Restyling all'ingresso della Camera, si amplia la "zona di rispetto"

Ai lati della "coda di pavone" di fronte al portone principale della Camera sorgeranno delle colonnine di pietra che saranno unite tra loro da alcune catenelle

L'ingresso della Camera cambia look. All'estremità della 'coda di pavone' antistante il portone principale della Camera sorgeranno delle colonnine di pietra che saranno unite tra loro da alcune catenelle.

I lavori, approvati dalle soprintendenze competenti, inizieranno entro giugno, ma la decisione è stata presa nel 2014 per rispondere all'esigenza di riqualificare l'arredo urbano senza dimenticare l'aspetto della sicurezza. Si tratta di cilindri di travertino simili a quelli che verranno sistemati 'a ventaglio' sui sampietrini tra la facciata di Palazzo Montecitorio e l'obelisco, erano già presenti nello stesso luogo nei secoli scorsi, come testimoniano vecchie stampe, e sono spesso usati davanti agli ingressi di molti edifici storici della città come il Quirinale. Questo è un restyling che arriva quasi 30 anni dopo l'ultimo che eliminò i cinque scalini che conducevano all'ingresso della Camera e si impedì alle automobili dei deputati e dei giornalisti di parcheggiare davanti al Palazzo.