Renzi dà un colpo di Mattarella per unire il Pd (e silurare Prodi)

Il premier boccia Amato e rilancia l'altro giudice costituzionale, su cui ha l'ok di Bersani, Sel, Sc e di molti grillini E intanto tratta ancora col Cavaliere

Quanto è granitico il «no» di Berlusconi su Sergio Mattarella? Sembrava questo, ieri sera, il quesito centrale – e piuttosto preoccupato - in casa renziana, al termine di una giornata frenetica di incontri: il premier ha riunito i suoi gruppi parlamentari, ha incontrato Bersani (da cui ha incassato il via libera su Mattarella), ha visto o sentito molti dirigenti del suo partito, ha ricevuto gli ex grillini (che hanno aperto su Mattarella e messo il veto su Amato). «Si parte» dal nome di Sergio Mattarella e «si arriva» a Mattarella, ha confermato in serata il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini all'uscita dalla Camera, dopo aver incontrato alcuni esponenti del suo partito tra cui Beppe Fioroni e i giovani turchi Matteo Orfini e Andrea Orlando. «Stiamo lavorando, la nottata è lunga».

Il premier sul nome dell'ex ministro della sinistra Dc è andato giù duro nel colloquio con il Cavaliere, spiegando che «siamo in grado di eleggerlo anche da soli alla quarta votazione, perché abbiamo almeno 580 voti sul suo nome». Quali voti? Quelli del Pd, che su Mattarella terrebbe una pur non entusiastica compattezza (d'altronde era uno dei nomi della terna presentata da Pier Luigi Bersani nel 2013 a Berlusconi, e anche per la minoranza sarebbe difficile rimangiarselo), e poi quelli di Sinistra e libertà, di Scelta civica, delle cosiddette Autonomie (gruppo in cui rientrano anche i senatori a vita) e persino alcune decine di ex grillini. Su cui proprio gli uomini di Sel sono stati mobilitati da Renzi, per convincerli a votare Mattarella.

I vendoliani sono stati ovviamente allettati sul candidato renziano non dalle sue caratteristiche politiche (piuttosto evanescenti) ma dalla vittoria strategica che comporterebbe per loro la rottura clamorosa del patto del Nazareno e l'elezione di un presidente «contro Berlusconi», che aprirebbe loro la strada per tornare in gioco nel centrosinistra.

Del resto, intervenendo davanti ai suoi parlamentari, Renzi ha mandato il messaggio al Cavaliere: «Sono un contraente del patto del Nazareno e lo rivendico. Ma questo non significa che prendiamo il loro nome. Non facciamo diktat ma non accettiamo veti». Insomma: no ad Amato, in quanto candidato di Berlusconi (e della minoranza Pd). L'alternativa a Mattarella, avrebbe lasciato ancora capire il premier, sarebbe un candidato non politico ma tecnico, e magari di un genere particolarmente inviso a Forza Italia: lo stesso Berlusconi ha spiegato ai suoi di aver sentito fare il nome di Raffaele Cantone, magistrato e presidente dell'autorità Anticorruzione. Poi c'è sempre l'ombra di Banquo di Romano Prodi, buttato in pista «astutamente» dai grillini, con una mossa che ieri ha fornito un'ulteriore arma di pressione al premier nei confronti del Cavaliere.

Un'operazione che non ha aumentato le simpatie per Prodi in casa Pd: «Un personaggio di quella caratura che si lascia usare per i giochetti di Grillo e Casaleggio senza dire una parola è un vero disperato», nota un dirigente (che non lo dice esplicitamente, ma fa intendere che il giudizio si estenda anche agli altri «candidati passivi» dei grillini, tipo Bersani). Mattarella contro Amato: ieri l'impasse ruotava attorno a questi due nomi. Aprendo spiragli alle speranze di tanti aspiranti candidati.

Nei corridoi di Montecitorio si agitavano i partiti di Veltroni e di Fassino, della Finocchiaro e di Casini. E naturalmente quello di Bersani: «Perché se si arriva alla candidatura di un leader Pd – diceva un bersaniano – e Walter pensa di essere lui, si va alla conta e Bersani ha sicuramente più voti». Insomma, come sintetizza la parlamentare Anna Ascani: «Se si va su candidati del Pd, chiunque siano verranno impallinati», sottinteso nel Pd stesso. Renzi riunisce domani alle 13 i grandi elettori Pd, dopo l'incontro mattutino col Cavaliere. Da Palazzo Chigi, intanto, si tenta di evitare una dilatazione della «graticola»: si vorrebbe una seconda votazione domani sera, per arrivare già venerdì pomeriggio alla quarta chiama, quella con il quorum più basso.

Commenti

pupism

Gio, 29/01/2015 - 08:24

Fine della storia!!! Alla fine il B. rimane impallinato dal suo amico Renzi e ostaggio di Fitto che avrà buon gioco a dire "Ve lo avevo detto" e così fregherà al buon Silvio quello che resta di F.I.Ed è giusto sia così l'opposizione deve fare l'opposizione come fecero i comunisti con noi al governo!!!

vittorioenrici

Gio, 29/01/2015 - 08:45

Al popolo pecorone ci vuole un pastore sardo, l'unico che ci può guidare, e che sa come trattare le pecore ...italiane.

vince50_19

Gio, 29/01/2015 - 09:17

Mattarella? Un "dimesso" notaio. Dimesso mica tanto..

