Riforme, Renzi ai senatori: "Da vostra tenuta dipende l'Italia". Ma Sel: "È solo un coatto..."

Il premier scrive ai senatori: "Con il vostro sostegno garantite la fiducia e la maggioranza al governo". Ma Sel non ci sta: " Al presidente del Consiglio piace fare il coatto, come si dice a Roma. Il bullo"

Le riforme sono al palo e il premier ne è consapevole. Probabilmente neanche lui si aspettava un percorso così pieno di ostacoli e di ostracismi. E così, Matteo Renzi scrive una lettera ai senatori esortandoli a deporre l'ascia di guerra. "C’è chi vuole bloccare tutto. E c’è chi vuole cambiare, iniziando da se stesso. Dalla vostra capacità di tenuta dipende molto del futuro dell’Italia. Siamo chiamati a una grande responsabilità: non la sprecheremo", scrive il presidente del Consiglio ai senatori aggiungendo che "con il vostro sostegno garantite la fiducia e la maggioranza al governo".

Sulla legge elettorale, scrive il capo del governo nella missiva, "abbiamo convenuto circa i punti fondamentali: chiarezza del vincitore, premio di maggioranza proporzionato, principio dell’alternanza ma la discussione del Senato consentirà di affrontare i nodi ancora aperti: preferenze, soglie, genere".

Per il premier, "solo le riforme strutturali ci consentiranno di essere credibili per usare la flessibilità necessaria a far ripartire l’occupazione e la crescita. Abbiamo mille giorni per riportare l’Italia a fare l’Italia. Dopo ognuno farà le proprie scelte in libertà e rispetto. Stiamo realizzando un’impresa, una legislatura nata con difficoltà può segnare una svolta nella storia repubblicana".

Una risposta all'appello renziano è arrivata da Sel. "La maggioranza cominci a ritirare la tagliola. Non può chiedere solo a noi il passo indietro", ha affermato, in una intervista a Repubblica, la senatrice Loredana De Petris, capogruppo di Sel, aggiungendo: "Renzi ci dia un segnale, ma reale, di disponibilità al confronto sulla riforma, e noi di Sel siamo pronti a ragionare. Al presidente del Consiglio piace fare il coatto, come si dice a Roma. Il bullo. Ma l’esibizione muscolare non porta da nessuna parte".

Commenti

Ettore41

Lun, 28/07/2014 - 13:29

Cari sinistri sinistrati ospiti di questo forum diteci:"era Berlusconi (che non ho mai votato) a non fare le riforme oppure sono stati la massa di cialtroni che siedono alle Camere a mettersi di traverso? La soluzione e' una sola ma purtroppo impossibile.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 28/07/2014 - 13:34

C'è chi fa er coatto e chi er frocio.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 28/07/2014 - 13:56

e c'è chi mente, truffa, imbroglia, inganna.... :-)

Duka

Lun, 28/07/2014 - 14:13

Che cosa significa "Tenuta Italia dipende da Voi" , frase rivolta ai senatori? O sono Io a non capire oppure il parolaio non ha avuto il coraggio di terminare la frase che avrebbe dovuto suonare così: " Tenuta dell'italia dipende da Voi se ve ne andate a casa subito" Ora capisco!.

vaigfrido

Lun, 28/07/2014 - 14:26

Ma SEL non dovrebbe nemmeno essere in parlamento . Entrata come Ulisse nel cavallo di troia del PD e subito defilata a dura opposizione . Che almeno tacciano !

Pimpinella

Lun, 28/07/2014 - 15:08

Volete fare le riforme? Bene, L'Articolo 67 della Costituzione della Repubblica italiana recita: « Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato » Grazie a questo quelli di SEL stanno ancora lì a far casino pur essendo stati eletti assieme al PD. Loro ora e molti prima di loro, gruppi misti e cialtronate del genere. Cambiate quell'articolo e forse torneremo a votare.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 28/07/2014 - 15:13

Caro Renzi, dopo i fallimenti di Monti e Letta al governo del Paese conseguenti a non saper individuare nella persecuzione fiscale da parte dell´apparato "pubblico" sopra la pelle della gente onesta, e delle imprese che chiudono, il motivo del dilagare della disoccupazione e della crisi che sta portando il Paese al disastro molti furono gli Italiani che videro nel tuo incontenibile desiderio di protagonismo la persona che finalmente avesse chiara la situazione del e che fosse capace di prendere le iniziative forti, rapide e non convenzionali che si avevano e si hanno bisogno per far uscire il Paese dalla impotenza e dalla corsa al disastro ... É terrificante rendersi conto come sotto a tanta volontá di protagonismo ci sia anche da parte tua solo volontá di potere e il piú ottuso, prepotente e feroce egoismo ... Nessuna capacitá della intelligenza di creare valore al Paese, agli altri e a te stesso, di vedere la realtá e indicare chiaro e forte la via da seguire ... Vai via, anche tu con la vigliaccheria del tuo becero, ottuso e sconfinato egoismo... Dai subito la opportunitá a qualcun altro che ne sia capace di prendere le severe misure che devono essere prese per ribaltare la caduta del Paese sopprimendo le forze parassitarie e dando impulso alle forze vitali produttive ... Non é la dittatura della indifferenza, della ottusitá, della ignoranza, della menzogna, della demente prepotenza di gentaccia come te la soluzione per salvare il Paese dal disastro della totale barbarie.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 28/07/2014 - 15:19

