Renzi ormai alle corde apre a Fi sull'Italicum

L'azzardo del premier: modifiche alla legge in cambio di un'opposizione più morbida

In casa renziana nessuno nasconde il rischio di «finire contro un muro» nei prossimi mesi, come sintetizza brutalmente un esponente di governo: «È il momento più difficile della nostra vicenda».

Dopo lo smarrimento seguito alle Comunali, c'è all'orizzonte la montagna da scalare del referendum costituzionale d'autunno, su cui Matteo Renzi promette «una gigantesca campagna di informazione» ribadendo la sfida: «Se perdo vado via, come accade in tutta Europa», dice pensando a Cameron «solo da noi chi perde resta e continua a fare carriera politica per 50 anni».

Ma prima ancora ci sono da navigare le sabbie mobili quotidiane del Parlamento, dove l'incidente è dietro l'angolo: «Non perdete tempo qui a Montecitorio, andate al Senato: ogni giorno è buono per fare il botto», suggerisce Peppe Fioroni. «A Palazzo Madama la maggioranza non c'è più, Ncd è diviso e in fibrillazione, nelle Commissioni si rinvia tutto, il rischio di inciampare è reale», racconta chi ieri ha raccolto le preoccupazioni del ministro Boschi in materia. Una cosa è chiara a tutti: l'unica «merce di scambio» a disposizione, per tentare di riportare sotto controllo la situazione, è l'Italicum, che col suo premio di maggioranza alla lista terrorizza gli alleati centristi di governo. «Per abbassare la tensione, dobbiamo aprire all'ipotesi di spostare il premio sulla coalizione, dandogli una speranza di sopravvivenza», spiegano nel Pd. E Renzi qualche segnale ha iniziato a mandarlo, lasciando intendere che un dialogo, sia pur «dopo il referendum, perché ora l'ipotesi non esiste», si possa aprire. Nulla di esplicito e di ufficiale, nulla di impegnativo: ma è già uno spiraglio nel quale in molti sperano di infilarsi, e che lunedì, nella relazione in Direzione, verrà riproposto dal premier. Rimane fermo, però, il no allo spostamento della data del referendum: «Una notizia falsa». La mozione chiesta da Sel per ridiscutere l'Italicum (mettendo in difficoltà Renzi) è stata rinviata a settembre dal Pd, che per allora però dovrà avere un piano d'azione. L'interlocutore è, nell'immediato, il partito di Alfano (e quello di Verdini), ma in prospettiva il disegno è più articolato: la speranza è di coinvolgere anche Forza Italia, che ha altrettanto interesse a quella modifica dell'Italicum. E in cambio, il Pd spera di ottenere un ammorbidimento della linea sul referendum costituzionale: se non il Sì esplicito (che pure potrebbe arrivare, negli auspici, da esponenti di rango come Stefano Parisi, che già si è detto favorevole alla riforma), almeno una rottura del fronte compatto del No. Perché «anche se noi fossimo tutti dei Messi, questa partita non possiamo vincerla contro tutto il resto del mondo», ragiona un renziano.

Un dialogo sotterraneo, con rappresentanti del mondo berlusconiano del calibro di Gianni Letta o Fedele Confalonieri, è già iniziato: «Anche loro sono convinti che con la linea oltranzista di Brunetta si ottenga l'unico risultato di portare voti ai Cinque Stelle», racconta chi segue la trattativa. «Nessun baratto, ma cambiare l'Italicum resta una nostra priorità», dice il capogruppo azzurro Paolo Romani. Ma non basta Forza Italia: il lavorio per allargare il fronte del Sì è più vasto, e avranno un ruolo pro-riforma sia la Chiesa che il Quirinale, da cui potrebbe arrivare anche una tirata d'orecchi alla minoranza Pd, intenta a boicottare il referendum. Mentre l'ala «ulivista» dei renziani sta cercando di tirare dentro anche il pur rancorosissimo Romano Prodi.

