Rifugiati siriani intoccabili Ma potrebbero spedirli da noi

Le convenzioni internazionali impediscono alla Merkel i rimpatri in Paesi in guerra. Lecito invece rimandarli nei Paesi d'arrivo europei

Per Angela Merkel sono tempi duri, dopo Colonia. Perché la Cancelliera tedesca rischia di impiccarsi alle sue stesse dichiarazioni sui rifugiati. Si è detto quest'estate che i profughi se li sceglieva tra i più utili ed istruiti quando apriva le porte soprattutto ai siriani in fuga dalla guerra. Ma le aggressioni alle donne di Capodanno da parte soprattutto di stranieri le hanno imposto di mostrare il pugno di ferro e ha annunciato: «Chi ha sbagliato sarà rimpatriato, anche se è un profugo o richiedente asilo».Tra i violenti in azione non solo a Colonia (516 denunce), ma ad Amburgo (153) e in altre città sembra che più della metà sia appunto di rifugiati o aspiranti tali. Tra i primi arrestati ci sono 4 siriani, 5 iraniani, un iracheno, 9 algerini, 8 marocchini, un serbo. E nel dossier della polizia si citano frasi arroganti del tipo: «Sono siriano, dovete trattarmi amichevolmente, mi ha invitato Frau Merkel». Un altro, «con un ghigno», ha strappato un permesso di soggiorno, ironizzando: «Non potete farmi niente, domani me ne prendo un altro».Situazione davvero delicata per la Cancelliera perché, al di là delle frasi ad effetto, si sa che il rimpatrio dei profughi in Paesi in guerra o comunque ritenuti non sicuri, dove sono minacciate le minoranze, è assolutamente vietato dalle convenzioni internazionali. Per il principio di non-refoulement (non respingimento) della Convenzione di Ginevra, nessuno può essere rispedito su un volo charter in una patria dove rischia la vita, il carcere, la tortura.A novembre i ministri degli Interni dei 28 membri Ue hanno lavorato all'accordo sulla politica europea dei rimpatri dei migranti che non hanno diritto alla protezione internazionale, ma hanno rinviato al 2016 l'adozione della lista dei «Paesi di origine sicuri». Non concordano soprattutto sull'inserimento della Turchia. Proprio questo potrebbe essere uno dei Paesi terzi destinatari dell'espulsione di profughi che di lì sono transitati, ma secondo l'accordo di Dublino anche Stati europei come Italia, Grecia e Spagna potrebbero vedersi recapitare il pacchetto di profughi, se sono arrivati sul territorio prima di andare in Germania.É questo che ha in mente la Merkel, per aggirare le regole Ue e quelle internazionali, secondo le quali qualsiasi cosa facciano i profughi, ad esempio siriani, non possono essere espulsi verso casa loro? L'eurodeputata del Ppe Lara Comi presenterà un'interrogazione parlamentare a Commissione e Consiglio europei proprio sulla questione.La Cancelliera afferma che le leggi attuali in Germania sono «insufficienti» e vanno riformate «nell'interesse dei cittadini tedeschi, ma anche della grande maggioranza dei rifugiati che sono con noi». Il suo partito, l'Unione cristiano-democratica, propone, nella Dichiarazione di Magonza, di escludere dal diritto di asilo i rifugiati condannati anche a meno di 2 anni di carcere (oggi è questo il tetto per l'espulsione), alleggerendo le limitazioni per il rimpatrio di chi compie reati. Proposte sulle quali la Cdu cerca l'assenso dei partner socialdemocratici della Grosse Koalition con la quale governa.Non aiuta la Merkel la notizia sull'ultimo attentatore solitario di Parigi che, si è scoperto, viveva in Germania proprio in un centro rifugiati. Berlino nel 2015 ha visto arrivare un milione di richiedenti asilo, a settembre ha introdotto i controlli ai confini ma la media degli arrivi è di 3.200 al giorno e non tende a diminuire. Profughi che quando entrano non si possono facilmente buttar fuori. Salvo rispedirli, senza troppi complimenti, magari proprio da noi.

Annunci

Commenti

vince50_19

Mar, 12/01/2016 - 08:18

Secondo i trattati di Dublino potrebbero rispedirli nel luogo di approdo se fa loro comodo. Rimandarli in Siria? E no, costerebbe troppo e poi rischierebbero la pelle: poveri ragazzi senza gnocca!!! Avanti signori, qui c'è posto per tutti, anche per chi, profugo o rifugiato, delinque. Sora Angela: far loro un bel processo e metterli in galera, no? Se così fosse, vediamo che farà bimbom...

