Renzi nega l'attacco all'Italia: "Solo manovre sulle banche..."

La miopia del premier: "Chiunque verrà ora in Italia, farà ottimo affare". Ma non vede che manine forti stanno preparando la strada per comprarsi a prezzi di saldo i crediti in sofferenza

"Il sistema è solido". Matteo Renzi non fa che ripeterlo. Eppure, nell'intervista rilasciata al Sole 24Ore oggi, ammette finalmente che il sistema Italia è sotto attacco. "C'è una manovra su alcune banche... - afferma - gli eventi di queste ore agevoleranno fusioni, aggregazioni, acquisti. È il mercato, bellezza". La tesi, portata avanti dal premier per nascondere la debolezza del governo che guida, contraddice l'allarme lanciato dal presidente dell'Abi, Antonio Patuelli, che proprio ieri non ha escluso che dietro all'ondata di vendite sui bancari ci sia prima qualcuno che specula al ribasso e poi "qualcun altro, che sembra superficialmente disgiunto sui mercati internazionale", che, "quando poi i prezzi sono infimu, arrivi a inghiottirsi il boccone preparato".

Dietro ai rovesci delle banche ci sono mani forti (e straniere). Scommettono sui crolli per poter poi comprare a prezzi di saldo i crediti in sofferenza. Come spiega oggi Rodolfo Parietti sul Giornale, in ambienti finanziari circola una ipotesi inquietante, "quella secondo la quale alcuni 'pesi massimi' avrebbero operato allo scoperto (cioè scommettendo sul ribasso) sui titoli bancari, mettendo così assieme un ricco tesoretto pronto per essere impegnato". L'obiettivo di questi squali è di preparare il momento in cui andranno a bussare alla porta delle banche, con l'intento di mettere le mani sulle sofferenze, ovviamente a prezzi di saldo, viste le perdite patite dagli istituti. Ma per Renzi tutto questo è fantascienza. "La tensione sul fronte bancario ci vede attenti e preoccupati - dice - ma può essere persino una buona occasione per il sistema del credito italiano, a condizione che si agisca presto e bene".

"Il Monte dei Paschi oggi è a prezzi incredibili", continua Renzi convinto che "la soluzione migliore sarà quella che il mercato deciderà". E, rivolgendosi direttamente agli investitori e ai risparmiatori, si mette a piazzare i gioielli del nostro Paese. "Gli analisti - aggiunge - sanno perfettamente che investire in Italia oggi è una ghiotta opportunità". Il rischio - ma su questo il premier tace - è che si ripeta quanto successo già l'anno scorso quando gli istituti hanno ceduto 12 miliardi dei codiddetti non performing loan con uno sconto dell'82% sul valore nominale.

A Palazzo Chigi, però, sono tutti concentrati sui continui attacchi subiti da Bruxelles. Colpi durissimi che minano la già esile credibilità del premier fiorentino nel mondo. E così, mentre il sistema Italia affonda a Piazza Affari, Renzi gioca a braccio di ferro con il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker. Un gioco al massacro in cui il vincitore è già scritto. "La flessibilità europea non è una concessione - ci tiene a puntualizzare - è una regola dell'Unione europea, un preciso impegno di Juncker e dei suoi. Io non ho cambiato idea. Credo neanche lui". Sulla legge di Stabilità sottolinea che non c'è rischio di correzione in primavera: "Stiamo parlando di qualche decimale di differenza, per una volta non ho sentito una critica". Poi il solito slogan: "L'Italia c'è, riparte. Con buona pace di chi scommetteva sul suo fallimento". Ma l'Italia che vede Renzi non è l'Italia che ogni giorno devono subire gli italiani.

Annunci
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 21/01/2016 - 09:08

ormai è un bugiardo patentato! chi gli crede più? :-) essendo di sinistra, esattamente al pari di ANDREA SEGAIOLO, TOTONNO58, GIORGIO1952, XGERICO, PONTALTI, LUIGITIPISCIO, SNIPER, DREAMER_66, ecc, non è credibile né attendibile!!

antipifferaio

Gio, 21/01/2016 - 09:57

Si stanno preparando a farci il cu.o a strisce...e questo buffone incapace nega tutto perchè è pagato per mandarci in malora e svendere alle multinazionali...in pratica "trattamento Grecia".

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 21/01/2016 - 10:27

Renzi nega sempre tutto,quando si affrontano argomenti scottanti. Interrogato sulla sua nascita, Renzi ha negato pure quella.

Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 21/01/2016 - 10:58

Il sistema è solido.Come faccia a definire solido un sistema con 200 miliardi di sofferenze lo sa solo lui:ma fa parte della maschera che indossa fin da bambino: quella di pinocchio.

stefano_5864

Gio, 21/01/2016 - 11:07

°italianistatefreschi

paolonardi

Gio, 21/01/2016 - 11:29

Quello che il contadino di Rignano chiama mercato e' l'esatto contrario di quello che dovrebbe essere. In una civilta' liberale le banche truffaldine, incluso anche il Monte, sarebbero dovute fallire con la galera dei vari CdA i cui membri sarebbero in galera con tutti i loro beni sequestrati per risarcire i clienti. Il mercato di matteo serve solo a sistemare i parenti ed amici a spese dei cittadini.

edo1969

Gio, 21/01/2016 - 12:30

mortimermouse , gufo rosicone, prendi la pillolina dai che il compagno renzi vi sta asfaltando tutti

marygio

Gio, 21/01/2016 - 12:38

sui crediti deterirati chi non capisce una mazza, e qua sono tanti, eviti di scrivere cazz.ate.

