Il ritorno dei comunisti chic ​Vanno in piazza e litigano già

Bersani e Pisapia lanciano Insieme, ma c’è chi si sfila Disertano i promotori del No. Disaccordo sulle alleanze

L’ Ulivo rinasce in versione bonsai. E per Matteo Renzi, niente ramoscelli di pace. In piazza Santi Apostoli, teatro delle vittorie di Romano Prodi, si è celebrato il ritorno della sinistra salottiera e intellettuale. Quella milanese doc, rappresentata da Gad Lerner che ha partecipato alla kermesse organizzata da Giuliano Pisapia in veste di conduttore, e quella romana un po’ più popolare di Claudio Amendola e Sabrina Ferilli, che ieri hanno inviato messaggi alla folla. Il nuovo polo adesso è realtà. Si chiamerà «Insieme», e se sarà una lista o una coalizione ancora non è chiaro. Il formato sarà comunque ridotto rispetto all’epoca prodiana. Alla testa delle truppe, come ai vecchi tempi, ci sono gli ex comunisti. Campo progressista e gli scissionisti di Mdp lanciano il guanto di sfida a Matteo Renzi. «La politica non è avere tanti like, non è l’Io, ma il Noi che deve tornare ad avere significato per la vita quotidiana. Servono uguaglianza e giustizia sociale», ha detto Pisapia dal palco rosso e arancione al centro della piazza. Chiede discontinuità anche Pier Luigi Bersani, «e non per rancore, nostalgia, antipatia, oppure perché non abbiamo fatto il vaccino obbligatorio contro l’anti-renzismo». La corsa agli elettori in vista delle Politiche, insomma, è partita. E sarà una sfida senza esclusione di colpi, dentro una sinistra ricaduta nel suo vizio più antico: il frazionamento. Già, perché se la spaccatura tra il Pd e la nuova formazione dell’ex sindaco di Milano sembra insanabile, le divisioni abbondano anche tra gli oppositori del segretario dem. Non c’erano Anna Falcone e Tomaso Montanari, che due settimane fa avevano radunato le loro truppe al teatro Brancaccio. A entrambi è stata negata la possibilità di parlare alla piazza, e per tutta risposta hanno declinato l’invito. Mancava anche Romano Prodi, che ha tentato con scarso successo di fare da pontiere tra Renzi e i suoi nemici. L’ex premier si trovava a Strasburgo, ai funerali di Helmut Kohl, ma la sua assenza si è fatta sentire. Con buona pace dei proclami di Pisapia, che ha invitato il popolo della sinistra a unirsi dentro «una casa nuova, che non rappresenta una mera alleanza elettorale». La rotta, come sempre, l’ha tracciata Massimo D’Alema. «Andremo alle elezioni ognuno con la sua piattaforma. Con Renzi parleremo dopo il voto». La convergenza partirà dagli enti locali e dal Parlamento: «Entro settembre uniremo i gruppi a Montecitorio e a Palazzo Madama», ha assicurato l’ex sindaco di Milano di fronte alla presidente della Camera Laura Boldrini. Renzi, che poche ore prima, all’assemblea dei circoli Pd a Milano, si era detto deciso a non farsi fermare «da nessuno», è stato tirato in ballo di continuo. «Il Pd non è nelle condizioni di promuovere un centrosinistra largo, perché pensa di riassumerlo in sé stesso e nel capo», ha tuonato Bersani. «Se il Pd fosse di sinistra, noi oggi non saremmo qui», ha aggiunto D’Alema. «È stato un errore abolire l’articolo 18, al pari del taglio dell’Imu per tutti», ha aggiunto Pisapia. E poco male se in piazza c’era anche il ministro della Giustizia Andrea Orlando, che del governo Renzi ha fatto parte e che oggi guida la minoranza Pd.

Commenti

Yossi0

Dom, 02/07/2017 - 08:27

Siamo d accordo su tutto basta che non si parli di politica ...... se non ricordo male fu un tale occhetto ad esprimersi così........

TreeOfLife

Dom, 02/07/2017 - 08:28

Gargamella(Bersani)odia il puffo burlone(Renzi). Tutto da copione!

