Roma, Marchini: "Corro con un mio simbolo"

L'imprenditore: "Correrò col nostro simbolo, il cuore di Roma". Poi boccia l'esperienza di Marino in Campidoglio

Il candidato sindaco di Roma, Alfio Marchini

"Berlusconi ha detto che mi voterebbe, ma io correrò con il mio simbolo". Lo dice Alfio Marchini, in corsa per il Campidoglio alle scorse elezioni e tra i 26 consiglieri comunali che venerdì si sono dimessi decretando la fine del governo Marino, in un’intervista al Corriere della Sera e in un colloquio con Repubblica. "Gli consigliai di venire subito in aula, appena dimessosi", spiega Marchini al quotidiano di via Solferino riferendosi all’ex sindaco. "Avrebbe evitato questa telenovela farsesca e
riportato la crisi nell’alveo istituzionale". Ora "è giunto il momento di innovare la proposta politica, con un progetto fuori dai partiti, che coniughi politica e civismo". "Correrò col nostro simbolo, il cuore di Roma", sottolinea. "Non criminalizzo i partiti ma hanno avuto mille occasioni e hanno fallito. Venerdì a Roma è iniziata una nuova stagione politica".

Con Renzi non ha parlato, aggiunge, nonostante le "fantasiose ricostruzioni di trattative notturne prima di venerdì". Orfini è invece "un ’comunista combattentè, sempre pronto a immolarsi per la causa. Ma il notaio a domicilio sarebbe stato un eccesso di zelo". Dell’Expo, aggiunge, porterebbe a Roma "il modello su pulizia e raccolta dei rifiuti varato dal commissario Giuseppe Sala: nonostante il grande afflusso di persone, era tutto pulito". A Repubblica Marchini dice che ha già in mente la squadra che porterà in Campidoglio: "Ci saranno personalità di alto livello, sarà una specie di manifesto per Roma. Sono convinto che l’ottanta per cento dei romani capisce che coprire le buche o pulire le strade non è nè di destra nè di sinistra".

Commenti
Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Dom, 01/11/2015 - 09:30

Il fatto che la Meloni lo bocci è un problema della Meloni. Prevedo per Marchini il sostegno, palese o occulto, di Renzi.

Zanello Piero

Dom, 01/11/2015 - 09:40

Se fosse vero quello che si vocifera in merito alla scelta del Cavaliere di appoggiare Alfio Marchini a futuro candidato sindaco di Roma, dovrei trarre l'amara conclusione che il progetto politico di Silvio Berlusconi e' quello del "muoia Sansone con tutti i filistei". Come si fa' a dare appoggio a un personaggio ambiguamente politico come Marchini, rampollo della storica famiglia di costruttori romani vicini alla sinistra, che nel 2013 raccolse le firme per un'eventuale partecipazione alle primarie del Partito Democratico? Lasciando questa opaca figura politica di Marchini nel suo limbo politico (certamente non andra' molto lontano), se Forza Italia non vuole fare un ulteriore madornale errore, l'unica candidatura che al momento Forza Italia dovrebbe appoggiare mi sembra quella di Giorgia Meloni, che quotidianamente mostra di avere quegli attributi che attualmente mancano ai politici forzisti romani (e non solo).

Sabino GALLO

Dom, 01/11/2015 - 09:48

Forse questa scelta eliminera'le liti nel CD. Queste liti sulle scelte non fanno bene alla politica, a tutta la politica'! Gli elettori non ne vogliono piu' di liti.

michetta

Dom, 01/11/2015 - 09:56

I purosangue, si dimostrano immediatamente. Se fin dalla partenza, Marchini, pretenderebbe addirittura di correre, senza nemmeno il fantino, mbe', mi sa' che tutto questo, puzzi tanto di bocciatura! La Meloni, ha le idee chiare, Marchini, pure, Berlusconi, secondo me, NO. Pero', senza Forza Italia e la Lega di Salvini, ne' Marchini, ne' la Meloni, arriverebbero al traguardo. Se, effettivamente, la volonta' dell'uno e dell'altra, e' quella tanto conclamata finora, DEVONO unirsi, punto e basta. Mettano da parte, soprattutto Marchini, che ottimo, nelle prese di posizioni contro Marino, deve ancora dimostrare di....saper coprire le buche esistenti in una citta' come Roma. Ed allora, un po' di umile modestia e marcia avanti, ma INSIEME. UNITI si vincera' SICURAMENTE.

