Tra Renzi e i sindacati gli italiani scelgono il primo

Secondo un sondaggio Ixè per Agorà, il 71% degli intervistati non ha fiducia nei sindacati

La gente non si fida del sindacato. A certificarlo è un sondaggio Ixè realizzato per il programma Agorà su RaiTre. E nella lotta tra il premier Matteo Renzi e il sindacato, gli italiani si sentono meglio rappresentati dal primo. Infatti, secondo il sondaggio, il 51% degli intervistati sceglie il capo del governo mentre il sindacato ottiene solo il 28%. E come se non bastasse, dai risultati della ricerca soltanto il 29% degli intervistati si sente rappresentato da Cgil, Cisl e Uil, mentre il 71% non ha fiducia nelle sigle sindacali.

Per quanto riguarda il Jobs Act, il 39% non l'ha capito, il 32% dà un giudizio positivo, mentre il 29% uno negativo. Entrando nel dettaglio degli elettori di Forza Italia, alla domanda se il partito di Silvio Berlusconi debba aiutare o meno il governo sulle riforme la risposta è stata chiara: secondo il 68% gli azzurri devono sostenere l'esecutivo, solo il 29% chiede un'opposizione più dura.

Commenti

agosvac

Ven, 03/10/2014 - 13:31

Il problema del sindacato in Italia è che, ormai da decenni, non fanno più sindacato a favore dei lavoratori, bensì politica a favore di sé stessi. Loro, come sindacato, diventano sempre più ricchi ed hanno sempre più potere, mentre i lavoratori fanno sempre di più la fame. Ma come è sia pure lontanamente concepibile che in un simile periodo di crisi ci siano la Cgil e la Fiom che indicono scioperi generali contro Governo ed imprese??? Non si rendono conto del danno che fa uno sciopero generale all'Italia ed ai lavoratori che perdono un bel po' di soldi in busta paga??? I segretari che indicono lo sciopero, ovviamente, non perdono niente, loro non sono a stipendio, hanno lauti appannaggi direttamente dal sindacato presi dai soldi dei lavoratori. Questa gentaglia va eliminata, magari facendo leggi apposite per avere maggiore trasparenza nei loro bilanci e facendo in modo che paghino le tasse come tutti. Se si facessero queste leggi, di sicuro indirebbero decine di scioperi cui, però, non parteciperebbe nessuno perché gli italiani sono stufi dei soprusi del sindacato. camusso, landini, angioletto( o come si chiama) bonanni( ma lui è già dimissionario) sono morti che camminano, non rappresentano più nessuno, solo loro stessi. Se il Governo andasse a vedere i loro bluff, se la passerebbero piuttosto male!!!

Ritratto di Azo

Azo

Ven, 03/10/2014 - 13:49

Il POPOLO CAPRONE diventa intelligente. Credere nei sindacati del giorno d`oggi, È COME CREDERE IN UN GOVERNO CORROTTO e LADRO. ( Questo è ciò che succede in Italia ).

claudio faleri

Ven, 03/10/2014 - 14:06

i sindacati sono dei grandi inculatori in più incassano i soldi delle cause vinte in nero

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Ven, 03/10/2014 - 14:08

I sindacati di oggi ( Camusso in testa) ancora vogliono convincere gli operai che ci sono i padroni che li sfruttano e frustano ...

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 03/10/2014 - 14:11

Ovvio che gli Italiani scelgano Renzi! In genere la scelta è sempre per il meno peggio.

Joe Larius

Ven, 03/10/2014 - 14:35

Sindacati: cosi come sono e si manifestano sono gli enti più inutili e dannosi esistenti sulla superfica del pianeta. La nostra allegra nazione ne è la prova più significativa.

claudio faleri

Ven, 03/10/2014 - 14:36

a loro fa comodo fermarsi al ventennio fascista non hanno altro da proporre come odio, di positivo non hanno nulla se non sfruttare gli ignoranza degli operai, quando saranno morti tutti i 68 ottini, ne inventeranno di nuovi con i cloni.........sono finiti, sono retrogradi ma la poltrona con i soldi facili piace a tutti ma fanno veramente vomitare

Ritratto di gioc.

gioc.

Ven, 03/10/2014 - 15:19

Finalmente la gente sta capendo che sono solo dei covi di grandissimi papponi, parassiti e fannulloni..

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Ven, 03/10/2014 - 15:26

Ma se nessuno si sente rappresentato, come mai esistono ancora? Come mai la gente si tessera? Ma fatemi il piacere, chi avete intervistato?

