Renzi minaccia la minoranza: "Non toccate la Boschi o si torna al voto"

Il premier, per salvare il ministro, avrebbe minacciato: "Se toccate la Boschi mi dimetto, si va subito al voto e non ricandido nessuno della minoranza. Nemmeno uno"

"Se toccate la Boschi mi dimetto, si va subito al voto e non ricandido nessuno della minoranza. Nemmeno uno". Così, secondo la ricostruzione fatta da Affaritaliani.it, Matteo Renzi ieri avrebbe blindato il ministro delle Riforme, Maria Elena Boschi.

Una frase pronunciata dietro le quinte che, nonostante l’attacco di Gianni Cuperlo, sarebbe bastata a tacitare una minoranza dem che non ha alcuna intenzione di abbandonare il Pd per confluire in un partito come Sinistra Italiana che, secondo i sondaggi, non va oltre il 4-5%. Ma la battaglia è solo rimandata a ottobre quando si voterà per il referendum costituzionale. In caso di sconfitta spetterà a Roberto Speranza lottare per riconquistare la guida del Pd al Congresso. Il governo, per ora, dunque, è salvo grazie alla minaccia del premier che non può materialmente imporre le urne perché il compito di sciogliere le Camere spetta al Capo dello Stato, ma se l’80% dei parlamentari dem dovessero invocare il ritorno alle urne creare un nuovo governo sarebbe impossibile anche perché le opposizioni non lo appoggerebbero.

Commenti

Anonimo (non verificato)

franco-a-trier-D

Mar, 05/04/2016 - 18:29

fosse la volta buona questa..

Ilcamerata

Mar, 05/04/2016 - 23:03

Mediocre ricattatore chissà cosa ti fa la boschi sotto la scrivania...

silvio50

Gio, 21/04/2016 - 08:15

magari si dimette, sai quanti italiani sarebbero contenti.

freud1970

Dom, 26/06/2016 - 20:38

ABUSIVO! NON TI HA VOTATO NESSUNO.