Duka

Dom, 02/07/2017 - 08:36

CHIC? Non sapevo che imbroglioni e truffatori si chiamassero così-

rossini

Dom, 02/07/2017 - 08:40

Ma voi da che parte state? Io dico che più Renzi litiga con quelli della Sinistra, meglio è per il centrodestra. Del resto non dimentichiamoci che il governo Berlusconi è caduto soprattutto per le divisioni provocate da quel traditore di Fini. E allora, seminiamo zizzania e discordia nel campo della sinistra in generale (quella di Pisapia, Bersani e D'Alema e quella del Pinocchio fiorentino con i suoi nani e ballerine). L'Italia è allo stremo. Non può permettersi un'altra legislatura con gentaglia come quella sopra citata al potere.

RolfSteiner

Dom, 02/07/2017 - 08:52

Insieme...ma all'opposizione, mi auguro.

leopard73

Dom, 02/07/2017 - 09:19

IL RITORNO DEI DISPERATI SE PERDONO LA CADREGA!! POLTRONARI CIALTRONI.

il sorpasso

Dom, 02/07/2017 - 09:22

Sono semplicemente ridicoli!

giusto1910

Dom, 02/07/2017 - 09:52

La peggior razza, che forse sarà la salvezza della destra.

LostileFurio

Dom, 02/07/2017 - 09:55

Uguaglianza ??? Giustizia sociale ??? Ma a chi ? Ai milionari come Amendola e Ferilli ? Alle vigne del D'Alema ? Ma il (M)ucchio (di) (P)orcherie che vuole? E Bersani e Prodi che vogliono ? Mantenere il culone sulla poltrona ? Tanto gli italiani son scemi no ?

apostata

Dom, 02/07/2017 - 09:57

Mi preoccupo per il giuliano lo vedo pallido, mal concio, spiritato, disorientato, incerto ha difficoltà a costruire la frase, farfuglia, storpia le parole, col sorrisetto debole, incerto pare dire perdonatemi se sono nato. I famigliari dovrebbero consigliarlo per il meglio, per la sua salute, dovrebbero richiamarlo dirgli ma che ci fai lì in mezzo? da dove spunti, dove eri andato? torna a casa che è tardi? Bersani ha il carattere deciso di chi non avendo nulla da spartire con l’intelligenza, ha solo da raccontare di pettinatori di bambole e smacchiatori di giaguari. D’alema, appena defenestrato per incompatibilità, da tutti i ruoli internazionali, si defila, si sente troppo intelligente, troppo giovane, al di sopra di una spanna. La ferilli spera di recuperare gli agganci giusti che renzi non le ha confermato e le spettavano come icona sexy del partito perché per la vittoria della roma si era spogliata gratis. Sugli altri guitti un velo pietoso.

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Dom, 02/07/2017 - 10:17

pisapia vuol costruire "una casa nuova", ma se gli inquilini saranno i vetero comunisti che negli anni 80 propalavano la politica del "tanto peggio (per i cittadini), tanto meglio ( per il partito)" cosa potrà cambiare nella realtà sociale?

Giorgio5819

Dom, 02/07/2017 - 10:34

Quanto sono intellettualmente sporchi !! Che brutta gente !

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 02/07/2017 - 10:50

INSIEME? Insieme con chi? Certamente "INSIEME" con le ONG criminali che gestiscono l'invasione, con le Coop e le S.r.l rosse che ci si arricchiscono, con la feccia dei centri sociali, con i salottieri fatui che vanno a Capalbio (località rigorosamente no clandestini, rom e no feccia varia). Certamente non "INSIEME" con chi lavora onestamente, con l'italiano povero vittima di discriminazione razziale a favore dei clandestini, con le vittime della violenza incriminate perché hanno cercato di difendersi. Non sono solo nostalgici, sono gente pericolosa per noi e per il futuro dei nostri figli.

apostata

Dom, 02/07/2017 - 10:53

ah! quella manina sulla spalla! se il giuliano avesse avuto un po' di palle l'avrebbe scansata

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Dom, 02/07/2017 - 11:21

Hai ragione, che brutta gente, ma peggio è tutta quella che gli sta intorno, pensa quante teste sballate.....

moshe

Dom, 02/07/2017 - 11:27

Una ragazza, ricoperta da un burqa dal quale traspaiono a malapena i suoi occhi si rivolge al padre chiedendo: “mentre ci stavano invadendo, voi cosa avete fatto, papà!” Il papà, un po’ imbarazzato risponde: “beh, insultavamo Salvini ed i leghisti sui social, poi facevamo marce antirazziste e cantavamo bella ciao!” Meditate gente, meditate!

