Renzi e Saviano litigano sul Sud

Renzi: "Basta piagnistei". Lo scrittore: "Mi addolora che raccontare la tragica situazione del Sud Italia sia così facilmente definito "piagnisteo""

"Mi addolora che raccontare la tragica situazione del Sud Italia sia così facilmente definito "piagnisteo"". Lo scrive su Twitter, Roberto Saviano, replicando al premier Matteo Renzi che da Tokyo aveva affermato ieri: "Sul Sud basta piagnistei, rimbocchiamoci le maniche".

Lo scrittore di Gomorra non ci sta: "Mi addolora molto che sia definito "piagnisteo" ricordare che al Sud il numero degli occupati è al livello più basso dal 1977, la natalità ai minimi storici dai tempi dell’Unità d’Italia. I meridionali fuggono al Nord e all’estero, i migranti stranieri che arrivano sulle nostre coste mirano a trasferirsi in altri Paesi. Il tutto nella totale assenza di progetti e investimenti. Questo è un urlo di dolore, non un piagnisteo che sembra invece somigliare di più alla cantilena del "va tutto bene". Il post dello scrittore è accompagnato dalla pagina del sito dell’ANSA, con il titolo sulle parole di Renzi: "Basta piagnistei sul Sud". Due giorni fa Saviano si era rivolto al premier con una lettera su Repubblica, nella quale scriveva: "Faccia presto, caro Presidente del Consiglio, ci faccia capire che intenzioni ha: qui ormai nel Mezzogiorno s’è rotto anche il filo della speranza".

Commenti

nonnoaldo

Lun, 03/08/2015 - 20:13

Se al sud sono tutti come lui non c'è speranza.