Renzi contro il governo: “Niente elezioni, sono attaccati a poltrone”

Ospite alla trasmissione “W l’Italia”, talk show condotto da Gerardo Greco, l’ex premier non risparmia attacchi alla coalizione di governo ed a Matteo Salvini. Ma guai a fare un paragone: “C’ha due anni in più. E c’ha anche qualche chilo in più”, fino ad arrivare a “è il più grande camaleonte della storia della politica italiana”

L’ex premier Matteo Renzi torna a parlare in televisione. E lo fa a “W l’Italia”, talk show di Rete 4 condotto da Gerardo Greco.

Diversi i punti toccati, dalla situazione politica italiana, alla possibilità di nuove elezioni, fino ad arrivare al vice premier Matteo Salvini, a cui non lesina attacchi e frecciate.

La domanda del conduttore è decisamente diretta. “Mi dica la verità, lei pensa che andremo presto al voto?”. “No, secondo me questi non vanno al voto manco se li pagano. Perché sono attaccati alle poltrone su cui sono seduti”“No, secondo me questi non vanno al voto manco se li pagano. Perché sono attaccati alle poltrone su cui sono seduti” E la risposta in effetti sorprende, pronunciata da chi avrebbe dovuto traghettare il paese fino all’espressione della volontà popolare, rimandando però fino all’ultimo il momento in cui realizzare in concreto il sopra citato proposito.

Si passa quindi ad analizzare le intenzioni di voto, con Greco che sottolinea. “In questo momento Lega e 5 stelle hanno dei sondaggi altissimi, poi non fidiamoci dei sondaggi, però, insomma…“. Il tasto dei sondaggi manda un po’ in tilt l’ex presidente del consiglio, ma come dargli torto? In effetti i sondaggi davano il Pd ben al di sopra del 20% alle ultime consultazioni popolari ed invece è riuscito ad andare discretamente al di sotto. Ma dopo un attimo di smarrimento in cui evita accuratamente di parlare della crescita del gradimento popolare nei confronti della politica seguita dai partiti di governo, l’ex sindaco di Firenze ritrova la rotta perduta. E parte con un nuovo affondo. “Dopo aver avuto la luna di miele, iniziano ad arrivare al nodo tutti i problemi. Del resto avevano promesso di sistemare le pensioni con la Fornero e non l’hanno cambiata. La Flat Tax?! Salvini farà la flat tax con lo stesso ritmo con cui restituirà i milioni che deve restituire agli italiani. Cioè ci metterà 80 anni a fare la Flat Tax, lo stesso ritmo.”

“E il reddito di cittadinanza?”, domanda allora il conduttore. “Ma lei direttore se le ricorda le proposte che facevano? Scusate, eh?! Loro avevano detto che avrebbero dato…Io non ero d’accordo!…Io ero contrario, ho perso le elezioni. Io ero contrario! Però loro avevano detto a voi vi daremo a tutti quelli che non hanno uno stipendio 780 euro al mese o a chi ne guadagna meno gli daremo la differenza. Questo in Italia vuol dire…basta fare i conti, basta la funzione calcolatrice sul telefonino…questo vuol dire in Italia dover tirare fuori 65 miliardi di euro.” A questo punto Greco tenta di intervenire : “Loro dicono molto meno, però”. Tentativo inutile, l’ex segretario del Pd tira avanti come se fosse dinanzi al palco della “Leopolda”. “Sapete quanto hanno messo in più in questa legge di bilancio? Hanno messo 6 miliardi e mezzo, cioè il 10 per cento. È come se io vi avessi promesso 80 euro e poi ve ne avessi dati 8, è la stessa cosa.”. Bisognerebbe dare a questo punto diritto di replica ai signori che questi 80 euro li hanno dovuti restituire, ma qui si tratta di un faccia a faccia e si prosegue.

Dopo di che Greco mostra a Renzi una carta con l’effige di Salvini. “Ha quasi la sua età”. Ma, toccato sul vivo il fiorentino replica."No, fermo lì, Salvini c’ha due anni in più. E c’ha anche qualche chilo in più”

Parte poi un filmato con Salvini, in cui il vice premier rivela di esser stato di sinistra da giovane. “Beh ma al liceo uno dev’esser rivoluzionario. Se uno non è rivoluzionario quando c’ha 15-20 anni…poi cresce, si confronta con la vita vera e diventa più normale e la smette di essere un compagno e torna coi piedi per terra”. Ma Renzi non ci sta. “Se salvini è di sinistra…ma non scherziamo”. Al che Greco cerca di spiegare: “Si ma lo era da giovane, mica è strano…lei da ragazzino era di sinistra o era di centro?” “Si ma lo era da giovane, mica è strano…lei da ragazzino era di sinistra o era di centro?”. “Io son sempre stato Kennediano, quindi che è centrosinistra? Kennediano, poi Clintoniano poi Obamiano. Matteo Salvini è il più grande camaleonte della storia della politica italiana…Ce lo troviamo tra 10 anni volontario su una nave di migranti. Salvini cambia dalla mattina alla sera. Il punto non è che era di sinistra, è che Salvini non regge la posizione per più di 2 anni”.

Commenti

daniel66

Ven, 09/11/2018 - 14:45

una bomba per il Bomba, pleeease.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 09/11/2018 - 16:47

ha parlato fonzie il rigagnese!!!Alutammo

Aegnor

Ven, 09/11/2018 - 17:16

Se perdo lascio la politica...coerenza,questa sconosciuta