Renzi a casa: ora servono più risorse per i poliziotti

Chi seguirà a Renzi non potrà ignorarci, perché il voto ci ha eletti di fatto interpreti della brava gente e dei poliziotti per le esigenze di sicurezza del Paese e del loro malessere in questo settore

Gentile direttore,

finalmente vanno a casa. Mi riferisco a Renzi, Alfano e al loro disastrato governo che tentava di rottamare l'apparato della sicurezza. Da quando sono segretario generale del primo sindacato autonomo del comparto mi sono scontrato con politiche miopi e lontanissime dalle reali necessità della comunità. Partiamo dai tagli agli organici: a inizio 2014 si concepì il progetto scellerato di chiusura di 267 uffici di Polizia. Una follia, perché il territorio nazionale ha semmai bisogno di più uomini e i numeri parlano chiaro: ne mancano almeno 45mila, di cui 17mila solo nella polizia. L'Istat ha rilevato che la sicurezza è al primo posto tra le preoccupazioni degli italiani. Ma le politiche di Renzi e Alfano nel settore sono proseguite imperterrite sulla via dei tagli lineari. Non ci sono soldi neppure per le divise che ci dobbiamo comperare, sulle pulizie, la cancelleria, le dotazioni e gli equipaggiamenti e l'apparato sta lentamente avviandosi al collasso. E che dire della formazione dei nostri uomini? Ce lo ha insegnato il post-Charlie Hebdo: i nostri agenti non sono preparati ad affrontare il rischio terrorismo perché i modelli formativi da seguire contro chi non ha niente da perdere nel morire e nell'uccidere dovrebbero essere totalmente diversi. Pensi che non abbiamo poliziotti in grado di colpire obiettivi in movimento. Già in passato abbiamo protestato ma ci hanno volutamente ignorati. Poi è arrivato il Bataclan e abbiamo rincarato la dose ma niente, ancora silenzio, pesante come un macigno. La responsabilità, questo lo sappiano gli italiani, era e resterà sempre del governo dimissionario. Ho fatto 61 giorni di sciopero della fame con sacrifici enormi e ricoveri in ospedale e da parte loro non ho visto neanche un cenno di umana pietà. Ecco perché sono felice che il popolo italiano abbia scelto di mandarli a casa. Ora serve un cambiamento. Servono legalità, giustizia, onestà e dialogo con gli operatori del comparto sicurezza. Chi seguirà a Renzi non potrà ignorarci, perché il voto ci ha eletti di fatto interpreti della brava gente e dei poliziotti per le esigenze di sicurezza del Paese e del loro malessere in questo settore.

Gianni Tonelli

(Segretario del Sap - Sindacato autonomo di Polizia)

Commenti

Lucaferro

Gio, 08/12/2016 - 08:56

Cortese Tonelli, Lei ha ragione da vendere; pur tuttavia le forze di polizia, che in Italia, messe tutte insieme, sono di gran lunga superiori proporzionalme a quelle di altri Paesi nelle nostre condizioni, nulla hanno fatto per contrastare e far valere diritti e professionalità. Va bene lo sciopero della fame ma..... veramente e sensatamente Lei pensa che alla Banda Bassotti sia fregato qualche cosa? E alla connivente magistratura?

KaLuLa

Gio, 08/12/2016 - 09:39

Gentile Gianni non posso fare altro che darle tutto il mio apprezzamento e supporto nel ringraziare lei e i suoi colleghi per quanto quotidianamente fate in condizioni inumane. Siamo tutti stufi di avere una magistratura fatta da nani e ballerine d'avanspettacolo, capaci di interpretare sempre a senso unico le leggi per poter andare sui giornali e favorire il piano diabolico del governo in carica. Con la mia famiglia ho dovuto scegliere di vivere in Austria proprio perché la sicurezza a Milano é praticamente inesistente. Saremo felici di tornare quando le persone come lei potranno nuovamente rivestire il proprio ruolo di aiuto alla brava gente con orgoglio e professionalità senza sentirsi presi in giro dai delinquenti e soprattutto dalle istituzioni. Ancora grazie a lei e ai suoi colleghi

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Gio, 08/12/2016 - 09:47

si vabbè, ma quel 40% che ha votato per Renzi (se vogliamo dire così) si sentono sicuri e gli va bene così?