Caro Renzi, dopo i fallimenti di Monti e Letta al governo del Paese conseguenti a non saper individuare nella persecuzione fiscale da parte dell´apparato "pubblico" sopra la pelle della gente onesta, e delle imprese che chiudono, il motivo del dilagare della disoccupazione e della crisi che sta portando il Paese al disastro molti furono gli Italiani che videro nel tuo incontenibile desiderio di protagonismo la persona che finalmente avesse chiara la situazione e che fosse capace di prendere le iniziative forti, rapide e non convenzionali che si avevano e si hanno bisogno per far uscire il Paese dalla impotenza e dalla corsa al disastro ... É terrificante rendersi conto come sotto a tanta volontá di protagonismo ci sia anche da parte tua solo volontá di potere e il piú ottuso, prepotente e feroce egoismo ... Nessuna capacitá della intelligenza di creare valore al Paese, agli altri e a te stesso, di vedere la realtá e indicare chiaro e forte la via da seguire ... Vai via, anche tu con la vigliaccheria del tuo becero, ottuso e sconfinato egoismo... Dai subito la opportunitá a qualcun altro che ne sia capace di prendere le severe misure che devono essere prese per ribaltare la caduta del Paese sopprimendo le forze parassitarie e dando impulso alle forze vitali produttive ... Non é la dittatura della indifferenza, della ottusitá, della ignoranza, della menzogna, della demente prepotenza di gentaccia come te la soluzione per salvare il Paese dal disastro della totale barbarie.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 28/07/2014 - 16:28

Il Paese ha bisogno del decreto di fallimento dello stato italiano e della conseguente dismissione di tutto il suo apparato parassitario ... Che qualcuno lo faccia subito ... Prima che si faccia sotto qualcun altro con la ghigliottina ... Perché a questo ultimo, chiunque sia, giá nessuno piú scalzerá dal potere.

Gioa

Lun, 28/07/2014 - 16:43

RENZI TENUTA ITALIA DIPENDE DA TOGLIERE TE E MANDARTI A CASA...ALLORA SI' CHE NOI POSSIAMO TENERE L'ITALIA, SENZA TE RENZI SOPRANNOMINATO OLTRE CHE BOMBAROLO DI PONTASSIEVE (FI) "ER BULLO" DE ROMA CAPOCCIA... FORZA ITALIA NUOVA PER TENERE L'ITALIA COME VOGLIAMO NOI NON COME QUESTO RENZI: "ER BULLO"...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Lun, 28/07/2014 - 17:22

Pidocchio ... Apprendi da Gorbachov: fallimento e liquidazione dello stato parassita ... É questo che ha bisogno il Paese ... La intelligenza di qualcuno che lo faccia in modo ordinato e rapido ... Prima che il caos e la barbarie si impongano totalmente ... (Ma come puó un vigliacco, ottuso e prepotente pidocchio essere alla altezza della intelligenza di un Gorbachov?)

swiller

Lun, 28/07/2014 - 17:39

Politici = branco di criminali.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 28/07/2014 - 17:57

Ettore41 - Era Berlusconi a non fare le riforme, visto che controllava una enorme maggioranza dei "cialtroni in Parlamento". Quando 'volle, fortissimamente volle' fare le riforme vitali per se e le sue aziende, le fece, altroche'. Quando non erano prioritarie per i suoi fini personali, non vi si concentro` piu` di tanto e si lascio` impantanare, dando la colpa alle procedure, alle leggi, a Casini, a Fini, ai comunisti, ai giudici comunisti, alla stampa comunista, al maltempo, alle cavallette,....vabbe`, che glieli elenco a fare, i giornali li avra` letti anche lei in questi anni.

Ritratto di pravda99

pravda99

Lun, 28/07/2014 - 18:08

P.S. Quanto a Renzi sono d'accordo con tutti voi (e non so se mi devo preoccupare di piu` io o voi...)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 28/07/2014 - 18:26

No.E' solo un coyote. E più coyote di lui chi , da destra, l'appoggia.

Iacobellig

Mar, 29/07/2014 - 06:21

il bullo incompetente non eletto in cerca solo di apparire qua e là farebbe bene a dimettersi, ma i privilegi tutti, anche economici lo tengono incollato alla poltrona!

bilancino

Mar, 29/07/2014 - 06:53

O Renzi parli bene ma poi vedi che le tue riforme non vengono votate dai tuoi stessi compagni? Le riforme strutturali del Parlamento, della legge elettorale e dell'economia sono tuoi punti interessanti (piacciono anche a Berlusconi)e te ne viene merito però ci sono i vecchietti che non vogliono rinunciare ai vitalizi e al potere. Devi sperare che Silvio ti dia una mano libertaria altrimenti crolli disperato.

maricap

Mar, 29/07/2014 - 10:10

Ptravda69 , un nome una garanzia. Se la strada è in forte salita per il PD, pur appoggiato da Forza Italia, NCD ed altri, come avrebbe potuto solo Berlusconi fare le riforme? Ma è più facile che un cammello passi per una cruna d'ago, che la faccenda entri in testa a uno come te, ancora legato a Bandiera rossa la trionferà. Ma va, va a cagà.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 29/07/2014 - 10:39

Sbagliato. E' solo un coyote.