Renzi populista anti Ue. E subito Napolitano lo richiama all'ordine

L'ex premier minaccia Bruxelles, il presidente emerito lo bacchetta: Macron è europeista

Non è durata poi molto la trasfigurazione di Matteo Renzi in Emmanuel Macron. Il tempo di un fugace sguardo allo specchio, la scoperta di rughe in sovrannumero, l'affioramento del capello bianco di troppo, per non parlare delle «maniglie dell'amore». Da cui derivavano le prime ammissioni, affidate a un'intervista con il Quotidiano nazionale: «Anch'io andai al governo a 39 anni... Per il resto, lui è più giovane e più bello di me».

Ma per il segretario uscente-rientrante del Pd, partito ormai incatenato alla tradizione socialista (da ultimo anche per «merito» suo, che pensava all'operazione di facciata a costo zero), è tutta robetta di poco conto. L'importante era trarre subito il succo della prima vittoria del candidato francese. Così dichiarava tronfio che «la lezione è chiara: vince chi è in grado di rinnovarsi e soprattutto che si vince al centro». Nel frattempo, ieri accadevano però un paio di cose: la Corte dei conti europea bacchettava duramente la gestione dei migranti dell'Italia, con dati che dovrebbero indurre qualsiasi ultimo titolare di Palazzo Chigi a nutrire un vigoroso senso di vergogna per la penuria di argomenti a giustificazione. E il presidente emerito Giorgio Napolitano, con coerenza e pervicacia forse meritevoli di altra causa, rinnovava la propria scomunica per chiunque «indulga in concessioni alle polemiche populiste nei confronti delle istituzioni europee». Il fatto davvero importante, aveva spiegato ancora Napolitano a Repubblica, è che «Macron ha riportato questo primo grande successo grazie a un impostazione univocamente ed esplicitamente europeista. Quindi questa base di chiarezza e di coraggiosa prospettiva europeista - senza scivolare in polemiche ambigue e improduttive nei confronti delle istituzioni comunitarie, al di là dei loro effettivi limiti e delle indubbie esigenze di cambiamento - non condanna a perdere elettoralmente, ma anzi può far vincere...».

Ora ciascuno potrà liberamente notare la differenza di peso della «lezione Macron» secondo Napolitano e secondo quel che ne ha capito Renzi (ne ribadiamo il succo: «si vince al centro»). Ma è piuttosto nella pratica che l'ex-nuovo leader pidino sa distinguersi come si deve. Così, di fronte alla disastrosa organizzazione degli hotspot per l'accoglienza degli immigrati in Italia denunciata dalla Ue, la risposta di Renzi era tutta un programma politico. «Siccome noi ogni anno diamo 20 miliardi all'Europa e ne prendiamo indietro 12... io per tre anni gliel'ho detto con le buone... Adesso - e devo dire che il governo Gentiloni ha accettato questa linea - c'è un modo molto semplice di risolvere il problema: voi non mantenete l'impegno sui migranti? Benissimo, e noi non manteniamo l'impegno sui soldi...». Una linea così chiaramente macroniana, che Salvini potrebbe chiedere il rispetto del copyright. Se non fosse evidente, forse allo stesso Renzi roso dall'invidia, la portata storica dei due destini: «Lui è in corsa per la presidenza francese, io sto puntando alla guida del Pd italiano». E per fortuna.

Commenti
Ritratto di emo

emo

Mer, 26/04/2017 - 08:58

To, rieccolo arrogante, bugiardo e presuntuoso come prima e più di prima, con una faccia che solo il kulo in qualche modo può assomigliare e dopo aver pubblicamente dichiarato, assieme alla sua veste aretina, il ritiro dalla politica nel caso di vittoria dei "no" al referendum adesso lo ritroviamo più brioso, bugiardo e vile di prima. E poi l'emerito kriminale bastardo meridionale non ha ancora finito di massacrare l'Italia e gli Italiani? Ma la signora con la falce ha forse dimenticato questa schifezza oppure neppure satana vuole aver niente a che fare con una bestia di questo stampo?

istituto

Mer, 26/04/2017 - 09:01

Ma quale populista anti UE. Il bullo fiorentino fa parte anche lui della casta. È tutta una sceneggiata per rifarsi un'immagine e recuperare consensi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 26/04/2017 - 09:18

ragliate e rosicate, tontoloni di sinistra!!!

Invisibleman

Mer, 26/04/2017 - 09:20

e basta!!! non si possono piu' ascoltare ne uno ne l altro!

