Rifiuti Roma, Cantone apre un'istruttoria sugli appalti dell'Ama

L'Anac, l'autorità nazionale anticorruzione guidata da Raffaele Cantone, ha aperto un'istruttoria su Ama, l'azienda che gestisce i riufiti nella città di Roma

Nella sempre più caotica situazione dei rifiuti di Roma ora interviene l'Anac. L'autorità nazionale anticorruzione guidata da Raffaele Cantone ha aperto un'istruttoria su Ama, l'azienda che gestisce i rifuiti nella Capitale. L'istruttoria si concentra, in particolare, sugli appalti per la gestione dei rifiuti. Ma cosa significa, cosa accade ora?

Prima di tutto l'Anac raccoglierà tutti i documenti necessari a ricostruire l'iter degli appalti e l'affidamento dei servizi. Sarà necessaria, ovviamente, la collaborazione dell'amministrazione di Roma. La Capitale, del resto, non è l'unica realtà su cui l'Anac sta cercando di fare piena luce, per quanto riguarda la gestione dei rifiuti: lo stesso è avvenuto, ad esempio, in Puglia, Sicilia ed altre zone d'Italia.

La Commissione capitolina per l'Ambiente ha dato parere favorevole alla scelta di Alessandro Solidoro, presidente dell'ordine dei commercialisti di Milano, alla guida dell'Ama, la
municipalizzata dei rifiuti di Roma, dopo che le dimissioni di Daniele Fortini. ''Abbiamo dato un segno di discontinuità con il passato - dichiara il capogruppo capitolino M5S Paolo Ferrara - si tratta di una scelta basata sulla competenza e sulla professionalità, non una scelta utile alla politica ma alla città''.

Intanto l'ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, punta il dito contro il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti: "Respingendo nella sua relazione odierna l'idea di costruire un termovalorizzatore per Roma, si assume ancora una volta un'enorme responsabilità nell'emergenza rifiuti. Nessuno di noi ama i termovalorizzatori, - spiega Alemanno - ed è evidente che il primo impegno è aumentare la percentuale di raccolta differenziata. Ma una città vasta e complessa come Roma non può rimanere senza un impianto adeguato a fronteggiare non solo la
quotidianità, ma soprattutto i momenti di crisi nella raccolta dei rifiuti".

Commenti

unosolo

Gio, 04/08/2016 - 14:45

eppure i termo valorizzatori farebbero risparmiare parecchi soldi , Roma e provincia potrebbero sfruttare almeno due impianti e recuperare anche energia , ovviamente la mentalità dei cittadini non recepisce la necessità non tanto per oggi ma per il futura dei nostri figli e nipoti , i termo valorizzatori esistenti non danno problemi e sono sicuri .

giovauriem

Gio, 04/08/2016 - 14:58

mah ! sarà ?

FVIT

Gio, 04/08/2016 - 15:01

Mi sbaglio o Cantone è quello che ha detto che negli scandali che stanno emergendo per l'EXPO milanese lui non c'entra nulla perché il suo compito non era quello del controllo sui subappalti??!! Ma di cosa stiamo parlando...! E poi stiamo a sentire un signore toscano, il più alto Dirigente dell'AMA, che scarica su una consulente le colpe della sua gestione demenziale? Roma non ha mai avuto alcun problema con i suoi rifiuti, ha sempre pagato molto meno che tutto il resto del Paese e non è neppure vera la mancanza di impianti di pre-trattamento, che è chiaro andrebbero completati da un termovalorizzatore. La realtà è che, al solito, quanto cerca di inserirsi nel sistema un "tecnico", la casta politica al completo cerca di espellere il "fastidioso corpo estraneo"!!

Beaufou

Gio, 04/08/2016 - 15:32

Cantone sfornerà le sue belle e dotte relazioni, intascherà con la consueta nonchalance le sue belle prebende...e tutto continuerà esattamente come prima, a giudicare dai risultati basati sul "lavoro" di Cantone. Ahahah.

Albius50

Gio, 04/08/2016 - 16:14

Cantone x EXPO ha lavorato solo x favorire il PD ora che ha Roma c'è M5S finalmente apre un inchiesta che da anni giaceva in attesa forse qualcuno del PD ha dato ordini chissà.

canaletto

Gio, 04/08/2016 - 16:29

COME AL SOLITO I PIDIOTI CHIUDONO LA STANNA QUANDO I BUOI SONO TUTTI SCAPPATI. INCHIESTA INUTILE, SERVONO DIRIGENTI DI DESTRA ED ONESTI NON I SOLITI LADRI DI SINISTRA E ALLORA LE AZIENDE PUBBLICHE ANDRANNO BENE

VittorioMar

Gio, 04/08/2016 - 16:40

...portare in tribunale tutti i libri contabili di tutte le attività partecipate romane e....poi cominciare la nuova gestione!!!

m.nanni

Gio, 04/08/2016 - 16:54

ma questo Cantone da chi è controllato? come mai non protestano i procuratori della repubblica competenti per giurisdizione?

fcf

Gio, 04/08/2016 - 17:35

Solo i termovalorizzatori possono risolvere lo sconcio della principale discarica a cielo aperto d'Europa a Roma.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/08/2016 - 17:47

Dovevano farlo almeno dieci anni fa. Comunque ben venga chi voglia mettere in luce le porcherie affaristiche dei politici romani e dei loro manutengoli affaristici.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/08/2016 - 17:49

Diteci chi è Cantone ed a chi è legato. Non vorremmo un nuovo chiacchierone sinistro.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 04/08/2016 - 17:53

"Il 27 marzo 2014 il presidente del Consiglio Matteo Renzi nomina Cantone presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, nomina confermata dalla commissione affari costituzionali del Senato all'unanimità.". Sarà anche un galantuomo, ma è stato nominato da Renzi, quindi non mi sta bene.

celuk

Gio, 04/08/2016 - 19:27

accidenti! prima era tutta colpa dei quattro anni di Alemanno, dopo cinquant'anni di social-comunisti e Pd....adesso la Raggi non si è neppure seduta e già ha fatto tutto sto casino...E' proprio vero per andare tutto liscio ci vuole proprio (e solo) un sindaco Pd...

elio2

Ven, 05/08/2016 - 08:18

Sono cose che si sapevano da decenni, da sempre, come mai solo ora il nominato dall'abusivo presidente del consiglio, si mette a indagare? forse perché prima al timone delle porcherie affaristiche, c'erano gli amici?