Roma, Berlusconi respinge il pressing della Meloni

Fdi invita il Cavaliere a mollare Bertolaso ma il leader di Fi blinda il suo candidato

Roma - Giorgia Meloni va in pressing sul Cavaliere e sfodera sondaggi che le sorridono. Se tutto il centrodestra convergesse su di lei - dicono le analisi commissionate da Fratelli d'Italia - al ballottaggio sarebbe duello Meloni-Raggi. L'ex premier, tuttavia, non ci sente e non cambia linea nemmeno di un millimetro: «Sono loro che hanno cambiato idea, non io», continua a ripetere ai suoi dal quartier generale di Arcore. Bertolaso, per Berlusconi, resta la scelta migliore a prescindere da tutto. Anche dei sondaggi che sono sempre stati il pane quotidiano del Cavaliere ma che questa volta, per sondare l'ex capo della Protezione civile, gli azzurri giurano che «ancora non sono stati fatti e che avranno un peso soltanto a fine mese, a campagna elettorale già entrata nel vivo». Detto questo, pure l'ex premier preferirebbe che Bertolaso si dedicasse di più a parlare di come risolvere i problemi di Roma che raccontare cosa voterebbe sua moglie.

Le cifre in possesso di FdI servono per far pressioni sul leader di Forza Italia. E Ignazio La Russa le pubblicizza così: «Al momento sono in testa i 5 Stelle con il 28,6%, segue il Pd con il 25,8 e quindi FdI-An per Meloni al 13,7. La lista di Marchini si ferma al 7,6, mentre Forza Italia prende appena il 5,8. Sinistra Italiana sta al 4,3 e la Destra di Francesco Storace all'1 per cento». Quindi: «Solo in un caso la situazione cambia: con il centrodestra unito, se Berlusconi e Storace la appoggiassero, l'ex ministro scavalcherebbe Giachetti e andrebbe al ballottaggio con i 5 Stelle. Io al ballottaggio non solo ci credo - dice La Russa - ma è il motivo per cui Meloni è in campo. Spero in un ripensamento di Forza Italia, se così non sarà ci attrezzeremo per equilibrare la coalizione, con una gamba più moderata». Più esplicita la Meloni: «Bertolaso si ritiri; sarebbe la scelta più sensata». Poi attacca: «Sul Tevere Bertolaso fa proclami da fantasindaco. La città ha bisogno di cose concrete; così sembra non conoscere la realtà di Roma».

Bertolaso, però, lavora davvero a un progetto per ripulire il fiume che attraversa la città i cui dettagli verranno comunicati a giorni. E un'altra cosa assicura, specie dopo aver sentito il Cavaliere: «La corsa continua». È probabile che i due si vedano oggi anche per pianificare una campagna elettorale che vedrà Berlusconi in prima fila. L'ex premier vuole essere della partita e ha già in programma alcune interviste in radio (oggi e domani).

Sul fronte Marchini, invece, continua una sorta di patto di «non belligeranza» anche se l'imprenditore avverte tutti, sia a destra sia a sinistra: «Confermo che rimango in corsa fino alla fine. Non sto facendo alcuna trattativa anche se ringrazio Bertolaso perché parla bene di me ma torno a dire che abbiamo un'identità talmente netta e, diversamente da lui ho persone che mi hanno votato tre anni fa e che mi chiedono continuità».FCr

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 31/03/2016 - 09:05

Ognuno sta arroccato sulle proprie posizioni. Così continuando si perde sicuramente. Si cerchi un accordo collettivo e si facciano le primarie per il nome da presentare: meglio qualche pericolo di broglio che una sconfitta sicura. Se poi si vuole spianare la strada alla sprovveduta grillina si continui così, distruggendo la già calante fiducia degli elettori di centro-destra.

montenotte

Gio, 31/03/2016 - 09:06

Si rafforza sempre di più il mio convincimento che il CD a Roma NON vuole vincere vista la situazione disastrosa della Capitale. Sono li a dimostrarlo i Quattro candidati. Come dire: noi partecipiamo ma i gravi problemi di Roma li risolvano altri.Che schifo!!!!!!!!!!

Giua

Gio, 31/03/2016 - 09:11

Il problema che ancora non capisce che uno stato non può` essere controllato come una società` per azioni. Leggere Machiavelli.

Mr Blonde

Gio, 31/03/2016 - 09:56

i numeri di la russa non riportano con gli ultimi sondaggi (un conto i voti ai partiti un conto ai sindaci) comunque non capisco perchè chi ha il 10% chiede a chi ha il doppio di fare un passo indietro

angelotti

Gio, 31/03/2016 - 10:02

Il Presidente Berlusconi fa bene a non cedere. Sono gli altri che hanno cambiato idea, con il folle disegno di far guidare il centrodestra ai lepenisti, con Forza Italia in posizione subalterna. Berlusconi non dimentichi mai che il suo è il partito dei moderati italiani, federato al PPE, che con Le Pen e i suoi imitatori nostrani non ha nulla da condividere.

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 31/03/2016 - 10:15

Sicuramente Roma è persa per il centrodestra. Penso che Bertolaso sia il migliore candidato, ma a quanto pare i romani non la pensano così. Credo che a questo punto sia meglio che faccia un passo indietro per dare un’ultima chance alla destra di arrivare al ballottaggio.

un_infiltrato

Gio, 31/03/2016 - 10:20

Ogni limite ha una pazienza. Adesso basta, ci avete rotto i meloni.

al40

Gio, 31/03/2016 - 10:38

Se il sondaggio è veritiero si prospettano tempi ancora più cupi per Roma.....che grillini e piddini raccolgano insieme più del 50% ha dell'incredibile:contenti loro....! Della Meloni che dire.....più che romana mi sembra "veneziana",faccio tutto io,so tutto io,sembra una parente stretta di Renzi.Auguri!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Gio, 31/03/2016 - 11:41

I sondaggi recenti stanno dando ragione al Cav: FI è nuovamente la componente più forte del Centrodestra Unito (CDU). Questo potrebbe porre fine ai discorsi: i numeri contano e dunque spetta al Cav la designazione del candidato. Sarebbe normale, gli altri partiti fanno così, ma sono retti da politicanti. E qui emerge potente la specificità del CDU: il Cav è grande statista oltre che fine politico e, come statista, ha solo l'obiettivo del bene del Suo popolo, e questa Sua considerazione supera ogni altra. Bertolaso è "l'uomo del fare", apartitico, sopra ed oltre i partiti, di cui Roma ha bisogno. E' così difficile da capire?

Mr Blonde

Gio, 31/03/2016 - 12:13

angelotti ormai quella deriva è inarrestabile

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 31/03/2016 - 12:50

Branco di pirla pieni di orgoglio. Politici da osteria. Hanno gia' riconsegnato Roma al pd che era spacciato.

cangurino

Gio, 31/03/2016 - 18:54

Bertolaso è il miglior candidato, certamente, ma del PD, avendo proposto politiche allucinanti del tipo, case gratis e stipendi pubblici ai ROM. Gli alleati di cdx, che lo avevano appoggiato, a sentire tanta genialità, lo hanno impacchettato. E sarebbero loro i voltagabbana? Domanda per perSilvio46, al40 e c., se ora Bertolaso dovesse dire che Berlusconi è un pirla, continuereste a dire che va sostenuto, perché lo si era scelto prima di sentirlo parlare? A prescindere poi dal fatto, confermato da tutti i sondaggi, che non arriverebbe mai comunque al ballottaggio. Come si dice, puntare sul brocco per esser certi di non vincere. Per cortesia, un minimo di criticità.