Commenti

antipifferaio

Gio, 30/06/2016 - 08:45

Apre, apre e poi apre....farebbe bene a chiudere questo governo abusivo e con esso il defunto pd.... Ormai è cotto, bollito e sa bene che d'ora in poi non ne azzaccherà una (vedere ultime elezioni). Anzi, più i mesi passano più il precipizio si fa ripido e accelera la caduta. Ormai bisogna solo aspettare che si schianti.......

giovauriem

Gio, 30/06/2016 - 08:59

"renzi ormai alle corde apre a fi sull'italicum" questa è da ridere ! sono molti mesi che fi è la stampella del governo renzi, con gli accordi sottobanco che ha fatto con berlusconi , senza questo determinante aiuto renzi non avrebbe potuto fare le porcherie che ha fatto agli italiani .

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 30/06/2016 - 09:08

Non è questione di "aprire a FI". Il problema è quello di dare all'elettorato la possibilità di scegliere il candidato preferito, abolendo il privilegio non democratico ed incostituzionale secondo cui l'80% degli eletti è destinato ad essere formato da "designati", cioè dai primi indicati in lista. BASTA CON IL PARLAMENTO DI NOMINATI!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 30/06/2016 - 09:08

Ci sono delle cose che non riesco a capire del nostro cav.In relazione alle recenti elezioni,l'imposizione di un suo candidato,equivalente ad allontanare gli altri componernti la coalizione e la conseguente perdita è stata fatta volutamente per un assist a renzi???? Ora che il fonzarelli è alle corde non vorrei che Berlusconi vada ancora in suo aiuto con l'opposizione consapevole ed il nuovo inciucio dell'Italicum.Perchè in questo caso è una presa per il c...o agli elettori del CDX.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 30/06/2016 - 09:10

Mi auguro che FI non ripeta il comportamento “irresponsabile” tenuto negli ultimi anni. Non si venda per un piatto di lenticchie, come fatto negli ultimi anni, altrimenti scomparirà come forza politica rappresentata in parlamento.

Ritratto di giordano49

giordano49

Gio, 30/06/2016 - 09:22

per impartire i SUOI ordini ! vade retro, chiudi la porta.! I Clandestini (mai eletti) non vengono accettati..!,sopratutto I MEGALOMANI..CHE PRETENDONO """" IMPORSI """" !!!! GO HOME !

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 30/06/2016 - 09:25

Mi auguro che FI non ripeta il comportamento “irresponsabile” tenuto negli ultimi anni. Non si venda per un piatto di lenticchie, altrimenti scomparirà come forza politica rappresentata in parlamento.

..SnakeJ..

Gio, 30/06/2016 - 09:33

COMPARUCCI di mille MERENDE

accanove

Gio, 30/06/2016 - 09:44

..ora....per coerenza sig. Brunetta dopo tante parole ci si aspetterebbe una "non trattativa" per lasciarlo con la sua "non maggioranza" e portare finalmente questo paese alle elezioni al primo grosso inciampo....o anche voi temete le elezioni e la perdita delle poche sedie rimastevi a favore di lega e m5S?

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 30/06/2016 - 10:15

Certo, un ammorbidimento sull'Italicum per poi chiedere il "si" al referendum. La mossa di Mr Bean è chiara. E Forza Italia non vede l'ora di accontentarlo. Coerenza ZERO. E poi fanno mille voli di fantasia sul perché l'elettorato NON li vota più...

carpa1

Gio, 30/06/2016 - 10:16

La legge elettorale, così com'era stata concepita a solo vantaggio del PD (vantaggio andato inesorabilmente in fumo), va cambiata senza concedere nulla in cambio alla boriosa, autoreferenziale, spocchiosa ed altezzosa "compagnia dei pirla" di renziana nomenclatura. Trattasi di una PORCATA tale che quella di Calderoli, da lui stessa definita come tale, è un dolce succulento.

unosolo

Gio, 30/06/2016 - 10:28

basta aiutare questo governo se prima non consegna i soldi rubati ai pensionati , appurato il furto Fornero dalla Corte Costituzionale , prima risarcisca pensionati e risparmiatori lasciando che le banche si indebitano , dopo solo dopo si potrà discutere ma senza risarcimenti non si da fiducia e no a prescindere come facevano contro la DX i PD.

