Roberto Maroni: "Roma andava lasciata a Berlusconi"

"A suo tempo ero convinto che si dovesse lasciare la scelta del candidato a Silvio Berlusconi: a Roma Forza Italia è il partito maggiore del centrodestra, e dunque Berlusconi si assuma la responsabilità di decidere lui"

"A suo tempo ero convinto che si dovesse lasciare la scelta del candidato a Silvio Berlusconi: a Roma Forza Italia è il partito maggiore del centrodestra, e dunque Berlusconi si assuma la responsabilità di decidere lui. Però, questo andava fatto prima". Così il governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni, in un'intervista al 'Corriere della Sera', a proposito delle elezioni comunali nella Capitale. "Un 'contagio' nel centrodestra dopo lo scontro Berlusconi-Salvini? È esattamente quello che dobbiamo evitare. Ma sono convinto - ha sottolineato il presidente - che sia possibile. Questa è una crisi romana, non nazionale. Io ancora spero si possa trovare una soluzione. È una battaglia che non si vince facendo la guerra all'alleato, ma con progetti e proposte".

"Roma è perduta? Così, certo. Ci sono quattro candidati che fanno riferimento all'area: Bertolaso, Meloni, Marchini e Storace. E il problema maggiore è la chiusura di ogni spazio politico", ha rilevato Maroni. "Se ho sentito Berlusconi? Ogni tanto lo sento. E devo dire che è questo che mi rende ottimista. Recentemente, era un po' amareggiato. Ma non ha avuto parole ostili nei confronti di Salvini, non ho sentito parole di rottura. Di preoccupazione sì. Ma non di rottura: c'è spazio", ha concluso il governatore lombardo.

Commenti

Holmert

Mer, 16/03/2016 - 09:55

Maroni è rinsavito. Avrà certamente capito che è diventato governatore della Lombardia grazie al Cavalier Berlusconi che lo ha appoggiato con il suo partito ,sacrificando la rielezione di "cicciolino" Formigoni, il quale poi si è ben vendicato fomentando la giravolta di Alfano. Salvini è solo un caratteriale spaccamontagne, con il quale non si va da nessuna parte. Io porto le ruspe ,faccio piazza pulita, io qua io là..can che abbaia non morde.

COSIMODEBARI

Mer, 16/03/2016 - 10:02

Maroni l'ho sempre ritenuto un saggio del centrodestra, e da saggio ha capito che il Cavaliere sta giocando al meglio. A messo tanti attori di spessore del centro destra a recitare la commedia titolata "Sindaco di Roma", e così arriverà la elezione di uno di questi attori. Il giorno dopo le elzioni chiuderanno il sipario del teatro e si siederanno tutti assieme per governare nel bene comune e pubblico della Capitale, e pure dell'Italia, lasciando agli altri i ragli di asini.