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 26/04/2017 - 09:40

Napolitano interviene sulla politica di Renzi. Evidentemente non conosce bene la Costituzione ovvero si crede ancora Presidente. Così è se vi pare.

tosco1

Mer, 26/04/2017 - 10:11

Questa è la più bella barzelletta della giornata. Da sbellicarsi dalle risate.! Da noi si usa dire " roba da chiodi.!"

piazzapulita52

Mer, 26/04/2017 - 10:29

x istituto. Hai ragione. Quello è il suo intento e non è detto che non ci riesca! Un popolo di creduloni buffoni come il nostro è capace di abboccare all'amo ancora una volta! CHE SCHIFO!!!

giovanni PERINCIOLO

Mer, 26/04/2017 - 10:30

La Francia ha il suo Macron, noi invece abbiamo il nostro me.don!

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Mer, 26/04/2017 - 11:14

@emo: svegliato male stamattina?

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Mer, 26/04/2017 - 11:21

Macron se diventa Presidente lo diventa perché eletto, non di certo attraverso trame di palazzo, quindi l'accostamento da parte di Renzi denota tutta la sua superficialità e arroganza.

Marcello.508

Mer, 26/04/2017 - 11:32

Augh! L'uomo della Three Eyes (come lo definisce il massone Magaldi) ha parlato e il wannabe s'è messo sull'attenti. Del resto analogie fra Macron (En marche!) e il ragazzo spazzola (L'Italia riparte) hanno simil comune denominatore "rothschildiano". La gente comune se lo domanda, guarda un po' più in là della punta del proprio naso: nazioni in mano a banchieri senza scrupoli? Dubito fortemente: il gioco del solito ping pong politico è duro a morire.

antipifferaio

Mer, 26/04/2017 - 12:17

Ancora ne parlano di questo buffone solo perchè si presume che il pd sia al 26%...ma solo si presume...ovviamente tutto taroccato...quando scopriranno invece che il pd, anche per i fessi pagati per dire menzogne alias giornalisti italiani, è al 16%, allora questa marionetta arrogante e spocchiosa sparirà dalla stampa e dalla politica...

compitese

Mer, 26/04/2017 - 12:27

Napolitano stai sereno!

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Mer, 26/04/2017 - 13:02

Vabbè dai, qualche argomento per farsi votare dovrà pur trovarlo... ormai su tutto il resto non gli crede nessuno, ma almeno le barzellete lasciamogliele!

ziobeppe1951

Mer, 26/04/2017 - 13:15

Kkkompagni che sbagliano

Silvio B Parodi

Mer, 26/04/2017 - 13:18

ma napolitano non dovrebbe essere in galera?????

Ritratto di makko55

makko55

Mer, 26/04/2017 - 13:23

Napolitano ? Salutatelo finché vi riconosce !!

Duka

Mer, 26/04/2017 - 13:28

Il bullo è TUTTO LO SCIBILE per lui è importante RITORNARE IN POLTRONA E STRAFOGARSI CON IL JET PERSONALE CHE LO INCENSA- Vuole sentirsi un grande anche se in realtà è un bischero.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 26/04/2017 - 13:44

Ma che vuole ancora questo dementello?? Non aveva detto che si sarebbe ritirato?? Cosa ci fa ancora tra i piedi. Non si vergogna? Ha portato il paese alla rovina ed ancora si ripropone. Ma ancora ci sono degli stupidi italiani che lo voteranno?? Bisogna far fuori tutti questi vecchi tromboni sfiatati che ci hanno portato alla rovina. Si vergognino, incapaci farabutti e fancazzisti. Spariscano.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 26/04/2017 - 13:57

Napolitano è il Quisling dell'Italia. Renzi è il ragazzo di bottega, ormai alla frutta. ne troveranno un altro giovane, di bell'aspetto, presente sui social, "rottamatore", "innovatore", da lanciare nell'agone elettorale per fregare gli ancora numerosi sempliciotti sinistrati e proseguire lo smantellamento dell'Italia

Marcello.508

Mer, 26/04/2017 - 16:38

Jaques Attali, supermassone oligarchico afferma:«Macron è una mia creatura». Attali appartiene alla stessa loggia massonica (Three Eyes) cui appartengono Napolitano, Draghi, Weidmann, Kissinger, Rockefeller etc. (dati rilevabili dal libro di Gioele Magaldi "Massoni, società a responsabilità illimitata") e che nessuno ha mai contestato da quel che so, fino ad oggi. Oramai si sentono così sicuri del fatto loro che non si nascondono neanche dietro le quinte, arroganti e sprezzanti come sono.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 26/04/2017 - 17:53

Ma comanda ancora? Allora siamo messi molto male.

Iacobellig

Mer, 26/04/2017 - 18:04

ANCORA QUESTO BUFFONE, MA NON SA PROPRIO TROVARSI UN LAVORO?