Ritratto di Kommissar

Kommissar

Gio, 29/01/2015 - 09:25

Surreale che Berlusconi abbia voce in capitolo sul PdR. Solo in Italia. In un altro Paese normale potrebbe dire la sua al massimo sull'ora d'aria o sul rancio.

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 29/01/2015 - 09:39

...proprio cominciando dall'"alto profilo"... esattamente in testa al Pupone dovrebbero calare un buon "mattarello": La "scissione" è scongiurata ha il cranio che è tutto osso... come diceva di Peppone il buon Don Camillo. Da allora nulla è cambiato: Il DNA di Pupone è quello: Testone, ma compagno forever.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 29/01/2015 - 10:00

#"Il premier boccia Amato". Non avrei mai pensato di dover approvare l'operato dello sbruffone di Rignano sull'Arno. Quanto al sublime Statista...come al solito ha dimostrato in che conto tenga il parere degli Italiani. Plurisondaggiati sul gradimento del suo candidato. E, per quello che mi riguarda, Silvio farà bene a prenotare un posto a Cesano Boscone. In qualità di utente.

Lino.Lo.Giacco

Gio, 29/01/2015 - 10:29

dal 1945 in italia e' cosi' quattro (mica tanto) ladroni finti democratici si spartiscono il paese e lo derubano mentre il popolo bivino,cretino e sottomesso pensa.. si fa per dire, che col suo voto, o con il suo sproloquio su f.b. conti qualcosa! alcuni paesi si sono ripresi la dignita' con baionette,forconi, fucili cannoni e patiboli noi pensiamo che con le bandiere della cgil le trombette i cappellini rossi e focaccia con mortadella di riconquistare la nostra!!! almeno bisognerebbe avercela...

unosolo

Gio, 29/01/2015 - 10:43

quando non si rispettano gli altri gruppi è dittatura e la scelta di comprare per forzare la direzione dell'unico candidato è chiaramente indice di dittatura , mascherata ma sempre dittatura , cioè o esce chi decido io o nulla. fine dei dialoghi , neanche eletto regolarmante dal poplo e comanda.

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Gio, 29/01/2015 - 11:09

Memphis35: Contro Berlusconi SEMPRE! A prescindere, per partito preso. Potrei mettere la mano sul fuoco, certo che lei, "Memphis35", non saprebbe giustificare il suo odio, con argomentazioni documentate con prove certe. Lei è il solito cittadino Probo, paludato di rettitudine, modello integerrimo riferimento di tutti i puri, intelligenza acuta; il tutto un tanto al chilo. Lei mi ricorda ciò che mio nonno mi raccontò: "..il venditore di miele girava per i villaggi spingendo il carrettino con sopra l'orcio del miele richiamando le massaie "il bel miele, il bel miele", e sottovoce "ma sotto cè la mer******a.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Gio, 29/01/2015 - 11:19

Divertentissime qui dentro le crisi isteriche alla Albin de la "La cage aux folles" ;)

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Gio, 29/01/2015 - 12:09

ellebor0 scrive: "Divertentissime qui dentro le crisi isteriche alla Albin de la "La cage aux folles" ;)". Vero egregio Signore, ma di tanto in tanto un po' di "amusement" non disturba, anche perché sottrarsi agli attacchi di ipersecrezione gastrica provocati dagli innumerevoli postulanti del "Verbo", non sempre ci si riesce, ne consegue l'incontrollata randellata sulla capoccia del fesso di turno.

NON RASSEGNATO

Gio, 29/01/2015 - 12:43

Continuo a proporre Cicciolina

pinux3

Gio, 29/01/2015 - 12:56

Mattarella "colpo" per silurare Prodi o per silurare Silvio?

pinux3

Gio, 29/01/2015 - 13:02

@ellebor0...Ti informo che persino il suo amico Bossi ha detto che il tuo caro Silvio è finito...E adesso si appresta a votare per l'"antiberlusconiano" Mattarella...Se fossi in te mi metterei...il cuore in pace...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 29/01/2015 - 13:05

#Nanuq- 11:09 Cosa vuoi farci. Non ho simpatia per Amato ed i suoi marchingegni notturni. Nè per chi lo sostiene per motivi inconfessabili. E non ho mai sopportato i collaborazionisti in genere. Figurati i collaborazionisti del PD. Fattene una ragione. E risparmiati sproloqui etici ed annedotica connessa...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 29/01/2015 - 13:07

aneddotica,of course.

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Gio, 29/01/2015 - 13:14

NON RASSEGNATO: "Continuo a proporre Cicciolina". Camperai a lungo. :-)) :-))

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Gio, 29/01/2015 - 13:20

@Nanuq: ha tutta la mia comprensione, ovviamente non mi riferivo a Lei ma ai "verbosi non pensanti", continui a fustigarli perchè hanno la menzogna come forma mentis, hanno l'onestà del Colleoni: "tre palle nello stemma", delle quali vanno orgolioni.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Gio, 29/01/2015 - 13:21

@Nanuq: ha tutta la mia comprensione, ovviamente non mi riferivo a Lei ma ai "verbosi non pensanti", continui a fustigarli perchè hanno la menzogna come forma mentis, hanno l'onestà del Colleoni: "tre palle nello stemma", delle quali vanno orgoglioni.

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Gio, 29/01/2015 - 14:01

@pinux3: Scusi, mi ha detto forse qualcosa ?

Happy1937

Gio, 29/01/2015 - 15:11

Renzi ha fatto la scelta che lo farà finire rottamato .