Riforme, Bersani a Renzi: "Sulla Costituzione non c'è disciplina di partito"

Nuovo altolà sulla riforma del Senato. La minoranza dem: "Nessuna trattativa, gli emendamenti restano"

Torna ad alzare la voce Pierluigi Bersani. Lo fa proprio nel giorno in cui, sulle riforme, si riapre il confronto in commissione al Senato, ed è convocata l’assemblea del gruppo Pd a Palazzo Madama con la presenza di Matteo Renzi. L’ex segretario Pd, dai microfoni di Radio anch’io, fa una premessa: "Non pretendo di dettare il compito". Subito dopo torna a ribadire che sulle riforme "c’è il libero convincimento di senatori che, davanti a temi costituzionali, non possono essere richiamati a una generica disciplina di partito".

Bersani sottolinea che "nessun partito nella storia di Italia ha mai richiamato alla disciplina davanti alla Costituzione". Nel senso che quando si decide di mettere mano alla Carta fondamentale è tutelata la libertà di ciascun parlamentare. L'ex segretario Pd chiede dunque "una soluzione condivisa rispetto alla quale tutto il Pd prende il suo impegno" e a Renzi manda a dire che "non c’è necessità di fare prove di forza, da nessun lato". Un invito, dunque, alla mediazione, rivolto sia alla maggioranza che alla minoranza del suo partito.

E su uno dei nodi cruciali, quello dell’elettività dei senatori: "Qui non c’è Bersani ma il libero convincimento di un numero di senatori con i quali - ammonisce - bisogna discutere e trovare una soluzione. Non mi risultato tentativi di mediazione, ho visto ricostruzioni prive di sostanza".

"Invece di ribadire non si tocca l’art.2, non si sa per quale motivo francamente", Renzi "avrebbe ragione di chiedere che una modifica all’articolo 2 sia blindata, che non si apra il vaso di pandora, che ci sia una soluzione condivisa rispetto alla quale tutto il Pd prende il suo impegno Quanto alla possibilità di raggiungere un compromesso sulla riforma costituzionale, "mi auguro di sì, credo sia possibile - risponde l’ex segretario dem - non c’è necessità di fare prove di forza, da nessun lato". Bersani ricorda l’accordo raggiunto sull’elezione del Presidente della Repubblica, in "assoluta lealtà. Se Renzi decide di parlare, parlerà con gente seria e leale".

La minoranza Pd: "Nessuna trattativa"

Al rientro dalla pausa estiva i senatori della minoranza Pd si sono incontrati per decidere la linea da seguire. Restano fermi i 17 emendamenti presentati. Tre sono quelli che si riferiscono al nodo dell’articolo 2, fra cui anche la proposta di diminuire da 630 a 500 i deputati. Nessuna spaccatura, dunque, né diversificazione di posizioni. Né, stando alle stesse fonti, sarebbe in corso alcuna trattativa con la maggioranza del partito.

Boschi: "La riforma passerà"

"La riforma del senato passa, questo problema nonesiste". Ospite a Otto e mezzo su La7, Maria Elena Boschi ha allontanato qualsiasi ipotesi di bocciatura della riforma del senato. "Le soluzioni tecniche ci sono - ha aggiunto il ministro delle Riforme - lavorando anche su altri articoli, non solo sul 2 (l’eleggibilità del Senato, ndr)".

Commenti
Ritratto di .nottiTaglia..

.nottiTaglia..

Mar, 08/09/2015 - 11:03

Oh, ragassi… siam mica qui a fare la permanente ai cocker

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 08/09/2015 - 11:43

Ancora ricatti? Renza avrà 1000 difetti, può piacere come no(mi metto tra questi), ma ha un pregio, va avanti a testa bassa, costi quel che costi.

bruna.amorosi

Mar, 08/09/2015 - 11:51

kompagno Bersani voterai voterai siete talmente disonesti che votereste pure il diritto di prima notte con le vostre figlie se lo chiedesse . siete degli incapaci e il fatto è che vi state anche zitti . intanto abbozzate e prendetevi l'art 18 e la riforma della scuola . e tutto il resto che verrà .PATETICI .avete fatto la guerra a BERLUSCONI? bene adesso attaccatevi alla serpe he avete in petto .e votate e CUCCIA.

agosvac

Mar, 08/09/2015 - 12:34

Sembra che il concetto espresso da bersani sia molto semplice: noi che ci opponiamo a Renzi, siamo disponibili a trattare, purché renzi faccia quello che diciamo noi!!! Evviva la democrazia!!!! C'è una cosa che non sono mai riuscito a capire: se odiano tanto Renzi, perché non lo hanno mai fatto cadere in uno degli innumerevoli voti di fiducia??? A quest'ora ci sarebbero state nuove elezioni e un diverso Parlamento, probabilmente non a guida PD, ovviamente il problema è questo: mantenere la poltrona il più possibile, poi....si vedrà.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 08/09/2015 - 12:58

SE TI STA SULLE PALLE IL BUFFONE COSA ASPETTI A SFIDUCIARLO, O SONO SOLO PAROLE LE TUE. AGISCI E CERCA DI ESSERE COERENTE CON QUELLO CHE DICI. ALTRIMENTI SEI COME IL BUFFONE.

i-taglianibravagente

Mar, 08/09/2015 - 14:11

Bersani che alza la voce? si, il chihuahua mannaro

Saltosaltello

Mar, 08/09/2015 - 14:25

Berlusconi e Bersani fanno il patto della Bettola e Matteo Renzi va per le terre...

Ritratto di .nottiTaglia..

.nottiTaglia..

Mar, 08/09/2015 - 14:49

quaquaraquà

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mar, 08/09/2015 - 14:56

Bersani parla: ...quante parole inutili per dire "ci sono anch'io"

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mar, 08/09/2015 - 15:11

bersani chi? esiste ancora???

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mar, 08/09/2015 - 15:11

No ! e' ancora vivo?

scorelv1

Mar, 08/09/2015 - 20:28

Abbiamo problemi enormi da affrontare (naturalmente, da bravi italioti non sappiamo affrontarli) e questo essere inqualificabile si preoccupa di beghe interne di partito. Gente incapace e disonesta....

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 08/09/2015 - 20:29

Il bello è che con quello che sta facendo Renzi, riempiendoci di parassiti africani e asiatici, e assumendo ogni settimana migliaia e migliaia di nuovi dipendenti statali, per certa gente come Bersani, Civati, Fassina, Camusso, non fa abbastanza. Dovrebbe importare e concedere "più diritti" ad ancora più parassiti, assumere e regolarizzare ancora più statali. L'Unione Sovietica in confronto a questi inumani relitti era una congrega di allegri paciocconi.

Borbone

Mer, 09/09/2015 - 01:05

Direi al signor gzorzi senza offesa e solo un di più che io avrei aggiunto, quel costi quel che costi se fosse giusto va bene altrimenti quel costi lo paghiamo noi cittadini, questo ha fatto solo danni e tanti in Italia, ecco come siamo classificati nel mondo, questo e come la carta da gioco il 4 a tressette che è l'ultima carta che conta cioè lo zero assoluto, questo signore se vogliamo chiamarlo così sa solo sparare ca22ate.