Rossana Rossi

Gio, 30/06/2016 - 10:35

Basta con questi squallidi mercatucci da teatrino della politica, mandiamoli tutti a casa una volta per tutte........

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Gio, 30/06/2016 - 10:40

Attenzione a questo bugiardo megalomane ha già tradiuto Berlusconi una volta a tradito anche i suoi stessi compagni di partito E UN ESSERE POCO AFFIDABILE DI QUELLI CHE PIANGONO QUANDO HANNO BISOGNO E DOPO TI FREGANO E RIDONO ALLE TUE SPALLE. AIUTO SI MA A CERTE CONDIZIONI SCRITTE NERO SU BIANCO CHE SE NON LE RISPETTI RESTI LUI CON IL CERINO IN MANO

Rodolfo89

Gio, 30/06/2016 - 10:48

NOI VOGLIAMO MANDARLO A CASA ! VIA

Ritratto di centocinque

centocinque

Gio, 30/06/2016 - 10:58

FI ha perso la mia adesione da quando ha acriticamente appoggiato il governo del cancelliere della kulona per 11 mesi, proseguendo poi con Letta e il patto del Nazareno: impresentabili, del resto non si dimentichi che il genio che per primo propose l'accorpamento canone RAI con la bolletta della luce si chiama Paolo Romani.

Ritratto di SCACIOSO

SCACIOSO

Gio, 30/06/2016 - 11:04

Scopriremo i futuri verdini, chissa' se stanno maturando. Se cosi sara' Plasil per tutti !

sergio_mig

Gio, 30/06/2016 - 11:13

Qui si ha l'impressione che dell'Italia non glie ne frega niente a nessuno l'unica cosa è che tutti i partiti rimangano a galla per i loro sporchi interessi di bottega e di mantenere la poltrona. Altro che risolvere i problemi dei cittadini, di questo proprio non ne parlano, e questo la Germania lo ha capito che la politica italiana pensa solo a scannarsi senza pensare al paese e X questo ci deride e ci prende a schiaffoni..

Giorgio Mandozzi

Gio, 30/06/2016 - 11:19

Se dovessimo vedere anche questo sarebbe la ragione finale per non andare più a votare. Non voterei più FI. La legge elettorale va bene così: con il premio di maggioranza al partito che vince il ballottaggio e così sapremo chi ci governa e sapremo se fa bene oppure no. Non ci piace assolutamente l'idea consociativa che ha distrutto l'Italia dove conta solo la convenienza. Se FI non è in grado di vincere si domandi il perché e trovi le soluzioni. Che non sono l'accordo con Alfano, Fini e Casini. Grazie!

Blueray

Gio, 30/06/2016 - 11:24

Invece se FI appoggia di nuovo renzi i voti non si perderanno vero?

Libertà75

Gio, 30/06/2016 - 11:30

io ripeto che voterò "NO" non perché voglio cacciare Renzi, ma perché il referendum costituzionale rappresenta il mio pensiero di democrazia, e in base al tipo di democrazia che voglio decido cosa votare... Riforma costituzionale e legge elettorale sono distanti da una qualsiasi forma di bilanciamento dei poteri.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Gio, 30/06/2016 - 11:35

Tutti questi minestroni , basta ne abbiamo piene le scatole , cerchiamo di tornare ad essere un paese serio , elezioni e ricominciamo .........

