Per Renzi niente Promessi Sposi a scuola. "Io li abolirei per legge"

Il premier non ha un particolare odio per il capolavoro di Manzoni. Anzi, vorrebbe rivalutarlo

Se diamo retta a Matteo Renzi, che però in realtà non fa che citare parole che sono di Umberto Eco, i Promessi sposi a scuola sarebbero da abolire. Non si tratta di un pensiero in controtendenza o di un odio particolare del presidente del Consiglio per il capolavoro di Manzoni, ma piuttosto di una considerazione che negli anni hanno fatto in molti.

"Tornerebbe il fascino per un capolavoro assoluto", dice il premier. Sarebbe un modo, quello di smettere di far leggere la storia di Renzo e Lucia nelle scuole, per fare avvicinare gli studenti al capolavoro con uno sguardo nuovo, che non sia possibilmente quello di una lettera obbligata, a cui non ci si può sottrarre.

L'opera, sostiene Renzi, ha un grande valore pedagogico. "Chi fa politica dovrebbe leggere tutte le mattine la pagina dell'Azzeccagarbugli con Renzo con l'obiettivo di fare il contrario", ha detto. Perché "le leggi sono fatte in modo tale che per ciascuno si apre la strada fantastica dell'interpretazione".

Commenti

cgf

Mar, 24/03/2015 - 01:25

a proposito di chi parla.....

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 24/03/2015 - 08:58

Per Renzi “I promessi sposi”, devono sparire dai programmi scolastici: "li abolirei per legge". Però subito dopo dice esattamente il contrario e arriva a sostenere che l'opera ha un grande valore pedagogico: "Chi fa politica dovrebbe leggere tutte le mattine la pagina dell'Azzeccagarbugli con Renzo con l'obiettivo di fare il contrario". Ad una persona “normale” sembrerebbe che Renzi abbia le idee abbastanza confuse, ma poi arriva l’illuminazione: "le leggi sono fatte in modo tale che per ciascuno si apre la strada fantastica dell'interpretazione". Perfetto: la legge non è un valore certo, ma un programma da “interpretare”, come del resto lui fa ogni giorno, sia con le leggi scritte che con le leggi morali. Infatti lui spinge e provoca le dimissioni del ministro che lo infastidisce, perché a lui regalano i Rolex, ma i sottosegretari regolarmente indagati possono rimanere in attesa della sentenza. Una morale “alternativa”, adattabile. Una porcata.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 24/03/2015 - 09:04

Diamo tempo al tempo e sarà il popolo bue ad abolire Renzi, l'Azzeccagarbugli. Che sia presto però, perché questo comico sta distruggendo quel che resta del bel paese.

angelomaria

Mar, 24/03/2015 - 09:05

ENZI SEI DA VOMITO NO MANZONI!!!!BUONGIORNOE BUONTUTTO A VOI CARI LETTORIE DIRZIONE

MEFEL68

Mar, 24/03/2015 - 09:20

Questa volta sono d'accordo con il biskero. Anch'io gia da moltissimo tempo dicevo che sarebbe ora di sostituire i Promessi Sposi con qualche altro libro più attuale. Ostinarsi con il capolavoro del Manzoni, significa che implicitamente si riconosce che in circa duecento anni, non è stato scritto nessun altro libro degno di essere letto e studiato. E questo non fa onore alla nostra letteratura.

Ritratto di Nopci

Nopci

Mar, 24/03/2015 - 10:24

AVV.to? QUELLO DELLE CAUSE PERSE. IL NUOVO azzeccagarbugli:1°ministro , PARDON MISTERO

buri

Mar, 24/03/2015 - 10:55

altro che buona scuola, Renzi vuoile crescere generazioni di ignoranti, sono più facili da manipolare

Tuthankamon

Mar, 24/03/2015 - 13:54

Avendo partecipato a molti consigli di classe dove, invariabilmente, chi proponeva di togliere dai programmi dei capolavori come "I promessi sposi", risultava essere un perfetto IGNORANTE che cavalcava l'onda populistica. Ma soprattutto non presentavano alternative di sostituzione credibili. Esempio, la proposta di Franceschini di inserire i testi dei cantautori suona molto populista anche perche', a differenza dei testi poetici in uso, la maggior parte di questi testi non ha ancora subito lo ... stress test della storia. Diciamo che i testi dei cantautori servono solo a ... veicolare dei messaggi politici e sociologici di un certo tipo, guarda caso di sinistra specie radicale!!