Ritratto di orione1950

orione1950

Gio, 08/12/2016 - 10:04

Ti sei segato le .... gambe. Ti faranno fuori perché hai detto la verità e questa non piace al PAGLIACCIO ed i suoi accoliti.

VESPA50

Gio, 08/12/2016 - 10:27

Sappiano Polizia, Carabinieri e Forze dell'ordine tutte che gli Italiani stanno sempre dalla loro parte e mai con questi ladri

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 08/12/2016 - 10:35

L'Italia, insomma, non finisce ai Parioli del Sì. E' ora di cambiare musica e di rottamare un partito che in 70 anni è sempre stato allergico a parole come sicurezza, ordine pubblico e forze dell'ordine.

MLADIC

Gio, 08/12/2016 - 10:35

Gianni Tonelli Presidente del Consiglio!

brunicione

Gio, 08/12/2016 - 10:52

I sindacalisti, sono tutti uguali, se non si assomigliano non si pigliano, quanti stipendi buttati via !!!!

VittorioMar

Gio, 08/12/2016 - 10:57

...quando si vanifica il lavoro degli addetti alla SICUREZZA ,il popolo reagisce e vota "NO"...!!!

Ritratto di riflessiva

riflessiva

Gio, 08/12/2016 - 11:27

Renzi non ha rottamato la polizia .Ha assunto ,ha dato mezzi e soldi. Ora state esagerando di brutto. Voi le chiamavate mance elettorali ora sono sparite?????la dignità non abita in voiiiiii.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 08/12/2016 - 11:55

Mi rivolgo a tuttte le scorte dei politici, andate a casa e lasciateli soli. Non faevi più strumentalizzare,smettetela di fare da bersaglio a gente disonesta che pensa solo al proprio interesse. Se un politico é onesto e capace, se fa bene il lavoro per il quale é stato leggittimato, non ha bisogn di scorte. Personalmente stimo ed apprezzo dei politici di parte avversa alla mia, ognuno la pena come vuole e ne ha tuttto il diritto. Si chiama DEMOCRAZIA. Che abbiano il coraggio delle proprie azioni, voi. Agenti di polizia e carabinieri addettti alle scorte dovete lasciarli ed occuparvi dei problemi del paese. Fate la voce grossa perché stavolta il popolo vi ascolta e difende.

ghorio

Gio, 08/12/2016 - 12:47

Renzi è lontano dalle mie posizioni politiche ma la lettera del segretario della Sap non la condivido.IN fatto di ordine pubblico l'Italia ha il doppio o quasi di organico rispetto a nazioni come Gran Bretagna , Germania e Francia. Sarebbe ora che la sua utilizzazione sia diversa, rispetto alle scorte e ad altri compiti, come il rilascio di passaporti per la polizia di stato.E si potrebbe discutere su tutta l'organizzazione, dove le poltrone non mancano.

agosvac

Gio, 08/12/2016 - 12:57

Egregio tonelli, è vero che la Polizia e le forze dell'ordine in genere, Carabinieri e Guardie di Finanza, vanno potenziate. Ma questo non basta. Quella che realmente andrebbe riformata è la magistratura!!! E' assolutamente necessario eliminare la figura del Pm come facente parte della magistratura e con potere di comando sulle indagini. I Pm dovrebbero essere "avvocati dell'accusa". Le indagini devono essere svolte "solo" dalle Forze dell'Ordine. E poi saranno i Giudici a giudicare, completamente estranei ai Pm!!! Così come stanno le cose, anche il potenziamento delle Forze dell'Ordine, pur necessario, sarebbe inutile!!!