Rischia grosso la sindaca Pd pro immigrati

Lampedusa Colpo di scena a Lampedusa. Il sindaco uscente Giusy Nicolini, da sempre pro-immigrati, che Renzi volle con sé nella delegazione di personalità in visita alla Casa Bianca da Obama, e premiata ad aprile dall'Unesco col premio Pace, sarebbe a rischio flop. Nonostante la lentezza dello spoglio, infatti, la Nicolini - che si è candidata con la civica «Per le Pelagie - Nicolini sindaco» potrebbe non ottenere il secondo mandato. A ipotizzare la debacle Diego Bianchi, «Zoro», che in collegamento con La7 ha spiegato che la politica, da poco entrata anche nella segreteria nazionale del Pd, «potrebbe purtroppo arrivare terza». Un risultato clamoroso: gli elettori dell'isola avrebbero insomma manifestato col voto la loro insofferenza verso l'esponente dem che avrebbe probabilmente pagato il presenzialismo sul palcoscenico politico nazionale (si era parlato di lei anche come possibile candidata alla presidenza della Regione) a scapito del governo dell'isola, da sempre prima linea negli sbarchi degli immigrati.