Renzi rottama i vertici di Fs per privatizzare a modo suo

Il premier privatizza a modo suo i vertici di Ferrovie e manda Verdelli a viale Mazzini per commissariare le news

Ieri il cda delle Ferrovie dello Stato è stato rottamato. Pardon, azzerato. In sostanza, si sono dimessi tutti i consiglieri per accompagnare alla porta i vertici con tanto di ringraziamenti da parte dell'azionista pubblico. Ovvero il ministero del Tesoro che risponde al premier Matteo Renzi, il «mandante» del cambio di due manager scelti da Renzi medesimo.

Si chiude, così, dopo solo un anno e mezzo la gestione dell'amministratore delegato Michele Elia e del presidente Marcello Messori arrivati a fine maggio del 2014. «Provvederemo rapidamente alla nomina del nuovo management», ha detto ieri il ministro del Tesoro, Pier Carlo Padoan e forse l'assemblea dei soci potrebbe essere già convocata per lunedì. L'ex sottosegretaria ai Beni culturali del governo Letta, Simonetta Giordani, è la candidata più accreditata alla poltrona di presidenza. Mentre in pole position per il posto di Elia c'è Renato Mazzoncini, ad della controllata Busitalia e artefice della privatizzazione nel 2012 - ai tempi di Renzi sindaco - dell'azienda di trasporto pubblico fiorentina Ataf.Le poltrone avevano cominciato a scricchiolare già a fine giugno. Quando il presidente del Consiglio aveva difeso pubblicamente le nomine dei manager promossi al vertice delle aziende a partecipazione pubblica indicando, però, soltanto tre nomi: Claudio Descalzi all'Eni, Francesco Starace all'Enel, Mauro Moretti a Finmeccanica. Semplice dimenticanza o ultima chiamata per i non citati? Se lo erano chiesti nei palazzi romani accendendo i riflettori sulle Poste e, appunto sulle Fs. Entrambe avviate verso la privatizzazione.

Mentre Francesco Caio - anche lui «selezionato» dal presidente del Consiglio - ha portato i postini sul listino milanese, il treno di Elia e Messori è deragliato prima di vedere la stazione di Piazza Affari. Lo scontro fra i due rallentava la corsa verso il mercato col traguardo fissato entro il 2016, è stato l'alibi di Renzi. Una coppia disomogenea: Elia, ingegnere e in Ferrovie dal 1975, è stato il collaboratore più vicino all'ex ad Mauro Moretti poi passato al timone di Finmeccanica. Messori è invece un economista e vecchio amico di Padoan (che ieri, sarà un caso, ha ringraziato prima lui e poi Elia non rispettando l'ordine alfabetico come si fa in questi casi). E le differenze sono diventate scontro aperto quando si è dovuto decidere cosa quotare.Nodo ancora da sciogliere, peraltro.

Perché il decreto preliminare varato lunedì da Palazzo Chigi prevede la cessione di una partecipazione non superiore al 40% (anche in più fasi) ma non stabilisce il perimetro oggetto dell'operazione: particolare su cui - ha spiegato il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Graziano Delrio - si lavorerà nelle prossime settimane. Di certo, la rete resterà pubblica. E proprio su questo punto erano dunque deflagrate le divergenze fra Elia, impegnato a difendere l'unicità del gruppo, e Messori favorevole a una riorganizzazione (proprio per questo nell'ottobre 2014 rassegnò le deleghe). A pensarla in modo diverso su questo sarebbero stati anche i ministri Padoan e Delrio, il primo più propenso per una vendita in blocco, il secondo non contrario allo scorporo della rete.Non solo. Una volta stabilito cosa quotare, il problema sarà riuscire a conciliare le attività nell'Alta velocità con il trasporto pubblico locale.

Le prime rappresentano la parte ricca dei ricavi, quella che può essere più facilmente apprezzata dal mercato. Ma che oggi appare meno brillante rispetto alla gestione precedente, con Moretti amministratore delegato. «Quando c'era lui le Frecce arrivavano sempre in orario», sostengono con una battuta alcuni osservatori ricordando l'attenzione quasi maniacale del manager per il controllo, la manutenzione, il segnalamento. Insomma, forse Renzi ha sbagliato a scegliersi il capo azienda. Ma chissà se un «autista» di bus gigliati sarà in grado di fare meglio.

Commenti

Giorgio1952

Ven, 27/11/2015 - 13:57

Renzi pigliatutto e voi rosicate perché è quello che voleva fare il Cav!