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 03/10/2014 - 15:56

E' ovvio che ormai non si fidino, anche il più tonto degli operai o dei dipendenti ha capito che sono usati per fini politici invece che sindacali. In altre parole usano il loro culo per fare i froci e loro ci rimettono in maniera doppia.

vince50

Ven, 03/10/2014 - 16:34

Ma chi incolpare dei danni irreversibili causati dai "difensori" degli operai?.I sindacalisti furbi e arricchiti,oppure l'enorme massa di pecoroni belanti ma senza cervello che li seguono agitando bandiere.Per l'ardua sentenza non è il caso di scomodare i posteri,è sufficiente non essere tesserati dai rossi e usare il contenuto della scatola cranica.

leo_polemico

Ven, 03/10/2014 - 16:48

I sindacati sono capaci solo di tutelare se stessi e i loro previlegi, previlegi dei quali, purtroppo quasi tutti sono a conoscenza, tranne, ovviamente, i lavoratori che solo sulla carta sono tutelati da coloro cui versano fior di soldi, pardon, contributi. In pratica un'altra "casta": non dimentichiamo la famosa legge Mosca.

linoalo1

Ven, 03/10/2014 - 17:13

Ed hanno ragione!Chi ha rovinato l'Italia facendo crescere,a dismisura,il costo del lavoro?Il Rododentro!

mariolino50

Ven, 03/10/2014 - 18:33

SE i sindacati non fanno più gli interessi degli operai, e in parte è vero, chi farebbe, la classe politica, i padroni e padroncini, credo proprio di no, chi ha fatto le leggi che permettono l'assurdo precariato vigente, in pratica lavoro nero ma con il pagamento delle tasse, ovvero prendi anche meno, allora meglio quello vero. Per chi dice di fargli pagare le tasse ricordo che sono organizzazioni senza fini di lucro, e le tasse le hanno già pagate i lavoratori iscritti, le quote infatti vengono tolte direttamente dalle buste paga, quante volte bisogna pagare le tasse sugli stessi soldi. Comunque provate ad avere a che fare con un grosso datore di lavoro da soli senza assistenza e vediamo come va a finire, fai la fine del topo. Ricordatevi ogni tanto di tutti quelli che sono stati ammazzati negli anni passati, o vi piacciono quei tempi li quando sparavano a diritto su chi faceva sciopero, non sono passati secoli, ma qualche decennio e basta.

lamwolf

Ven, 03/10/2014 - 19:34

Hanno fallito e basta e poi con la CGIL con gli assunti in nero, proprio loro che le cantavano a tutti sul lavoro, che schifo, vergognatevi!

Il giusto

Ven, 03/10/2014 - 20:16

Ovvio.come ci si può fidare di un sindacato fermo agli anni 70?Il mondo del lavoro è cambiato,niente è più sicuro!Non c'è lavoro per più di pochi mesi e loro pensano a lavori"per sempre"!Ora tutti,imprenditori e operai,devono rivedere il modo di lavorare"E i sindacati si devono adeguare

Il giusto

Ven, 03/10/2014 - 20:36

Ovvio.come ci si può fidare di un sindacato fermo agli anni 70?Il mondo del lavoro è cambiato,niente è più sicuro!Non c'è lavoro per più di pochi mesi e loro pensano a lavori"per sempre"!Ora tutti,imprenditori e operai,devono rivedere il modo di lavorare"E i sindacati si devono adeguare

Il giusto

Ven, 03/10/2014 - 20:37

Ovvio.come ci si può fidare di un sindacato fermo agli anni 70?Il mondo del lavoro è cambiato,niente è più sicuro!Non c'è lavoro per più di pochi mesi e loro pensano a lavori"per sempre"!Ora tutti,imprenditori e operai,devono rivedere il modo di lavorare"E i sindacati si devono adeguare

Ritratto di frank60

frank60

Ven, 03/10/2014 - 21:12

I sindacati sono la rovina dei lavoratori!

pul

Ven, 03/10/2014 - 21:34

Credo che i sindacati di potere CGIL, UIL CISL hanno contribuito a rovinare l'italia. I Sindacati sono in combutta con i politici. I vari Segretari che si sono succeduti nel tempo sono poi diventati onorevoli, ministri ecc. Lo Stato farebbe bene ha tagliare i contributi ai sindacati.

Ritratto di cristiano74

cristiano74

Sab, 04/10/2014 - 00:04

I sindacati così come molte classi e poteri statali sono ancora gestiti da ex 68ini. Peccato che il mondo è cambiato ma loro ancora non se ne sono accorti.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 04/10/2014 - 00:54

I sindacati sono una emanazione dei comunisti dell'ex PCI. Vanno in piazza per fare scioperi politici e non per difendere i lavoratori. PER I SINDACATI LA MASSA DI OPERAI È SEMPRE STATA COME UN GREGGE DI PECORE DA TOSARE E DA MANDARE IN PIAZZA AI LORO ORDINI. Quando i lavoratori usciranno da questa assurda schiavitù ideologica l'Italia decollerà e diventerà finalmente democratica.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 04/10/2014 - 00:57

Per evitare fraintendimenti aggiungo al mio commento che non esiste l'alternativa Renzi-sindacati. PER IL BENE DEL NOSTRO PAESE I LAVORATORI DOVREBBERO RIFIUTARLI ENTRAMBI.

buri

Sab, 04/10/2014 - 10:09

certo che la gente preferisce Renzi alla Camusso o a Landini senza dimenticare UIL e CISL, le persone di buon senso scelgono sempre il male minore

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 04/10/2014 - 10:58

Per colpa di chi? Chi? Chi? Chi? Chicchi-chiricchì: CGIL, CISL e UIL: Sindacati. Mmm... Tieni il tempo. Non ho tempo. Sentimento: para-parappa-pà.

angelomaria

Sab, 04/10/2014 - 13:04

SEMPRE IL MALE MINORE!!!