"Ripartiamo Italia". Berlusconi in campo con i sindaci azzurri

Il leader sabato a Pietrasanta per sostenere i candidati. Centrodestra verso la lista unica

Tira aria di listone nel centrodestra, nonostante i fastidi di Matteo Salvini. In questa fase tutti stanno alla finestra, nell'attesa di vedere il peso che potrà avere il risultato elettorale in Francia. Il capo della Lega spera che Marine Le Pen faccia il pieno così da potersi mettere nella scia antieuropeista e aumentare anche il proprio consenso. Berlusconi, invece, auspica un ridimensionamento del Front National seppur resti fortemente critico nei confronti di questa Europa. La terza gamba del centrodestra, Giorgia Meloni, condivide molte delle istanze lepeniste ma, con maggiore realismo rispetto al capo della Lega, è più disposta al dialogo con il Cavaliere per stringere i bulloni dell'alleanza. «Noi non siamo antieuropei ma eurocritici», aveva detto negli ultimi comizi, suggerendo una terza via tra l'uscita dall'euro e lo sposalizio con il Partito popolare europeo: la revisione di tutti i trattati per rivoltare l'Europa come un calzino senza però uscirne. Un'ipotesi, questa, che potrebbe esse una sorta di mediazione per tenere assieme Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. Tre partiti che, per vincere le prossime elezioni politiche, sono destinati a stare assieme: se non un matrimonio d'amore che sia un matrimonio d'interesse.

Certo, c'è la legge elettorale a complicare le cose visto che l'Italicum assegna il premio di maggioranza alla lista e non alla coalizione. Se la legge elettorale non dovesse cambiare, per vincere si deve stare tutti insieme sotto un'unica bandiera. La Meloni sarebbe disposta a discuterne: «Ci dovremmo interrogare perché il nostro obiettivo è vincere», ha detto di recente. Salvini è molto più cauto: «Farò di tutto per coinvolgere più persone possibili ma senza snaturarci: la Lega è la Lega e non vogliamo essere a rimorchio di nessuno». Berlusconi, invece, segue una politica attendista. Non ha fretta di andare al voto e prepara il suo rientro, convinto che più passa il tempo più tornerà centrale e appetibile per tutto quel fronte moderato, non disposto a seguire le sirene dell'Italexit. Tutti i sondaggi danno il centrodestra vincente se unito e il Cavaliere si immagina come l'unico leader in grado di federare le tre forze in campo. Non solo: tra i tre partiti Forza Italia sarà maggioritario e pertanto legittimato a dare le carte.

In ogni caso darà il suo contributo in campagna elettorale anche se non dovesse arrivare in tempo la sentenza della Corte di Strasburgo. Non solo: in vista delle prossime elezioni amministrative il leader di Forza Italia pensa di dar manforte ai tanti candidati sindaci del centrodestra, sostenendo chi già guida molte città. «Dobbiamo valorizzare il lavoro fatto nei Comuni dai tanti bravi amministratori azzurri», sostiene il Cavaliere. A questo proposito è in programma, il prossimo 29 aprile, un tour a Pietrasanta, Comune guidato dal forzista Massimo Mallegni. L'evento si chiama «Ripartiamo Italia» e toccherà una decina di città. «Qui - spiega Mallegni - parleremo di come un sindaco può diminuire le imposte e le tasse locali e creare le condizioni per favorire la crescita e l'occupazione locale».

Commenti

Holmert

Lun, 24/04/2017 - 09:35

Mi permetto di dire,da ex e convinto elettore berlusconiano,che egli non incanta più nessuno,essendosi dimostrato un otre pieno di chiacchiere, come quello di Eolo,il dio dei venti. Deve dare spazio ad altri con le primarie. Il suo sultanato è terminato.Del resto ha 80 anni e qualcosa, e dal punto di vista biologico è un sopravvissuto.

handy13

Lun, 24/04/2017 - 09:37

...l'Europa è nata bene,..ma è cresciuta male,...e a desso NON si riesce a CAMBIARE.!!,..anzi NON vuole ascoltare chi la critica, ed allora, che fare.?

ectario

Lun, 24/04/2017 - 09:59

Non si andrà più da nessuna parte con questa sua "strategia", e lo sa ! Milioni di voti congelati a favore delle sinistre, che vinceranno sempre senza lode ne fatica.

vottorio

Lun, 24/04/2017 - 10:21

"ma ndo vai se la banana nun ce ll'hai", concordo e faccio mio quanto egregiamente espresso da Holmert.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 24/04/2017 - 12:30

Gli anti-Cav son dei comici. "Tutte chiacchiere" "Ha ottant'anni" "Leggi ad personam" 1.E' più facile dire che non ha fatto niente che informarsi. 2. L'anagrafe poi.... 3.Le leggi ad personam in verità sono ad PdC ed oggi tornano utili ad altri PdC contro chi sappiamo. 4.Per le primarie chiedere a Cofferati. Totale: prima informarsi e poi scrivere, é meglio.

giampiroma

Lun, 24/04/2017 - 12:47

basta Berlusconi!!!! vada ai Caraibi, venda le sue società ormai alla frutta e si ritiri. i figli vivano di rendita che i mezzi non gli mancano piuttosto che divertirsi a giocare conducendo improbabili affari.

8

Lun, 24/04/2017 - 13:28

La destra non deve bramare il potere, deve amare la Patria. Questa strategia politica è autolesionista.

piazzapulita52

Lun, 24/04/2017 - 15:49

Purtroppo questa è l'Italia! CHE TRISTEZZA!!!

dalo49

Lun, 24/04/2017 - 17:08

AL PRESIDENTE BERLUSCONI GLI AUGURO DI POTER COMPATTARE IL POLO DI CENTRO DESTRA CON LA MELONI E SALVINI PER POTER VINCERE LE ELEZIONI ...E MANDARE A CASA IN MANIERA DEFINITIVA IL BULLO DI RIGNANO E I SUOI COMPAGNI DI MERENDE ... CON A CAPO LA BOSCHI..CHE VEDO BENE NON A TAORMINA MA NEL RUOLE DELLA PRINCIPESSA CON I 7 NANI VERSIONE PORNO ... NON SOPPORTO PIU DI LEGGERE O SENTIRLI IN TV SONO VOMITEVOLI TUTTI ...QUELLO CHE STANNO FACENDO E UNA GRANDE OFFESA SENZA NESSUN SENSO DI PUDORE VERSO TUTTI GLI ITALIANI CHE VIVONO SEMPRE PIU' IN POVERTA ... E UN AFFRONTO AL POPOLO .......

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 24/04/2017 - 17:58

Ma il RIPARTIAMO secondo Voi era detto nel senso di DIVIDIAMOCELA TRA NOI!!!!lol lol.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 24/04/2017 - 18:49

Purtroppo Berlusconi pagherà il guaio che ha combinato: ha appoggiato Renzi per una corsa di sole "liste", con ciò volendo zavorrarsi dei "piccoli" e, ora che FI è ai minimi termini, vuol fare il comandante di un "listone" mettendo a suo servizio Salvini, facendogli ingoiare anche la sua posizione anti-lepenista e pro-Junker. Ma crede che i cervelli degli altri, in primis dei suoi ex-sostenitori, siano andati al macero?