Emilia65

Mar, 12/01/2016 - 08:34

Troppe le differenze di educazione. Integrazione impossibile, rischio di perdita di identità della nostra società. La mia idea è di rispedirli tutti a casa senza troppi complimenti.

apostrofo

Mar, 12/01/2016 - 08:42

QUESTO IL PRINCIPALE PERICOLO ORA PER NOI. LA REAZIONE DEL POPOLO TEDESCO SPINGERA' MOLTI MIGRANTI VERSO PAESI PIU' OSPITALI. CHI PIU' DELL'ITALIA ? LA MERKEL DOVRA' MOSTRARE DI FARE QUALCOSA PER ACCONTENTARE I TEDESCHI E RICACCERA' VIA QUELLI CHE LEI STESSA HA INVITATO,MA NON POTENDOLI RIMANDARE NEI PAESI IN GUERRA DA CUI PROVENGONO, LI RICACCERA' NEI PAESI DI PRIMA ACCOGLIENZA: L'ITALIA. L'AUSTRIA STENDERA' LORO UN TAPPETO ROSSO PER IL TRANSITO VERSO IL NOSTRO PAESE,IL QUALE SARA' LIETO,DISGRAZIATAMENTE,DI ACCOGLIERLI SENZA RISERVA COME AL SOLITO. COSì SAREMO STRETTI TRA QUELLI CHE VENGONO DAL SUD E QUELLI CEH RITORNANO DAL NORD. IL PD ? FELICISSIMO !

disturbatore

Mar, 12/01/2016 - 08:44

"Non aiuta la Merkel la notizia sull'ultimo attentatore solitario di Parigi che, si è scoperto, viveva in Germania proprio in un centro rifugiati" Anche 4 degli attentatori al WTC avevano vissuto e studiato in Germania, nella ricca Amburgo . Solo un anno prima degli attentati erano emigrati negli stati uniti

Ritratto di DVX70

DVX70

Mar, 12/01/2016 - 08:45

Saranno contentissime le sboldrine, le maraini, i vauro e i 'franceschi' di turno....

giovanni951

Mar, 12/01/2016 - 08:45

rispedirli da noi? deve dimostrare che sono sbarcati da noi....e comunque basta fermarli alla frontiera. Certo, ci vogliono le palle da parte di pittibimbo e non so se le ha.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mar, 12/01/2016 - 08:46

E noi li accoglieremo con tutti gli onori, e loro faranno figli come conigli, e le città si riempiranno di risorse islamiche, e noi pagheremo felici e voteremo con gioia il primo partito d'Italia, il PD. Non è un'allucinazione, è la realtà!

elgar

Mar, 12/01/2016 - 08:49

Gira che ti rigira il cetriolo va sempre a noi. Che siamo i più fessi di tutti. La Merkel dopo aver fatto la splendida si è resa conto della caz..ta che ha fatto. E cerca di metterci una pezza a colori.Noi se facessimo la stessa cosa saremmo chiamati razzisti e xenofobi da una sinistra che ormai non può smentire ciò che per anni ha caldeggiato. Si darebbe, come si dice, la zappa sui piedi. Anche la Merkel se l'è data ma lei può. Noi non possiamo. Dobbiamo prenderlo in quel posto e fare silenzio. Lei è la Marchesa del Grillo ovvero "io so io e voi nun siete un cxxxo". Alla faccia dell'Europa unita e della "fratellanza tra popoli" e di altre balle che ci hanno sempre raccontato.

marcomasiero

Mar, 12/01/2016 - 08:55

la colpa del casino europeo è italiana visto che NON abbiamo opposto resistenza all' arrivo dei primi barconi ! guardate un pò se trovate notizia di barconi che sbarcano in Spagna !!! ZERO dopo i primi colpi di cannone gli abbronzati ci hanno pensato su due volte !!!

giolio

Mar, 12/01/2016 - 09:08

chi lo dice che dovremmo assoggettarsi a tutte le inique convenzioni internazionali .Basterebbe documentare in quale degrado si vive da noi e le convenzioni non ce li farebbero neanche applicare con la forza

blackbird

Mar, 12/01/2016 - 09:11

E già. Cosa saputa e risaputa. Ma non credo che Austria, Spagna e Turchia accettino di ritrovasi in casa persone "invitate" direttamente da dalla frau in Germania! Per l'Italia, naturalmente il discorso è diverso. Se un rifugiato commette reatil lo si potrà, forse, mettere in carcere, ma giammai rimandare a casa sua! Sono gli accordi internazionali bellezza! Firmati quando c'era la guerra fredda e il mondo era un posto tranquillo.

