La rivelazione di Hillary sulla telefonata con Berlusconi

Secondo la Clinton i giudizi poco lusinghieri espressi dai diplomatici Usa nei confronti di Berlusconi, contenuti nei documenti top secret resi pubblici da Wikileaks, avrebbero fatto "piangere" l'allora premier italiano

I giudizi poco lusinghieri espressi dai diplomatici Usa nei confronti di Silvio Berlusconi, contenuti nei documenti top secret resi pubblici da Wikileaks, avrebbero fatto «piangere» l'allora premier italiano. A raccontarlo è Hillary Clinton secondo quanto emerge dalla trascrizione di una sua chiacchierata «off the record» con il ceo di Goldman Sachs, Lloyd Blankfein, durante una convention della banca in Arizona, nell'ottobre del 2013, dopo aver lasciato il suo incarico di segretario di Stato Usa. Berlusconi non viene mai citato esplicitamente, ma «l'accento italiano» imitato dalla Clinton nel riferire l'episodio lascerebbe pochi dubbi, così come il «Silvio» col quale Blankfein ribattezza la Clinton durante il suo racconto.

La trascrizione della chiacchierata con Blankfein è contenuta in un allegato a una delle e-mail sottratte al capo della campagna di Hillary, John Podesta, diffuse sabato da Wikileaks. «Okay - raccontava - ero segretario di Stato quando ci fu Wikileaks. Vi ricordate la débacle. Vengono esposti centinaia di migliaia di documenti. Mi tocca andare a fare il giro delle scuse. Avevo una giacca come se fosse il tour di una rock star. The Clinton Apology Tour».

Commenti

antipifferaio

Lun, 17/10/2016 - 09:23

E questa dovrebbe...condizionale d'obbligo...essere il prossimo presidente USA? Siamo nelle mani di un altro comico?.....

fenix1655

Lun, 17/10/2016 - 09:54

Mi auguro che sia tutto un bluff perchè ciò che si è letto e visto sui media rappresentano più pettegolezzi da parrucchiera o lavandaie che serie valutazioni e validi rapporti diplomatici o di intelligence. Se questo è veramente il livello di professionalità e competenza espressa da un ex Segretario di Stato americano, possibile prossimo Presidente, allora si spiegano i motivi delle catastrofi combinate in politica estera negli ultimi anni. C'è da stare preoccupati per il futuro.

steacanessa

Lun, 17/10/2016 - 10:26

La strega cornuta straparla e c'è qualcuno che le crede.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Lun, 17/10/2016 - 11:18

Sono sempre più convinto che Trump, pur con il suo modo grezzo, sia decisamente meglio (ed anche meglio di Obama che durante il suo mandato ha saputo solo destabilizzare il mondo)

buri

Lun, 17/10/2016 - 11:24

non saprei chi scegliere tra Trump e la Clinton, non c'è niente di buono da aspettarsi da nessuno dei due

VittorioMar

Lun, 17/10/2016 - 11:31

...MOTIVO IN PIU' PER TIFAR£ TRUMP!!...e anche se non c'entra nulla "NO" al Referendum!!

Ritratto di Mike0

Mike0

Lun, 17/10/2016 - 13:09

Berlusconi è stato l'unico premier dopo Einaudi ad essere invitato alla Convention americana, in riconoscenza dei meriti internazionali per aver contribuito al disarmo nucleare facendo da interlocutore tra i presidenti della Russia e degli Stati Uniti. Solo dei dementi all'epoca avrebbero potuto sentenziargli contro. Se esistono delle mail in tal senso...W Trump!