Renzi blinda l'Italicum: "Non ci sono i numeri per modificarlo". E nel governo si apre lo scontro

Renzi frena sull'Italicum: "Non vedo i numeri per modificarlo". Ma Zanetti lo zittisce: "C'è una maggioranza se Renzi gestisce voti del Pd"

"Oggi è il momento del dolore per le vittime di Dacca. In settimana incontreremo i capigruppo delle forze parlamentari". A L'Intervista di Maria Latella su Sky, Matteo Renzi ringrazia il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha deciso di interrompere il viaggio istituzionale in Messico per "accogliere le salme e stare vicino alle famiglie". "Credo che tutta la discussione politica debba essere all'insegna dell'interesse nazionale e della patria". Quello che però attende il premier nelle prossime settimane è un cammino in salita. Deve affrontare le opposizioni che gli daranno battaglia sul referendum, deve calmare la fronda interna al Pd che dopo il flop elettorale vuole un suo passo indietro da segretario e, soprattutto, deve mediare con i partiti di maggioranza per tenere insieme il governo.

Per Renzi non è un bel periodo. I sondaggi lo danno in caduta libera. Non sta meglio il Partitio democratico. In caso di elezioni il Movimento 5 Stelle vincerebbe a mani basse. E Luigi Di Maio, oggi come oggi, ha più appeal di Renzi sugli italiani. I problemi, poi, vengono anche dal Nazareno. Dopo la batosta alle elezioni amministrative, dove il Pd ha perso due città importanti come Roma e Torino, i dem chiedono al premier di lasciare il ruolo all'interno del partito. Ma Renzi non ci pensa nemmeno: "La dibattito nel Pd sul doppio ruolo di premier e segretario del partito è lunare". "Nel resto dell'Europa - fa notare - il capo del primo ministro è il premier, solo in Italia non è stato così per anni". Quindi, con buona pace della minoranza piddì che vuole la sua testa, Renzi si terrà strette entrambe le poltrone.

Nemmeno sul fronte dell'Italicum, di cui molti chiedono modifiche, è disposto a trattare. "Non vedo in parlamento una maggiornaza per una legge alternativa", dice. Ma a smentirlo ci pensa il viceministro all'Economia Enrico Zanetti. "La maggioranza necessaria c'è eccome - tuona il segretario politico di Scelta Civica - tutte le forze di centro che sostengono il governo e pure forze di opposizione come Forza Italia". È chiaro: per averla, a tutti questi, è necessario aggiungere il Pd di cui Renzi è, appunto, il segretario. "Quindi - lo incalza Zanetti - fuori dai tatticismi, su una modifica di questo tipo la maggioranza non c'è solo se il Pd non affronta al suo interno la questione una volta per tutte - conclude - sarebbe ora lo facesse".

E, se il fronte interno è caldo, lo scontro con le opposizioni è rovente. Secondo i sondaggi, il fronte del "no" al referendum sulle riforme costituzionali è in netto vantaggio. Lo stanno cavalcando i grillini e il centrodestra. Eppure conferma che la consultazione si terrà tra il primo e il 30 ottobre. Nessun rinvio, insomma. "Vorrei farlo il prima possibile...", dice. Poi aggiunge: "Non è su di me o su qualcun altro, anche se sono pronto a trarne le conseguenze". Negli scorsi giorni un'intervista di Fedele Confalonieri alla Stampa ha aperto il dibattito in Forza Italia su un eventuale appoggio a Renzi. Ma il premier nega che ad oggi ci sia la possibilità di rinnovare il patto del Nazareno. "Lo ha rotto Forza Italia perché non voleva votare Sergio Mattarella - dice il premier - credo che allora Berlusconi fece un errore".

Commenti
Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Dom, 03/07/2016 - 13:01

L'ultima speranza è che la continua ingestione di potere lo faccia esplodere, se non altro per obesità!

AH1A

Dom, 03/07/2016 - 13:03

Renzi è un Leader vero e lo sta dimostrando, anche se questo ai banabas non piace, ma vedo che Confalonieri inizia ad accorgersene...e non parla certo a caso...

Duka

Dom, 03/07/2016 - 13:17

Ha preso gusto. bella vita con JET personale pagato dai cogl.... italiani , dove mai troverà una cuccagna simile? questo lo smuovi solo con il forcone.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 03/07/2016 - 13:19

Renzi finora ha navigato in acque tranquille grazie al fiancheggiatore Berlusconi. Ora che Berlusconi non conta quasi piu` nulla, la maretta comincia a farsi sentire. Renzi e` palesemente inadeguato, e la carretta del mare su cui arranca si schiantera` sugli scogli del referendum, se non prima.

ilbarzo

Dom, 03/07/2016 - 13:22

Lunare? Te ne accorgerai tra qualche mese quando ti manderemo a casa.Sei un usurpatore di potere e tra l'altro anche del tutto incompetente,anzi sei proprio nullo.Gente del tuo stampo devono essere messi a ricoiprire lavori che non richiedono sforzi di testa,perchè a mio avviso tu hai si una testa ma senza nulla dentro.

