La rivoluzione Apple Watch vuole (anche) salvarci la vita

Presentato l'orologio di Cupertino: tante funzioni, design affascinante, tre versioni, oro compreso. Tramite l'iPhone integra la funzione medica: «Trasformerà la ricerca»

Esistono ormai due Apple in una: quella che vuole continuare a conquistare il mercato con i suoi prodotti e quella che ci vuole salvare la vita. Queste due aziende si riuniscono appunto in una sola persona e quando Tim Cook scende dal palco di San Francisco dopo aver lanciato l'Apple Watch, si capisce che la vera novità non è quello che si è visto ieri. Ma quello che ci riserverà il futuro.

In pratica: il mondo si aspettava di scoprire qualcosa di tecnologicamente nuovo in quell'oggetto che secondo Tim sarebbe stato davvero rivoluzionario. «Vi cambierà la vita» infatti aveva detto qualche giorno fa in un'intervista, ed allora ecco tutti con il fiato sospeso per sapere se anche questa volta Apple avrebbe stravolto le regole del gioco. In realtà però alla fine Apple Watch è uno smartwatch, di certo con un design davvero accattivante e superiore alla media, probabilmente il più smart di tutti con la sua corona digitale per esaltarne i comandi, sicuramente di grande successo. È bello, inutile dirlo, e davvero desiderabile. Però: cosa cambia davvero? Perché snocciolando le funzioni del suo nuovo gioiellino (e in un caso proprio gioiello), Tim Cook rivelava quanto di lui già si sapeva già. Ovvero Apple Watch ha due tipi di schermi (da 38 e 42 millimetri), tre collezioni (dall'alluminio della versione Sport, all'acciaio «diversamente» - secondo lui - inossidabile, all'oro della W Edition), una varietà di prezzi (da 349 fino ad oltre 10mila dollari), una miriade di applicazioni che consentono di usarlo per fare un po' di tutto. Per esempio telefonare, scambiarsi messaggi, leggere e-mail, pagare i conti, aprire porte degli hotel, salire su un aereo, entrare ad un concerto, sapere le previsioni del tempo, parlare con Siri, trovare la strada di casa, non mancare mai ad un appuntamento, ascoltare musica, avere un allenatore virtuale che ti pungola quando fai poco moto e uno speciale per le tue attività sportive. Tutto meraviglioso, ma fino a qui tutto - come detto - previsto. E financo non molto oltre a quello che la concorrenza offre sul mercato.

Però poi la vera novità arriva prima, prima ancora che Cook sfoderi le slide del suo nuovo giocattolino. Arriva quando sul palco viene spiegata la potenzialità della nuova applicazione chiamata research kit , una funzione che connette l'iPhone, e dunque l'Apple Watch, ai migliori istutiti di ricerca medici (per ora statunitensi) e che consente un monitoraggio - assolutamente volontario - per lo studio contro alcune malattie. Come il Parkinson, il diabete, l'asma, il cancro, le malattite cardiovascolari ed altre che si aggiungeranno perche research kit , e questa la notizia, è open source : ovvero chiunque, qualunque sviluppatore anche non Apple, potrà apportare miglioramenti e modifiche. E allora «questa è la rivoluzione - ha detto una ricercatrice nel video di lancio -, perché una raccolta dati che prima facevamo di tre mesi in tre mesi ora potremo farla di secondo in secondo». Semplicemente essendo connessi, anche grazie ad Apple Watch.

Già, appunto: «Questo strumento vi cambierà la vita» disse Tim Cook, ed ora il concetto è più chiaro. Perché sì, il nuovo portatile Mac Book - anch'esso in vetrina ieri - è davvero straordinario nei suoi 12 pollici, nel suo incredibile spessore di 13.1 mm, nella sua leggerezza, nelle sue prestazioni e nel suo colore gold. Ma alla fine: chi non vorrà avere un Apple Watch al polso? E, soprattutto, chi non si renderà conto che si può cambiare il mondo non con un oggetto, ma con quello che può fare? Certo, si dirà: tutto questo farà bene ad Apple e farà molto bene a Tim. Ma si sa che le rivoluzioni hanno sempre il loro prezzo. E da ieri anche uno strumento.

In oro e in vendita nelle migliori gioiellerie in edizione limitata: da 10mila dollari in su (e senza limiti)

La versione base è in alluminio anodizzato. Il prezzo è di 349 dollariper il 38 mm e di 399 per la versione 42 mm.

In acciaio inossidabile con diversi prezzi a seconda del cinturino: da 549 a 1048 dollari (38 mm) e da 599 a 1099 (42 mm)