Giorgio Rubiu

Dom, 02/07/2017 - 11:41

Questo cercare di correre ai ripari in extremis creando nuovi partiti, movimenti e alleanze non farà altro che creare ulteriore confusione nelle teste di quelli che fino a poco tempo fa erano quelli dell'obbedienza cieca,pronta ed assoluta. Quelli stessi che già da tempo erano confluiti nel PD renziano e nell'astensionismo elettorale dovuta a mancanza di fiducia nella politica e nei suoi dirigenti.La gente ha capito molto! Chi si ostina a non voler capire sono i D'Alema, Bersani ecc. ai quali non conviene capire e continuano a sognare di tornare in sella al cavallo vincente senza rendersi conto che la corsa è la stessa ma il cavallo è stato sostituito.

frabelli1

Dom, 02/07/2017 - 12:00

Non sono un renzista o un renziano, ma questi sono proprio tristi. Sono loro i principali responsabili dello sfascio italiano. L'unica battaglia che hanno fatto è stata quella contro Berlusconi, e non l'hanno vinta. Una battaglia lunga vent'anni e questi sono qui a sventolare il fazzoletto o snob comunista. Ma andate a lavorare, se trovate un lavoro...!

Cheyenne

Dom, 02/07/2017 - 12:02

PATETICI E VOLGARI FALLITI VECCHIARDI CHE CREDONO DI ESSERE IL NUOVO PARTITO BOLSCEVICO E SCELGONO UN NOME DA CANZONETTA. ABBIANO ALMENO IL CORAGGIO DI RICHIAMARSI A QUELLO CHE SONO PCAI (PARTITO COMUNISTA ANTI-ITALIANO).

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Dom, 02/07/2017 - 12:12

Due cialtroni traditori della Patria.Arrestateli.

Silvio B Parodi

Dom, 02/07/2017 - 13:07

brutta gente statevene alla larga, sono farabutti!!!

apostata

Dom, 02/07/2017 - 15:41

La manina è rivelatrice, non deve essere sottovalutata. Sta a significare questo bel tomo me lo sono capato dal mazzo perché è buono, innocuo, non fa paura a nessuno, ma quello che comanda sono io che se mi girano le palle faccio tremare il mondo. Purtroppo ora i tempi non sono maturi, se mi presentassi direttamente susciterei contrasti tra i fuoriusciti e altri comunisti, sarei spernacchiato da chi non dimentica la mia storia, le elezioni del 2013 e i mesi persi nei tentativi di patteggiamento con grillo che mi rideva dietro, d’alema e prodi non si amano, si evitano, sulla piazza ci sono solo io con il mio giovane basilisco (speranza).

antonio54

Dom, 02/07/2017 - 17:31

Solo un pazzo potrebbe votare questa gente. Dove mettono le mani, il disastro è assicurato. Vedi Italia...

Ritratto di Kjitt

Kjitt

Dom, 02/07/2017 - 17:44

sono sempre loro. cercano sempre qualcuno un po piu' komunista, qualcuno un po piu' rosso. sono talmente perdenti che nemmeno si accorgono che govrnano da 5 anni pilotando pinocchietto e tenendolo sotto ricatto con le loro ideologie malsane. fatelo il partitino dei komunistucci e chiamate anche kompagno bergogilo a fare il capolista forse con un miracolo vi fara' risorgere. poveri misarabili impostori.

antonio54

Dom, 02/07/2017 - 18:28

Solo un pazzo potrebbe votare questa gente. Dove mette mani la sinistra il disastro è assicurato. L’ Italia attuale ne è l’ esempio…

Happy1937

Dom, 02/07/2017 - 18:55

Tutta gente che "smacchia giaguari" e "pettina le bambole". Perniciosi imbecilli!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/07/2017 - 20:47

Brutta gente, che ha cercato di far fallire l'Italia. Potrebber oancora riuscirci, viste le tante teste rosse da tanto sono calde.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 02/07/2017 - 22:15

Ma capiscono quello che si dicono?

Ritratto di unononacaso

unononacaso

Dom, 02/07/2017 - 23:03

Essere di sinistra cosa significa? Questo dovremmo chiedere a lorsignori. Invece no... se votassi a sinistra, sarei felice di essere rappresentato, difeso, di avere dei diritti. Invece no... poltrone, nominations e slogan vuoti e privi di umanità. Complimenti per la splendida implosione.