Fjr

Gio, 21/01/2016 - 12:43

Renzi come il pugile suonato alla Gassman

perSilvio46

Gio, 21/01/2016 - 12:51

Renzi mente! Oggi a Radio Padania Libera, l'economista Claudio Borghi Aquilini lo ha smascherato e ha chiarito alcuni punti chiave che il renzi si è guardato bene dal toccare: 1) La garanzia dei 100.000 euro sui conti correnti è una bufala, non c'è nessuna garanzia REALE. 2) La sudditanza alla Germania di renzi ha precipitato l'Italia nel baratro, noi abbiamo salvato le banche dei lander tedeschi e oggi, con i nostri soldi, la Merkel affonda le nostre Banche. 3) La situazione è senza via d'uscita se non si cambia governo, occorre che la strategia anti tedesca (non anti europea, sia ben chiaro) messa a punto dai grandi economisti Brunetta, Bagnai e Borghi Aquilini stesso venga applicata subito. Ma per farlo il CD Unito deve andare immediatamente al governo affinché la maggioranza che abbiamo nel paese si rispecchi nel governo del paese stesso. Mattarella agisca!

Triatec

Gio, 21/01/2016 - 12:53

Frottolo da l'impressione di un pugile ormai alle corde che da i primi segni di cedimento e cerca di reagire con piccoli show, proprio come un pugile suonato.

Rainulfo

Gio, 21/01/2016 - 13:49

Considerando che in Italia solo le banche ci sono rimaste......

HappyFuture

Gio, 21/01/2016 - 14:44

MPS:"la soluzione migliore sarà quella che il mercato deciderà"! Matteo: quanto più sei "ligio" all'economia 'selvaggia', tanto più l'Italia è sotto tiro della speculazione! Ma ci fai o ci sei?

Marzio00

Gio, 21/01/2016 - 14:45

@ perSilvio46: concordo con lei al 100%. E' chiaro che la UE è stato uno strumento utile alla Germania per arricchirsi e distruggere i propri cugini confinanti, e oggi ogni posizione chiave è in mano ad un loro rappresentante! Non bisogna essere di destra o di sinistra per capire che se andiamo avanti in questo modo compreranno a 4 soldi gli ultimi gioielli e spolperanno quello che rimane dei risparmi degli italiani! L' Italia deve ritornare alle elezioni e liberarsi dalla sudditanza teutonica stringendo accordi con Ungheria, Polonia, Slovenia, Francia e Spagna per mettere all'angolo il panzer tedesco. Ricordiamoci che i tedeschi hanno sempre cercato di fare i loro interessi a spese degli altri: le 2 guerre mondiali ci avranno insegnato qualcosa?

Rossana Rossi

Gio, 21/01/2016 - 15:32

La solita musica del pifferaio usurpatore incapace.......'va tutto bene madama la marchesa' invece ci sta facendo svendere anche il cu.o..........ma possibile che ci sia ancora qualche rimbambito rosso che gli crede e che niente e nessuno riesca a mandarlo a casa??????

Triatec

Gio, 21/01/2016 - 16:05

Marzio00 @ Sono pienamente d'accordo. Neanche ai tedeschi, che per due volte sono usciti pesantemente sconfitti, le 2 guerre non hanno insegnato niente. Non è da escludere che anche oggi possano uscire con le ossa rotte, vedremo....

vinvince

Gio, 21/01/2016 - 16:42

L' MPS è Banca dal 1472 ... Ha avuto la sfiga di cadere nelle mani della sinistra .... il resto è sui giornali di tutti i giorni ... BASTA SINISTRA

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Gio, 21/01/2016 - 20:10

Se c'è stato un attacco l'attacco è fallito: borsa di Milano +4%.

Arnolff

Gio, 21/01/2016 - 21:12

Renzi ha solo "orgoglio personale e non Nazionale o Culturale....Le "Icone" del Paese sono una ricchezza Culturale che le ideologie di sinistra vogliono demolire .....lui vede l'economia dal punto di vista massimalista di sinistra per cui tutto ciò` che e` capitalismo il suo Governo non può` farne parte, ....l'Orgoglio e` "capitalismo", le barriere ai clandestini e` "capitalismo", l'Espulsione dei Rom " e` "capitalismo" , le tasse basse e` "capitalismo" , la giustizia vera e` "capitalismo" , condividere i pensieri della Germania e` "capitalismo" , ecc...ecc....la parte peggiore di tutto quello che ho detto, e` che la 'Giunta' di Renzi con tutto il suo " entourage" di sinistra pensano che non solo sia "capitalismo" ma pensano anche che sia "fascista"....Renzi non sa` da che parte sta` la Vera Democrazia....!!! Toglietegli le fette di salsiccia che ha davanti agli occhi....