEN!!!!

nonnoaldo

Dom, 04/12/2016 - 19:08

Si tratta di errori talmente idioti da essere quasi impossibili. Perciò, come direbbe Andreotti...

Ritratto di Inhocsignovinces

Inhocsignovinces

Dom, 04/12/2016 - 19:13

meno male che ci sono paranoici anche a sinistra !!!ma sono compagni che sbagliano hahaha!! haha!!!

Ritratto di Roybean

Roybean

Dom, 04/12/2016 - 19:18

Una vergogna assoluta!

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Dom, 04/12/2016 - 19:21

Tutto deciso ad arte...

Anonimo (non verificato)

vottorio

Dom, 04/12/2016 - 19:50

questi fatti gravissimi denunciano l'arroganza di cui sono capaci gli sgherri di Giorgio Napolitano che, col il loro "politically correct", trovano sempre una giustificazione anche banale alle sempre più scorrette malefatte.

orso bruno

Dom, 04/12/2016 - 20:03

La solita magistratura......

Anonimo (non verificato)

g-perri

Dom, 04/12/2016 - 20:12

Disonesti fino al midollo. Trattandosi di un errore della Corte d'Appello, i rappresentanti del sì avrebbero dovuto rifiutarsi di entrare nei capannoni in assenza dei rappresentanti del NO. Adesso c'è da augurarsi che non emergano irregolarità, altrimenti si pentiranno del loro egoismo e della loro scorrettezza.-

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 04/12/2016 - 20:31

ennesima presa per culo al popolo ITALIANO sia in Italia che all´estero,questo e´solo l´inizio di una DITTATURA DEMOCRATIOCA , voluta dal compagno NAPOLITANO per stare in sella come CASTRO, ma morirai anche tu vecchio maledetto bastardo con il tuo servo RENZI

Ritratto di AlleXpert

Anonimo (non verificato)

moshe

Dom, 04/12/2016 - 20:44

A tenere il No fuori dalle operazioni preliminari di spoglio un errore della corte di Appello ... ... ... ... ... senza testimoni si può rubare meglio !!!!! lurida sinistra, le pagheranno tutte !

Ritratto di ALCE BENDATA

ALCE BENDATA

Dom, 04/12/2016 - 20:45

Giú le mani dalle schede dei residenti all'estero! Vi prenda un cancro fulminante se le manomettete!!! Le notizie di oggi con le matite farlocche che non lasciano traccia con un colpo di gomma ci stanno disgustando. Per lo meno all'estero abbiamo votato con la nostra penna a biro nera o blu che fosse é impossibile cancellarla. Io poi il mio certificato l'ho inserito nella busta. Vigiliamo, questa notte sará una lunga notte.

magnum357

Dom, 04/12/2016 - 20:47

VERGOGNOSO !!!!

Anonimo (non verificato)

Raoul Pontalti

Dom, 04/12/2016 - 21:50

Premesso che all'errore se vi è stato si può rimediare attraverso apposita istanza, per il NO erano una pluralità di movimenti politici oltre i promotori del referendum: tutti dormienti e dimentichi di effettuare le designazioni?

Anonimo (non verificato)

Una-mattina-mi-...

Dom, 04/12/2016 - 22:38

SCATOLONI DI VOTI CHE VANNO E SCATOLONI DI VOTI CHE VENGONO...

MOSTARDELLIS

Dom, 04/12/2016 - 22:47

Basterebbe questo per annullare tutto il voto all'estero, che, come sappiamo, è facilmente oggetto di brogli. Mentre un votante italiano si reca al seggio e infila la scheda nell'urna, all'estero le schede vengono inviate per posta ai destinatari, vale a dire che la scheda fa il giro del paese e può essere intercettata da chiunque, che la apre, vota e la rispedisce al Consolato. Ma vi rendete conto della bestialita? A parte la possibilità di doppio voto e di schede votate nei consolati....

MOSTARDELLIS

Dom, 04/12/2016 - 22:48

Comunque ripeto, l'unica cosa da fare è annullare il voto all'estero. Non ha senso

oltreoceano00000

Lun, 05/12/2016 - 03:57

Nel mondo ci sono i patronati di sinistra che direzionano il voto in Italia ci sono i magistrati ..sempre tutti dello stesso colore ,in Russia i marxisti leninisti li hanno eliminati qui li facciamo presidente della Repubblica e continua a comandare piú di Mattarella

baronemanfredri...

Lun, 05/12/2016 - 08:31

ANCHE IN QUESTO IL RENZINO VOLEVA ESSERE DITTATORE

Happy1937

Lun, 05/12/2016 - 08:41

Non c'e' certo da meravigliarsi. In Italia al momento esiste una Magistratura che fa fatica a combinarne una giusta.