Il ricatto muto di Renzi che parla di "dignità" solo a scalpo ottenuto

Il premier parla di "dignità" solo a scalpo ottenuto: dietro al silenzio ufficiale un pressing con ogni mezzo per scaricare Lupi. E il leader Ncd non lo ha mai difeso

C 'era una volta... un re. No, ragazzi, avete sbagliato: c'era una volta un pezzo di legno. L'attacco che avete appena letto, uno dei più celebri della storia, finora ritenuto «stravagante» almeno quanto le avventure di Pinocchio, è la prova provata che Carlo Lorenzini, in arte Collodi, scriveva con cognizione di causa. Aveva intuito l'avvento di Matteo Renzi.

Il quarto giorno, il pezzo di legno parlò. Le dimissioni di Maurizio Lupi, disse, «rappresentano un gesto di grande dignità, di grande sensibilità» fatto «sulla base di una valutazione politica». Una scelta giusta, aggiunse, «con motivazioni che capisco bene». Non si stenta a crederlo. Mastro Ciliegia, pur dedito al buon vino di Toscana, se la sarebbe bevuta alla grande. Arrivando forse a strabuzzare gli occhi solo di fronte all'ultima, assai stravagante, considerazione del pezzo di legno per sua natura un po' burlone e un po' spaccone. «Il rapporto personale e umano con Maurizio Lupi rimane quel che è. Anzi paradossalmente è più forte di prima e credo che lavoreremo insieme, lui nel suo ruolo di parlamentare e di autorevole leader di Ncd, nelle forme che quel partito vorrà prendere...».

Il nostro Pinocchio si sarebbe contenuto assai più del nostro Pezzo di legno, che ha ritrovato voce al termine di un pressing durato tre giorni, nel quale ha usato ogni mezzo, lecito e non. Dalla minaccia esplicita al buonsenso di «non avere un ministro delle Infrastrutture che per tutta la durata dell'Expo verrà sottoposto al fuoco di fila delle domande sui Rolex e sul vestito che indossa». Dalla promessa fatta ad Alfano di mantenere immutata la delegazione di quattro ministri, a quella a Lupi di concedere l'onore delle armi e sostegni per futuri recuperi di carriera. Una tenaglia che ha portato Alfano e Lupi, nell'ultimo vertice, a guardarsi negli occhi e sospirare: «È proprio un democristiano». Più di loro, assai peggio di loro. Una cottura con rosolatura a puntino, e tanto di raccomandazione alla corte: «Fidatevi. Non parlate, vedrete che si aprirà lo spazio per una decisione unilaterale di Lupi». Circostanza confermata inconsapevolmente da Lorenzo Guerini, vice reggente del Pd, che sulla scia del capo ieri ha spiegato: «L'interpretazione corretta è che il premier ha voluto lasciare a Lupi tempo e spazio per fare le sue valutazioni». Tempo e spazio: o mangi la minestra o ti butto dalla finestra.

Ricostruzioni «stravaganti», le ha definite Renzi, gallo che ha ottenuto l'uovo. «Noi siamo davvero garantisti, più volte ho sottolineato che non può bastare un avviso di garanzia per chiedere le dimissioni. Questo è un Paese che torna normale, dove ci si può dimettere indipendentemente dall'avviso di garanzia, e in cui i magistrati sono liberi di fare tutte le indagini del mondo, e più ne fanno e meglio è». Basta che non vi siano implicati quelli del Giglio; magie possibili nel paese dei balocchi. E dei pezzi di legno.

Commenti

fabriziocosentino

Sab, 21/03/2015 - 09:10

Ma il signor Renzi non era quel perbenista che richiedeva la sostituzione del governo in presenza di indagati ??? Renzi noi Italiani vogliamo votarci il governo

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 21/03/2015 - 09:29

Ecco quello che ci si deve aspettare da un viscido e squallido ministro dell'interno e segretario di NCD. D'altra parte tutti quelli di NCD sono un gruppo di traditori, eletti a destra ma andati a sinistra. Nelle loro tasche tracce evidenti di trenta denari. Squallidi.

pastello

Sab, 21/03/2015 - 09:49

Alfano si lava la coscienza? Diciamo che aveva intenzione di provarci ma per ora le ricerche non hanno dato alcun esito.

pastello

Sab, 21/03/2015 - 09:52

renzi ha parlato di dignità. Non prima di aver consultato un buon vocabolario...

giovanni PERINCIOLO

Sab, 21/03/2015 - 09:57

..."«rappresentano un gesto di grande dignità, di grande sensibilità»"... Bravo renzie! La domanda che si impone pero' rigurada renzie stesso. Sicuro di averne lui altrettanta di dignità?? Del quacquaraquà alf-ANO sapevano e dicevano tutti, ora é chiaro che renzie non é d

vince50_19

Sab, 21/03/2015 - 10:16

Questa squallida ed ignominiosa faccenda richiamma alla mia mente un vecchio detto siciliano .. "Cu è surdu, orbu e taci, campa cent'anni in paci" ..

swiller

Sab, 21/03/2015 - 10:21

Somari incompetenti, per non dire di peggio.