Gioa

Ven, 27/11/2015 - 13:58

RENZI L'ASSE PIGLIATUTTO...CON LA VITTORIA DELLA DESTRA VERRA' FATTA UNA LEGGE PER PUNIRE I PREMIER NON RATTOMATORI MA "PIGLIA TUTTO"... CON IL GIORO DELLE CARTE ABBIAMO L'ASSE PIGLIA TUTTO....E' UN VERO PECCATO CHE LE POLTRONE DA LUI ASSEGNATE PURE AI DIRIGENTI PUBBLICI GLI PERMETTANO DI AVERE TRASVERSALMENTE E "SOTTO COPERTURA", "PARTENDO DALL'ITALIA, MA OPERANDO DALLA TURCHIA"..NATURALMENTE IL TUTTO PAGATO DA NOI!!. GLI PERMETTONO DI MATENERE IL SUO "POSTERIORI AL CALDO" CON RELATIVO INCOLLAGIO ALLA POLTRONA....SIGNOR PAROLAIO IN ARTE RENZI ANCHE LA CATENA DI SANT'ANTONIO SI E' SPEZZATA....

moshe

Ven, 27/11/2015 - 14:09

Il putridume della sinistra avanza ...

unosolo

Ven, 27/11/2015 - 14:16

da mesi che sostenevo l'occupazione e ancora non ha finito di portarci parassiti istituzionali anche si hanno cariche usurpate .,.,praticamente costruisce un impero di parassiti e regala soldi per tacitare chi potrebbe capire l'occupazione, si evidenzia dal non fare conferenze con giornalisti interlocutori , si è scelto gli accreditati ma solo se la pensano come lui o sono solo suoi sostenitori gli altri non potranno mai fare domande se non concordate ma mai in diretta ovviamente , peccato .

unosolo

Ven, 27/11/2015 - 14:18

certamente le dimissioni in blocco della dirigenza fanno pensare male , potrebbe essere uno spostamento o un ricatto o forse un solo scopo per insediare altri parassiti amici del PCM.,.,

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 27/11/2015 - 14:25

Ma il PD una volta non si chiamava PCI, partito comunista italiano? Privatizzare le FF.SS.? Non sono iscritto al PD-PCI per cui concettualmente potrei non essere contrario, purché non si riveli un "affare" per qualcuno e siano garantiti gli Italiani che delle FF.SS. devono servirsi.

roberto zanella

Ven, 27/11/2015 - 14:36

bene se fa tutto quello che vuole è perchè Berlusconi ha mandato tutto in malora, non mi si venga a dire causa la Giustizia contro di lui , è vero, ma avrebbe dovuto pensare a un Presidente temporaneo , invece "faso tuto mi"così gli elettori non sono mai più andati a votare e il 9% di FI di oggi è il motivo per cui Renzi fa il pigliatutto , la Lega non basta fa quello che può così la Meloni. Molti elettori di destra sono stati illusi da Berlusconi a partire da quel novembre 2011 , altro che resistere , è scappato come un conoglio .

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Ven, 27/11/2015 - 14:42

QUESTO RENZI ORMAI E' UN MEZZO "DUCETTO".

timba

Ven, 27/11/2015 - 14:48

Giorgio1952. Io non rosico affatto, per Renzi poi... Mi limito a far notare come ai tempi, il Cav (eletto seguito regolari elezioni) per molto molto meno sarebbe stato (anzi, è stato) crocifisso sulla pubblica piazza proprio da chi come lei adesso, a parti invertite, si limita a dire: rosicate. Perché lui era il dittatore, quello degli editti bulgari, l'epuratore. Renzi (non eletto da nessuno) che in quanto a occupazioni, epurazioni, licenziamenti, "sparizioni" ha doppiato 3 volte il Cav, è invece un grande statista e sicuramente non ha conflitto di interessi.... Si rende conto di quanto siete ipocriti, moralisti della domenica ma soprattutto in malafede??

Ritratto di bgtony

bgtony

Ven, 27/11/2015 - 14:51

Con MISTER BEAN ci si aspetta di tutto e non e' finita. ITALIANI sempre pronti giu' a 90°

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 27/11/2015 - 14:56

Giorgio1952: come al solito i kompagni sinistrati pidioti fanno il processo alle intenzioni e non vedono invece la realtà. Tu caro giorgio invece cosa prendi???

ilbarzo

Ven, 27/11/2015 - 15:01

Voglio sperare che qualora dovesse tornare al governo la destra,si comporti allo stesso modo del bamboccio di Matteo,si prenda tutto e mandi a cacare coloro che protestano.Chi è al potere deve esercitarlo e questo Berlusconi non lo ha ancora capito,altrimenti adesso non avremmo un governo comunista.

linoalo1

Ven, 27/11/2015 - 15:04

Ed il Regime dell'Armata Brancaleone al Governo,contimua imperterrito nella conquista dell'Italia,senza nessun ostacolo!!!Grazie,Napolitano!!!!

antipifferaio

Ven, 27/11/2015 - 15:05

xGiorgio1952...quindi per lei renzie è come il Cav... C'è solo una "piccola" differenza: il Cav. ha sempre avuto un'anima e una coscienza cercando l'equilibrio e gli si può rimproverare che ha usato troppo il metodo "Cencelli". Mentre il vostro incapace bulletto è solo un vorace squalo ingordo che creperà (politicamente) affogato per il troppo magna magna... Quanto all'articolo, nulla di nuovo sotto il cielo. Ogni governo ha sempre cercato di piazzare i suoi nei centri nevralgici del potere. Comunque la differenza tra prima ed ora l'ho spiegata sorpra.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 27/11/2015 - 15:08

Intanto mister B e la ghenga di Fi si preoccupa di Salvini. M5s non pervenuto.

