Renzi contro Gentiloni e Delrio: "Chi ha avuto tutto pugnala alle spalle"

"Poco dopo la sconfitta del 4 marzo tutti, in primis Paolo Gentiloni e Graziano Delrio, mi hanno chiesto di fare un passo di lato e di restare fuori dalle dinamiche del Pd al prossimo Congresso". A rivelarlo è l'ex premier Matteo Renzi

"Poco dopo la sconfitta del 4 marzo tutti, in primis Paolo Gentiloni e Graziano Delrio, mi hanno chiesto di fare un passo di lato e di restare fuori dalle dinamiche del Pd al prossimo Congresso". Lo rivela Matteo Renzi in un'intervista rilasciata al direttore del Foglio, Claudio Cerasa, al quale conferma di volersi tenere fuori dal dibattito congressuale: "Queste assise non devono essere il solito referendum su di me".

La rabbia verso Gentiloni e Delrio è evidente: "Del resto, se la sinistra perde dal Brasile alla Baviera, se i socialisti francesi e olandesi stanno al 5 per cento, notoriamente, è anche lì per colpa del mio carattere", dice piccato chiarendo di non voler passare come l'unico responsabile della sconfitta del 4 marzo. "Mi colpisce la mancanza di serenità di giudizio da parte di chi, dopo aver avuto tutto grazie al nostro coraggio, ora pugnala alle spalle. Ma lo stile è come il coraggio di Don Abbondio: chi non ce l’ha non può darselo", aggiunge riferendosi a Gentiloni che, per questo congresso, ha deciso di appoggiare l'antirenziano Nicola Zingaretti. A colpire, scrive invece Maria Teresa Meli, è l'accenno al capogruppo del Pd, Graziano Del Rio che non sosterrà Marco Minniti ma il segretario uscente Maurizio Martina. "È vero, io dopo il 4 marzo gli ho dato quel consiglio. Era il più giusto ed era coerente con lo stile che abbiamo sempre avuto. Ma sinceramente non penso proprio che Matteo si riferisse a me come a uno dei suoi pugnalatori", dice al Corriere della Sera. E, intanto, Renzi guarda già oltre il Pd e punta tutto sui comitati civici che nasceranno a breve. "Chi fa politica costruendo correnti per avere sempre una bella poltrona a disposizione mi fa tristezza", dice l'ex premier.

Commenti
Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 22/11/2018 - 13:56

Si sente Gaius Iulius Caesar!

Duka

Gio, 22/11/2018 - 14:48

Senza nulla voler regalare all'attuale governo , dal mio punto di vista, assolutamente inadeguato a condurre il nostro paese, penso sia molto chiaro a tutti gli italiani che i DISTRUTTORI PRINCIPI dell'Italia siano stati i vari governi comunisti. Le città non sono da meno vedi ROMA e TORINO e Milano con l'attuale amm. PC

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 22/11/2018 - 15:26

Detto da uno che ha esautorato un Governo legittimo guidato da Letta e non ho ancora capito il perché e come sia stato possibile, ora viene a parlare di pugnalate alle spalle? Ma questo signore si ascolta ogni tanto?

oracolodidelfo

Gio, 22/11/2018 - 15:35

Marcello 508 13,56 - direi che Caesar....salad !!!

gbgiangi

Gio, 22/11/2018 - 16:42

Si ma intendevano , va in montagna sull'orlo del precipizio e fa un passo di...... latooooooooooooooooooooooooooooooooo

audionova

Gio, 22/11/2018 - 17:26

caro renzi stai fuori dalla mischia,danni ne hai gia' fatti troppi.sei troppo vicino ai signorotti per poter capire cosa fare per i poveri,gia' con gli 80 euro ci sono stati tanti problemi,l'unico modo per salvare il paese e' il default,dopodiche' chi ha i soldi va avanti chi non li ha si ferma.vedrai che il paese ripartira,con stipendi piu' bassi agli operai,pensioni dimezzate,sanita' a pagamento e,chi vuole lavorare accettera' lo stipendio proposto se no non mangera' ma,soprattutto,niente welfare.

glasnost

Gio, 22/11/2018 - 17:32

A Renzi ma come si fa a fidarsi di questi catto-comunisti? Tu ti fideresti di uno come te?

Ritratto di east

east

Gio, 22/11/2018 - 18:00

quando parla di coraggio non capisco se si riferisce al colpo di stato per diventare presidente del consiglio o a quando si è ben guardato di candidarsi alle ultime elezioni

Giorgio5819

Gio, 22/11/2018 - 18:16

Paffutello pentolaio, aspetta che gli italiani capiscano cosa avete fatto... poi vedi che cosa vi arriva sulle spalle !!

Giorgio5819

Gio, 22/11/2018 - 18:16

glasnost, ...GRANDE !!