Ritratto di AdrianoAG

AdrianoAG

Dom, 01/11/2015 - 10:33

Non comprendo com'è che le attenzioni del cavaliere si siano riposte su questo personaggio, preparato, ma cresciuto molto bene a pane e falce e martello all'ombra del nonno acceso comunista, ma con il portafogli sempre a destra. Fin'ora pare che i sondaggisti abbiano dato ragione a Giorgia Meloni, donna molto capace, come poche, e no come quelle gallinelle al seguito della sconclusionata corte dei miracoli del Bomba della provincia fiorentina- Se il cavaliere non vuole il definitivo tramonto del CD non faccia ulteriori errori che sono stati utili per dividere il Cd con sommo gaudio dei comunisti!

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 01/11/2015 - 10:52

Scusate, ma sto Masrchini chi è ? Da dove salta fuori ? Cosa ha fatto per essere citato come futuro primo cittadino di Roma ?

Ritratto di ...MissPiggy

...MissPiggy

Dom, 01/11/2015 - 11:18

ma come, non era il candidato proposto ieri da silvio?

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 01/11/2015 - 11:33

Ucci ucci sento odor di compagnucci. I Marchini a Roma sono conosciuti quale antica famiglia comunista, imprenditrice e compradora. Che un sindaco come Marino confliggesse con tutte queste peculiarità e mille altre era inevitabile. La lista Marchini non ha fatto altro che contare le buche ed altre sciagure di questo pover'uomo. Ma neanche lui, Marchini, è un Cesare Borgia, il famigerato Valentino di Machiavelli indispensabile per riportare Roma dai livelli attuali di Mogadiscio a quelli di Bucarest. Almeno. Coi prefetti non si va da nessuna parte. Anzi nei paesi civili e no neanche ci sono. Almeno in quelli dove la rivoluzione francese non è mai stata un totem.

Cheyenne

Dom, 01/11/2015 - 11:36

si è persa un'ottima occasione per la vittoria del CDx. La meloni si sbaglia completamente. E sarebbe ora di finirla non comanda Berlusconi. Ditemi chi può essere il leader non salvini perché non riuscirebbe a unire tutte le forze del centrodx, gli altri sono "sfascialitti" come si dice dalle mie parti

vittoriomazzucato

Dom, 01/11/2015 - 12:05

Sono Luca. Ma questo dove pensa di arrivare; con Berlusconi, no; con Renzi, ni. Tutti uniti per far vincere il Centrodestra, non sembra disponibile. Torniamo a far vincere una coalizione dove il PD la fa da padrone e poi vino e tarallucci. GRAZIE.

antonioball73

Dom, 01/11/2015 - 12:19

e' proprio quello che sostengo io. marino vi impediva di importare il "virtuoso"(patetica espressione di gelminiana memoria) modello expo: istituzionalizzazione della corruzione,emergenza continua che giustifica l'assenza di controlli. cmq caro marino sono milioni gli italiani pronti a combattere contro i poteri forti e i loro rappresentanti. infatti ormai e' palese la continuita' tra renzi e berlusconi,l'identita' di vedute,i nemici comuni etc. insomma la mano che muove questi 2 incapaci e' evidentemente la stessa. ora capito che grillo e' un pagliaccio,gli italiani onesti (che ripudiano il modello renzusconi)cercano un rappresentante. pensaci bene

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 01/11/2015 - 12:31

Cav se appoggi Marchini, perdi un bel po' di Nord. Non abbiamo bisogno di verginelle maschio smorfiose riciclate che ballano col PD...

michetta

Dom, 01/11/2015 - 12:49

x Cheyenne, dalle idee non troppo chiare. Se esiste una persona, che ormai da anni, cerca di scompaginare le tele ed i programmi astrusi dei rossi, questa e' SALVINI. Lo dice un Romano,da 7 generazioni e lo confermano tanti amici e colleghi. Cio',non toglie,che una figlia di Roma, Giorgia Meloni, con idee quasi simili ed promesse,che vanno dalla parte dei piu' bistrattati, finora,in questa altrettanto bistrattata citta', non possa e debba competere. Tra l'altro,le migliaia di aficionados di Salvini, stanno aumentando giorno dopo giorno e lui,il cosiddetto padano, appoggia in toto, guarda un po', Giorgia Meloni! Ergo,Marchini, puo' continuare ad aspirare,in quanto dotato di dna rosso e quindi opportunista come nessuno,ma la Meloni e' la vera prima indicata dai cittadini Romani e non altri! Anche Silvio e' avvisato.

LOUITALY

Dom, 01/11/2015 - 12:51

ma chi cazzo è alfio ????