Antonio43

Ven, 27/11/2015 - 15:08

Le ferrovie dello stato quotate in borsa? Cosa cambierà per i pendolari? Cosa cambierà per le ferrovie del sud? Saranno quotate a parte? Tutti quei trenini che nel sud circolano sulle tratte secondarie, sempre vuoti o quasi, buoni solo a far tenere i passaggi a livello chiusi che sembra che se lo scordino per quanto tempo impiegano a riaprirli, quelli fanno parte del capitale delle FFSS? Ma tanto che fa? Quelli che contano mica possono pensare se i treni funzionano o meno, devono stare attenti che non gli freghino la poltrona, se no vedi che succede?

unosolo

Ven, 27/11/2015 - 15:20

per fare questi giochi di potere noi perdiamo soldi continuamente , stiamo facendo compere dilazionate , sono cambiali quindi siamo tornati negli anni 50 , ricordate il fatturato Italiano è ipotetico , praticamente sono soldi che devono uscire ancora ma industriali , banche e finanziarie anticipano quindi il bilancio è falso , la crescita tanto sbandierata è recessione , fino a quattro anni fa erano solo le ditte a comperare in leasing , oggi anche il pensionato deve per forza maggiore imitarle .,.,.,spendere sul pagamento rateale e regalare soldi ecco come campa il nostro governo facendoci fare debiti.,.,

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Ven, 27/11/2015 - 15:54

Ecco la differenza tra uno statista ed un politicante vecchia maniera. E l'età anagrafica non c'entra, renzi è il vecchio! Renzi arraffa tutto, pensa solo al potere, vuole restare PdC ad ogni costo pur non essendo mai stato eletto e sostenuto dal popolo. SILVIO, fece, quando era PdC eletto uno storico intervento sulla RAI: "(Io) alla RAI non sposterò neppure una pianta verde". Così si comporta chi pensa al popolo e vuole la LIBERTA' di informazione come presupposto alla DEMOCRAZIA, così SILVIO ci ha insegnato: LIBERTA', LIBERTA', LIBERTA'. Poi c'è chi si comporta come un piccolo dittatore, e lo è davvero.

Rossana Rossi

Ven, 27/11/2015 - 15:59

Le capre rosse tipo giorgio1952 non mancano mai di sentenziare stupidaggini. Che non abbiano il cervello per ragionare lo dimostra il fatto che non c'è proprio nulla da rosicare ma un piccolo particolare che loro non vogliono riconoscere e che invece è fondamentale: renzi è un USURPATORE mai stato in parlamento perchè MAI ELETTO e piazzato sul poltroncione da un vero colpo di stato ordito da quella figura oltraggiosa di vecchio comunista che avevamo a capo sello stato mentre Berlusconi AVEVA UN MANDATO DA ELEZIONI POPOLARI che nelle vere democrazie significa molto e quindi LUI SI' non essendo ABUSIVO aveva il diritto di scegliersi i collaboratori che voleva.....e scusate se è poco...........

Gioortu

Ven, 27/11/2015 - 16:13

Giorgio1952,allora è come il cav. in formato molto ridotto.

silvano45

Ven, 27/11/2015 - 16:16

sono veramente bravi come tutti i regimi occupano tutte i posti importanti o non nello stato nella burocrazia nelle commissioni nelle società nelle banche, nei giornali nelle tv nella magistratura,è voto di scambio io credo di si se fatto in questo modo comunque lo fanno bene credo che neppure nel ventennio erano riusciti a tanto!

cicero08

Ven, 27/11/2015 - 16:33

e, se fosse poco per rosicare, anche Repubblica sembra essere entrata nella sua orbita più stretta...

Duka

Ven, 27/11/2015 - 17:08

FERMATELOoooooo!!!! E' GIA' TARDI.

timba

Ven, 27/11/2015 - 17:22

Cicero08: di nuovo? Rosicare perché si è fatto pure Repubblica... ma piffavure... E' vero che Dio li fa e poi li accoppia.. D'altronde Repubblica è proprio come tutti i sinistrati: troverà assolutamente normale questa okkupazione totale di tutti i posti di comando (ripeto senza nessun investimento popolare), come pure che la banca del padre della Boschi sia stata salvata (nessun conflitto d'interessi?), che l'azienda di papà Renzi sia infognata a doppio mandato con la regione Toscana, che i procedimenti conto Sala per l'Expo siano stati... diciamo dimenticati in un cassetto, che....

routier

Sab, 28/11/2015 - 16:03

Entrare in tutti i gangli dello Stato. Era la politica del deprecato "ventennio". Il grande filosofo Giovanni Battista Vico diceva che la storia è fatta di cicli ripetitivi. Mica si sbagliava!