Rendimenti Btp in picchiata, è l'ora dei "bond" societari

L'acquisto di titoli di stato euro da parte della Bce comporta una tendenza a un'ulteriore riduzione d'interesse dei titoli di stato

L'acquisto di titoli di stato euro da parte della Bce comporta una tendenza a un'ulteriore riduzione d'interesse dei titoli di stato. Il problema è che i rendimenti dei governativi europei si sono già contratti molto negli ultimi mesi: basti pensare che dal 4,09% di 12 mesi fa, il Btp decennale rende ora l'1,6% lordo. Gli esperti suggeriscono di acquistare le obbligazioni societarie con scadenza entro il 2019 di buona qualità che dovrebbero beneficiare dell'acquisto dei titoli da parte della Bce e, al tempo stesso, offrire un rendimento leggermente superiore a quello dei titoli di stato. Quindi un portafoglio «bilanciato» in fondi (o Etf) obbligazionari governativi euro e i corporate bond euro potrebbe offrire discreti rendimenti nei prossimi 6-12 mesi. Una valida alternativa, ma soltanto per chi accetta più rischi, consiste nell'investire in un buon fondo obbligazionario area dollaro Usa o in renminbi cinesi: a fronte di maggiori oscillazione del valore nel breve periodo, l'investitore potrebbe incamerare rendimenti più generosi. Soltanto per chi accetta il massimo rischio e, inoltre, per una piccola quota del portafoglio, si può puntare sui fondi ed etf obbligazionari Paesi emergenti che investono in titoli che oggi pagano una cedola annua tra il 5,5% e i 6% ma espongono al rischio instabilità.

Commenti

Magicoilgiornale

Ven, 23/01/2015 - 14:04

Quanta bonta'