Anonimo (non verificato)

magnum357

Dom, 03/07/2016 - 13:56

Presto renxie perderà ENTRAMBE le poltrone, troppo arrogante e pieno di sè !!!!!!!

carvan1234

Dom, 03/07/2016 - 14:06

Certo che Renzi è veramente incomprensibile per un Italiano, abituati, come siamo, a Primi Ministri sempre pronti ad accettare compromessi. Il confronto tra lui e tutti quelli che lo hanno preceduto è stridente. La dimostrazione, purtroppo, sta anche in FI, dove c'è gente, vedi Brunetta, che vuole cercare di abbatterlo a prescindere, perché il Rignanese sta facendo tutto quello che noi non siamo riusciti a fare, l'invidia gli schizza da tutte le parti. Ormai comunque penso che Renzi abbia i giorni contati. Ad ottobre basterebbe facilmente l'alleanza, che si disegna ogni giorno di piu', tra M5S e Lega per far fallire il referendum . Personalmente penso che finalmente dopo decenni di chiacchiere, avremmo l'occasione veramente di cambiare questo Paese,e prevedo che ancora una volta la perderemo. Ma in ogni caso MAI potrei votare come voteranno grillini e leghisti.

ziobeppe1951

Dom, 03/07/2016 - 16:20

AH1A...13.03...diciamo che il buffone più che LEADER è un LADER....beata ignoranza e per fortuna non esiste una Santa chiamata Ignoranza

cgf

Dom, 03/07/2016 - 16:51

Renzi non vede maggioranza per modifiche a Italicum? Provi a far votare la fiducia a scrutinio segreto e poi si metta a contare i numeri.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 03/07/2016 - 17:44

Caravan (petrol) 12345678 14e06, carissimo l'occasione per cambiare il paese c'era gia stata, quando nel 2005 fu approvata dal parlamento la DEVOLUTION che, oltre a ridurre a 100 il numero dei Senatori (da eleggere anzicchè nominare come avverrebbe ora) riduceva anche del 50% in piu anni il numero dei Deputati. Chi ha raccolto le firme per indire il referendum ABROGATIVO??? Gia dimenticato???? Quindi ora faremo la stessa cosa NOI è la DEMOCRAZIA BELLO. Quella Democrazia che i COCOMERIOTAS come Te APPREZZANO quando Vi da ragione e DISPREZZANO quando NO. Buen Domingo.

vince50_19

Dom, 03/07/2016 - 17:52

Basta leggere le (sagge) considerazioni di Imposimato in questa materia, per comprendere che l'Italicum è una schifezza molto simile al Porcellum e poi che è funzionale alle modifiche costituzionali (altra schifezza per mio conto) afferenti il senato. Alla fin fine l'Italia resterà un terreno politico in cui il giochino del divide et impera avrà sempre la meglio. Il tutto a favore di chi vuole sul serio rottamarci (in testa Troika, "bona@@ona" d'Amburgo e abbronzato di Chicago, ogni giorno).

linoalo1

Dom, 03/07/2016 - 18:15

Contro un REGIME,ragione o meno,è vano discutere!!!

luigi1947

Dom, 03/07/2016 - 18:23

Mi associo al commento di HERNANDO45 , abbiamo perso 10 anni ! la riforma del 2005 era ottima. ma guarda caso non piaceva al PD.

Libero1

Dom, 03/07/2016 - 18:37

Quello che da fastidio di questo buffone P-iDiota che con la solita arroganza crede che lui e la sua cricca abbiano il diritto di decidere le sorti l'ítalia malgrado non sono stati eletti dagli italiani.

giovanni235

Dom, 03/07/2016 - 19:44

Capire e sapere cosa farà Renzi in qualunque campo è facile:farà esattamente tutto il contrario di ciò che dice o che dice di voler fare.E' la cosa più semplice che esista.

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 03/07/2016 - 23:06

libero1 , non solo pensano di avere il diritto di decidere le sorti dell'italia, ma pensano anche di essere così bravi nel farlo, che ogni tanto si regalano come premio delle leggi ad clan mirate a salvare gli affari di famiglia.

Ritratto di pinox

pinox

Dom, 03/07/2016 - 23:18

libero1, si è preso anche il diritto di trasformare le banche popolari in spa, e questo non certo per fare gli interessi dei cittadini, e oltretutto guarda a caso, qualche suo amichetto casualmente aveva il portafoglio pieno di azioni di queste banche e ha guadagnato centinaia di migliaia di euro in plusvalenze in pochi giorni.....lui manovra l'italia,e di conseguenza c'è sempre qualche parente suo e/o della sua amichetta o qualche altro suo amico che ci guadagna.

Carmine Pirozzi

Lun, 04/07/2016 - 10:01

Renzi, sta piano piano scivolando sui suoi specchi, e non ha ancora capito che prima o poi, scivolerà completamente e cadrà a terra, o gli specchi si frantumeranno! Assume ogni volta un comportamento da dittatore: "ho deciso, e così si farà!". A me non mi pare che sia stato Berlusconi a rompere il Patto del Nazareno; lui voleva solo discutere con un minimo di apertura mentale, ma Renzi subito ribadì che la nomina del Presidente della Repubblica, è un compito del governo, ovvero SUO!!!

Libertà75

Lun, 04/07/2016 - 11:06

si chiama partito democratico, perché democraticamente devono essere tutti d'accordo con quello che decide il capo