mariolino50

Mar, 12/01/2016 - 09:13

Così vengono protetti i vigliacchi che invece di combattere in patria scappano all'estero, e poi dove arrivano bisogna tenerli per forza.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 12/01/2016 - 09:26

lo dissi che lei li manderà da voi dato che voi italiani con in vostro governo rosso siete la pezza da piedi della Europa e come tale vi trattano da comunisti.

epc

Mar, 12/01/2016 - 09:43

Buzzi ed i suoi referenti politici sono felicissimi! "Aho, gli immigrati rendono più della droga!"

blackbird

Mar, 12/01/2016 - 09:44

@franco-a-trier_DE: Penso proprio che in questo caso abbia ragione, purtroppo!

giovanni PERINCIOLO

Mar, 12/01/2016 - 10:05

Sono sempre stato per una EU diversa e da cambiare profondamente restandoci dentro ma se dovesse veramente realizzarsi un simile progetto ritengo che la misura sia stata colmata e non valga proprio più la pena di lottare. Valga la pubblicità di una banca : non cercare di cambiare la tua banca, cambia banca alias non cercare di cambiare la UE cambia UE ... con chi ci sta e senza frau kulona e paesi nordici "perfetti"!

Ritratto di Xewkija

Xewkija

Mar, 12/01/2016 - 10:08

Questi accordi internazionali andrebbero modificati alla luce dei fatti dell'epoca attuale. Pare evidente il loro anacronismo, tanti ne approfittano per fregarci. I "siriani", sempre che non siano iracheni, afgani o pachistani con documenti falsi, potrebbero tornare in Turchia, dove vivevano da anni.

Ritratto di libere

libere

Mar, 12/01/2016 - 10:52

Questo è il rovescio della medaglia della efficienza teutonica. Anche i processi distruttivi sono accelerati dal sistematico efficientamento. Niente di più piacevole che sedersi in poltrona e assistere alla rapida decadenza di Frau Kulonen, al disfacimento della società krukka, alla putrefazione della loro supposta superiorità. E forse, vedendo tutto ciò, persino i minus habens di casa nostra, dai renziani ai bergogliani, decideranno di correre ai ripari.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 12/01/2016 - 10:58

Ma no! Accogliamoli tranquillamente. Anche perchè, più passa il tempo, e più i babbei nostrani si convincono che gli avvenimenti tedeschi siano stati il frutto avvelenato di un complotto ordito dai...nazisti.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Mar, 12/01/2016 - 11:11

In realtà il punto di approdo sarebbero Turchia e Libia e non l'europa. Di cosa si parla. Poi e da vedere se sono Siriani. 80% sono africani e maghebrini o altro. In ogni caso la guerra civile in europa è stata prevista da tempo, ma i politici non ci hanno creduto, ma addesso si ne hanno paura. Vediamo che succede.

swiller

Mar, 12/01/2016 - 11:39

I veri colpevoli sono gli imbecilli che ci governano.

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 12/01/2016 - 12:17

In effetti sarà così, visto le balle che racconta la Merkel sulle espulsioni, Renzi ha fatto scuola, visto che i siriani non saranno rimandati in Siria li ritroveremo a festeggiare il prossimo capodanno per le piazze italiane

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Mar, 12/01/2016 - 12:26

Complimenti al piddì per il fiuto e il perfetto tempismo con cui non si lascia sfuggire tutte le occasioni per rimpolpare il suo bacino di voti (anzi, più che rimpolpare, in questo caso bisognerebbe usare il verbo ingantire). In vista infatti di questo straordinario controesodo dei cocchi di Angelona nelle nostre lande, l'imminente discussione parlamentare di ius soli e cittadinanza breve, e la loro successiva, scontata approvazione, non potevano essere programmate in un momento più propizio di questo.

moshe

Mar, 12/01/2016 - 12:27

... venghino, venghino, tutto è gratis !!! e poi, il nostro governo di m...a, vi troverà anche una bella residenza in villa storica, con tanto di cuochi e personale delle pulizie gratis a disposizione !!! naturalmente, anche qualche piccolo benefit supplementare ...

edo1969

Mar, 12/01/2016 - 12:31

FrancoaTrier ancora blateri? i tuoi amici tedeschi stanno dando prova di caos totale. La polizia a Colonia ha agito come pivelli e i musulmani fan quel che vogliono. Stai pronto Franco vedrai cosa succede nella tua patria, sarà sempre peggio! ci hai rotto per anni "voi in italia" ora zitto per favore, e spegni la volkswagen per favore che inquini hahahahah