Renzi: "Conte e Tria hanno gestito il dossier Europa con i piedi"

Matteo Renzi attacca a muso duro il premier e il ministro dell'Economia e profetizza: "Il 2019 di famiglie e imprese sarà nero per colpa del nostro governo"

"Più dell’Europa mi preoccupa l’incapacità di Conte e Tria. Hanno gestito questo dossier coi piedi. E, purtroppo, si sono resi ridicoli davanti ai mercati, non solo a Bruxelles". Matteo Renzi, intervistato dal Messaggero, attacca a muso duro il premier e il ministro dell'Economia e profetizza:"Il 2019 di famiglie e imprese sarà nero per colpa del nostro governo".

"Ci lamentiamo delle sparate di Salvini e Di Maio, ma non sarà facile perdonare l’irresponsabilità di Palazzo Chigi e Mef", dice e rilancia il suo appello: "Fermatevi! Abbassate il deficit. E cambiate le misure: con i condoni e i redditi di cittadinanza l’Italia non cresce. La Camera sta per votare la manovra: presentate subito un maxi-emendamento del governo e lo spread scenderà". E ancora: "Fatelo per l’Italia, non per noi. Abbandonate la vostra strategia suicida". L'ex premier che, da segretario ha il portato il suo Pd al 40% prima di farlo precipitare al 18, non è spaventato per l'alto consenso di cui ora gode il leader della Lega e dice: "Penso che dopo la luna di miele per Salvini stia iniziando la discesa: arriveranno provati alle Europee, mancano ancora più di sei mesi. E sei mesi per la politica di oggi sono un’eternità". Renzi rivandica di aver contestato per primo questo governo, mentre "altri che sognavano di addomesticare i barbari si stanno accodando piano piano alla linea dura". Ma, ora, Renza sembra non guardare più al passato e al suo partito e dice: " Combatto insieme a migliaia di persone che non si vergognano di ciò che abbiamo fatto in questi anni come invece pare che facciano molti ex ministri. Queste migliaia di persone cresceranno settimana dopo settimana con il peggiorare della crisi economica. Sono e saranno il nucleo dei comitati civici". E, forse, anche il nucleo del suo nuovo partito.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 25/11/2018 - 13:39

Forse Renzi ha ragione. Però che tale osservazione venga da lui è inaccettabile! Lui che ha affossato il bel Paese, che ha favorito l’immigrazione di oltre 600mila clandestini, un affare economico per varie cooperative di furbetti, con rapida crescita del “compenso” giornaliero per migrante. Compenso arrivato a ben 35 euro al giorno, mentre in Spagna - in condizioni analoghe - non se ne supera la metà. Naturalmente per Renzi chi ragiona come me è un “razzista”. Ebbene non lo sono, ma meglio un razzista che vuole difendere il Paese che un affarista che fa dell’immigrazione un affare, come infatti è stato e probabilmente, non so, lo è ancora. Renzi vai a lavorare, se ne sei capace, ormai non ti vogliono neppure nel PD.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 25/11/2018 - 13:53

Così parlò il quadrumane.

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Dom, 25/11/2018 - 14:02

Sparati un colpo e libera il mondo dalla tua presdenza pagliaccio.

Ritratto di niki 75

niki 75

Dom, 25/11/2018 - 14:23

Costui, come tutti i pallonari, dei quali è certamente il non plus ultra, non ha proprio titolo per fare critiche del genere, considerato quello che di pernicioso e controproducente, in tutti i sensi, è riuscito a fare durante in suo nefasto Governo.