Pigi

Dom, 01/11/2015 - 12:53

Strano, i commenti precedenti non li vedo, quindi riassumo: Berlusconi azzoppa tutti coloro che nel centro-destra hanno seguito tra la gente, come Fitto, Pili e la Meloni. Queste scelte hanno fatto perdere le elezioni in Puglia e in Sardegna, e rischiano di far perdere anche a Roma. Con Forza Italia che veleggia verso il 10%, sogna forse che facendo fuori gli uomini che hanno seguito e dando invece fiducia ai vari Alfano e Verdini possa vincere?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 01/11/2015 - 12:53

Roma non ha bisogno di "personalità di alto livello" ma di romani che hanno a cuore Roma,che vogliono "vivere" un'unica esperienza politica senza ricatti per futuri sviluppi nazionali. Marchini E' stato eletto nel PD,quindi E' stato partecipe della CATASTROFICA esperienza Marino. Berlusconi vive l'esperienza politica come l'Italia FOSSE PERENNEMENTE FERMA AL 1996.Ma non è così.E si tocca con mano.

mercredi

Dom, 01/11/2015 - 13:07

Marchini no, e va bene, ma perchè FI dovrebbe appoggiare la Meloni che ha sempre avuto da ridire nei riguardi di Berlusconi? Ricordo quando da fuoriuscita dichiarò che stare in forza italia rappresentava per lei una vergogna. Bene, adesso mi aspetto pari vergogna da parte degli elettori di forza italia a darle il voto. Succeda quel che succeda, coerenza per coerenza.

xgerico

Dom, 01/11/2015 - 13:09

tutti lo vogliono ma nessuno se lo piglia!

gianfri38

Dom, 01/11/2015 - 14:01

Non illudiamoci. E' vero che il Presidente ha indicato Marchini. Anch'io sareo per Marchini. Tuttavia se lui si smarca e fa il vagante, non me la sento di dire tutto bene! Se pensa che noi siamo i servotti al suo servizio, per me, s sbaglia e forte. Se lui è un ameba multiforme, non va bene. Non mi va nemmeno la Meloni, non la giudico che possa sopportare l'enorme situazione dei funzionari e pacchie acquisite di tutti. Ho assistito a comizi di Marchini anche di anni fa: non si vuole legare a nessuno, nemmeno a se stesso, se possibile. Situazione molto brutta. Continua la divisione nel CDX. Non sto a fare i nomi, li sapete. Non andiamo bene così. Allora, se Marchini la penza così, evviva la Meloni. Ma non sono contento.

michetta

Dom, 01/11/2015 - 15:25

Caro GIANFRI38,scegliere per scegliere e scegliere il meno/la meno peggio,non mi trova d'accordo. Il principio,che ci dovrebbe portare al voto,verso lo sguardo,se non altro,carino,della signorina Meloni,deve essere quello del CAMBIO. Sostituire, finalmente il centrosinistra,deve essere il nostro solo motto. E lo si deve fare,cercando di non dare il Municipio principale ad una maniata di fetienti,come quelli del M5S. Se il PD,e' fuori per la debacle del suo carissimo Marino,ecco comparire il centrodestra nell'unica persona degna,la Meloni. E non si faccia tante recriminazioni,poiche' quando Meloni disse quelle cose,di cui lei parla,AVEVA RAGIONE DA VENDERE. Caro Gianfri38,si e' forse dimenticato,che razza di fetienti,navigavano con Forza Italia? Gli ultimi, (e poi, saranno finiti?) li avra' sicuramente visti, l'altro ieri....

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 01/11/2015 - 16:26

Mi sembra che le dichiarazioni di Marchini chiudano le chiacchiere di ieri. Marchini ovviamente non rifiuta i voti di destra, ma non vuole apparire di destra e non accetta accordi preliminari per la spartizione del potere. Evidentemente a lui basta essere eletto nel consiglio comunale e di fare il sindaco non ci pensa proprio, salvo che creda nei miracoli, che però non fanno parte della politica. O forse vagheggia un accordo con la sinistra, terrorizzata da una possibile se non addirittura probabile vittoria di M5S. L’idea, diffusa ieri, di “catturare” Marchini alla destra è stato un ennesimo scivolone, che ha anche provocato il giusto risentimento di Meloni, che però da sola, od anche con Silvio, non andrebbe comunque lontano.

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 01/11/2015 - 17:00

Questo Masrchini corre troppo. Farà questo e farà quello ...

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 01/11/2015 - 17:40

Tranquilli! Con queste premesse, vincerà M5Stalle...e poi avranno gli stessi casini che si ritrovano a Parma.