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 30/06/2016 - 11:39

Cesare ai pirati che lo avevano fatto prigioniero promise soldi e gloria. Quelli lo liberarono, ma Cesare tornò col suo esercito e li massacrò...attenzione, perché Renzi si crede Cesare!

griso59

Gio, 30/06/2016 - 11:41

Renzi deve andare a casa subito e a Napolitano e Monti e tutti i senatori a vita togliere subito il grado.

little hawks

Gio, 30/06/2016 - 11:58

La critica facilmente condivisibile da chi non ragiona è che con l'Italicum si ha uno che può governare senza compromessi, come un dittatore, e si ha una serie di rappresentanti del popolo "designati" dai vertici partitici e non dai votanti. Ma onestamente, c'è qualcuno del popolo che lavora che può dire di conoscere i suoi rappresentanti? La preferenza serve a qualcosa oltre al controllo mafioso del voto? Basta con tutti questi mestatori perditempo, basta con questi deputati, senatori e portaborse che cambiano casacca per mestiere mentre il nostro paese, mal guidato, va verso la bancarotta, verso la perdita delle conquiste sociali, insomma verso la povertà.

Triatec

Gio, 30/06/2016 - 12:12

Che bello tutti insieme appassionatamente per distruggere quel poco che resta di questa Italia.

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Gio, 30/06/2016 - 12:18

al mio paese un proverbio recita così: quando uno sta affogando si aggrapperebbe anche ad un ferro rovente.

Lino.Lo.Giacco

Gio, 30/06/2016 - 12:43

sarei stato pronto a scommettere ero convinto che questo Giovane avesse l'intuito e le caratteristiche per amministrare il porcaio italico mi dispiace siamo sempre piu' nella merda e il futuro che percepisco e' drammatico per l'europa ma soprattutto per il nostro malridotto e codardo paesello! sollazzatevi con le vostre banche, i vostri imbrogli, i vostri vitalizi e pensioni d'oro.Morirete anche voi mi aguro tra le peggiori sofferenze questo meritate!

tRHC

Gio, 30/06/2016 - 12:45

A casa senza se e senza ma!!! Ma il bimbominkia non era quello del NO INCIUCCI????

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 30/06/2016 - 12:53

e poi c'è chi ritiene verdini un traditore...

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 30/06/2016 - 12:59

Ma si, li frega ancora per restare in sella. E fi ci casca. La lezione dello scorso anno non e' bastata.

agosvac

Gio, 30/06/2016 - 13:17

Sono convinto che renzi abbia ormai "perso il treno". L'accordo con FI l'aveva già col famoso o famigerato, secondo i punti di vista, "patto del Nazareno". Questo patto l'ha rotto lui perdendo ogni credibilità. Con il suo comportamento che oggi promette e domani non mantiene, come ci si può fidare di lui??? Certo in politica tutto è possibile, ma che FI possa vendere il NO al referendum con una modifica all'italicum che sarà comunque fatta mi sembra difficile!

unosolo

Gio, 30/06/2016 - 15:09

certo prima il cavallo di Txxxa lo portò Verdini vuoi vedere che il prossimo lo porta Alfano , cadere la prima volta dovrebbe essere costruttivo ma cadere una seconda volta è da pazzi , esperienze insegnano a non fidarsi di chi non ha rispetto delle minoranze e non rispetta le sentenze , questo la dice in tutto da come sono insediati , basta , a casa e niente più fiducia , le sentenze si devono rispettare altrimenti stiamo fuori dalla democrazia e la scala dei valori istituzionali , nessun organo ha preteso il rispetto della sentenza come mai ?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 30/06/2016 - 15:47

vuoi vedere che FI si scopre renziana?

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Gio, 30/06/2016 - 16:50

@stenos (12:59) Caro Stenos, "cascarci" non è il termine giusto perché implica ingenuità e non credo questo il caso.... Se gli fanno da stampella è per non essere esclusi dalla scena politica e partecipare alla greppia.