Anonimo (non verificato)

tormalinaner

Sab, 21/03/2015 - 11:29

Lupi ha avuto la pessima idea di entrare in un partito di traditori, e ha ricevuto quello che si merita. Cosa si aspettava da un quaraquaquà come Alfano. Comunque a Lupi va di lusso perchè nella Compagnia delle Opere un posto di dirigente lo trova sempre.

grandeoceano

Sab, 21/03/2015 - 11:38

Penso che con Alf-Ano siamo arrivati a livelli di pochezza miserrima come ai tempi di Fini. Non credevo fosse possibile, invece ...

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 21/03/2015 - 11:44

Il prezzo del tradimento, il prezzo di strisciare a favore del pd, il prezzo di essere solo degli utili idioti. La parola dignita abrogata dal vocabolario di ncd. 30 denari, oggi una poltrona.....non cambia nulla......

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 21/03/2015 - 11:54

Uno (alf-nano) per la poltrona ha tradito milioni di elettori fregandosene, l'altro - pseudo rottamatore - sta lì credendo di stare alla ruota della fortuna.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 21/03/2015 - 12:10

..."«rappresentano un gesto di grande dignità, di grande sensibilità»"... Bravo renzie! La domanda che si impone pero' rigurada renzie stesso. Sicuro di averne lui altrettanta di dignità?? Del quacquaraquà alf-ANO sapevano e dicevano tutti, ora é chiaro che renzie non é da meno!

Iacobellig

Sab, 21/03/2015 - 12:24

il buffone istituzionale di Renzi ora adotti la stessa pressione, che ha utilizzato per Lupi, anche verso tutti gli altri, sottosegretari e non come Boschi e Poletti, e pretendere le liro dimissioni!

Totonno58

Sab, 21/03/2015 - 13:06

Cosa c'era da difendere?!?...Lupi ha il "merito" di aver fatto quello che la quasi totalità dei politici italiani non farebbe mai, anche se colti in flagrante.

Tarantasio.1111

Sab, 21/03/2015 - 13:37

Pinocchio era Pinocchio...Renzi chi è? se non un golpista che comanda un paese agli ordini delle grandi holding.

tormalinaner

Sab, 21/03/2015 - 13:44

Sono contento delle dimissioni di Lupi perchè è tato colpito dalla stessa moneta il tradimento. Per quanto riguarda Alfano oramai siamo nel ridicolo è diventato una corrente del PD, un povero ominicchio che fa da zerbino a Renzi.

rosa52

Sab, 21/03/2015 - 13:45

se serviva un'altra prova dell'ipocrisia dei cattocomunisti,eccola servita !!!

Duka

Sab, 21/03/2015 - 13:47

Guardando e toccando con mano l'ignavia, la falsità, il tradimento fatto persona di Alfano viene il voltastomaco mentre l'ascolto del bullo fiorentino a commento delle dimissioni di UNO ONESTO viene da vomitare serpenti. Pensa forse che gli italiani siano tanto stupidi da non capire che è lui il mandante di queste dimissioni e che il ministero delle infrastrutture vuole che sia AFFAR SUO? Povero illuso!!!

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Sab, 21/03/2015 - 14:08

La “furbizia” la sanno gestire bene … non c’è che dire! Ma anche i “vuoti di memoria” per i 4 sottosegretari - targati PD - indagati, ma ancora al loro posto. Bah! Comunque, questa estate, tutti con Alfano a prendere il sole sulle spiagge del Mare Nostrum se, tra i barconi degli immigrati, sarà rimasto un po’ di posto.

Holmert

Sab, 21/03/2015 - 14:27

Il duo Renzi Alfano ha ripetuto ,con grande enfasi, in televisione e sui giornali, che Lupi ha fatto un gesto encomiabile e che ora il governo ne esce rafforzato più che pria. Va da sé, che quando c'era il ministro Lupi alle infrastrutture era come se non ci fosse nessuno tanto era insignificante. Altrimenti perché con la sua sostituzione il governo dovrebbe uscirne rafforzato? Signori, ma costoro pensano che noi portiamo la sveglia appesa al collo? (Ormai l'orecchino al naso lo portano in tanti).

Ritratto di Scassa

Scassa

Sab, 21/03/2015 - 14:31

scassa sabato 21 marzo 2015 Roba che Giuda ,davanti a questi personaggi,andrebbe a impiccarsi da un'altra parte ,per non sporcarsi !!!!!!!! scassa.

Vero_liberista

Sab, 21/03/2015 - 14:41

Ok, ma allora ripropongo la questione di fondo. Se questa è l’essenza etica, morale e il senso della legalità di Renzi e del suo Governo (che esistono grazie ai voti dell’NCD, quindi di Alfano&Co.) allora, proprio voi illuminati elettori del centrosinistra, ditemi come mai gratificate questo governo sempre con 11-12 milioni di voti per il PD,con 2-3 milioni di voti (quasi tutti al Sud) i democristiani di sinistra, NCD incluso, con i loro mille partitucoli e con i voti non quantificati dei grillini venduti e degli altri partitucoli localistici ecc., così che alla fine mezzo elettorato italiano poi al voto sostiene questa classe politica? Non è che anche se in privato starnazzate di legalità, lotta agli sprechi, antipolitica, anticaste ecc. poi nell’urna ipocritamente e per solo vostro opportunismo vi interessa solo votare chi vi garantisce di stare al potere e quindi il posto pubblico, il favoritismo utile, il clientelismo a vostro favore ecc. ecc.? Almeno tacete, ipocriti.

angelomaria

Dom, 22/03/2015 - 12:12

LA PROVA DELLA SUA COLPEVOLEZZA!!!