Renzi a Parma per gli alluvionati: Fiom e centri sociali lo contestano

Il premier dal sindaco Pizzarotti per un incontro sugli interventi del dopo alluvione. Tensione tra polizia e no global

Una contestazione a settimana, forse anche di più. Eppure Matteo Renzi continua il tour nelle fabbriche e nelle imprese che rendono grande l'Italia. Puntualmente, fuori da ogni stabilimento, il capannello di sindacalisti, operai e lavoratori che urlano, insultano e contestano il capo del governo. Oggi è stata la volta della Pizzarotti Costruzioni di Ponte Taro. Anche a Parma non sono mancate le scintille tra i manifestanti e le forze dell’ordine poco prima dell'arrivo del presidente del Consiglio.

Dopo aver visitato lo stabilimento della Pizzarotti, Renzi si è fiondato al Comune di Parma per incontrare i sindaci dei comuni limitrofi e fare il punto sulle recenti alluvioni che hanno devastato anche l'Emilia Romagna. Ed è stato proprio in via Mazzini, a pochi passi da piazza Garibaldi dove si affaccia il Comune di Parma, che infischiandosene dell'emergenza maltempo un centinaio di esagitati tra tesserati della Fiom e giovani dei centri sociali ha accolto il premier esponendo cartelli contro il governo. "Renzi presidente della Confindustria", si legge su uno. E "Vattene amico di Marchionne" recita un altro. Qua e là si è visto sventolare qualche bandiera rossa del Partito Comunista e della Fiom. Più volte i manifestanti hanno tentato di sfondare il cordone della polizia che si è vista costretta a effettuare un breve intervento di alleggerimento. "Siamo qui per dire che non ci vanno bene le politiche sul lavoro, che non ci va bene il jobs act - ha tuonato Antonella Stasi, funzionario della Fiom di Parma - anche Renzi non vuole incontrare i sindacati, noi siamo qui comunque".

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/11/2014 - 18:31

poraccio... renzi cerca la vittoria proprio tra quelli che invece cercano aiuto :-) anche loro dovranno pagare le tasse, e le colpe di questi disastri non saranno addebitate perchè i colpevoli sono TUTTI di sinistra :-) PSICOSINISTRONZI ma quanto siete coglioni? :-)

Ritratto di CADAQUES

Anonimo (non verificato)

vince50

Gio, 20/11/2014 - 18:37

Ma non sarebbe ora di definirli centri Asociali?,in quanto questo è il loro ruolo.Contro tutto e tutti in particolare se non aderenti alle loro ideologie malate e comunistoidi,melma nient'altro che melma(ho detto melma!!).

Ritratto di Bandierarossa

Bandierarossa

Gio, 20/11/2014 - 18:48

Bravi compagni! Contestate duramente questo governo al soldo dei padroni!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 20/11/2014 - 18:51

Renzi è finito: SILVIO lo ha smascherato ed il popolo ha capito che l'ebetino è il peggior presidente di sempre. Il popolo invoca SILVIO, vuole il governo dei moderati ed è stufo dei rossi.

Giampaolo Ferrari

Gio, 20/11/2014 - 19:11

### VINCE 50 ### Quello è il loro lavoro insultare,tirare sassi ai poliziotti,drogarsi,abitare in case degli altri,sono in parte figli o nipoti dei 68ttotini se faranno dei figli, non fanno il possibile di creargli benessere insegnargli il sacrificio il merito,si nascondono dietro le solite parole((mi sono arrangiato io si arrangeranno anche loro)) Il cervello bruciato dalla droga del nonno al figlio poi il nipote fa un insieme di cervelli bruciati.Il risultato lo vediamo.

giseppe48

Gio, 20/11/2014 - 19:17

perche la polizia non usa i cannoni ad acqua contro i scemi dei centri asociali magari con un po di sapone visto che puzzano di cacca

marchino.blu

Gio, 20/11/2014 - 19:19

Una bella lotta tra mortimerd e persilvio46... hahahahaah

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 20/11/2014 - 19:41

ERSOLAAAA ma che ci fai con quella ridicola bandiera comunista? ma non eri del M5S? :-)

angelomaria

Gio, 20/11/2014 - 19:44

SHOULD'Y!!!???

clamajo

Gio, 20/11/2014 - 21:26

Il comunismo è fallito ovunque...ma qualcuno lo vuole in Italia...

frabelli1

Ven, 21/11/2014 - 01:58

Fiom, Landini, centri sociali, loro contestano tutti, quindi nessuna novità da parte loro. Sarebbe stato più grave se non l'avessero contestato

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Ven, 21/11/2014 - 08:01

Comunque dagli ultimi eventi abbiamo imparato alcune cose. I comunisti "comunisti" hanno paura di Renzi. Temono di perdere le posizioni di privilegio fin qui mantenute. Non vogliono che in Italia prenda piede la meritocrazia. Tremano all'idea di dover lavorare per guadagnarsi uno stipendio. La seconda cosa che abbiamo imparato è che la FIOM, i centri sociali, e le bande organizzate per la contestazione violenta: sono manovrate dai comunisti "comunisti".