A Roma il Pd è ossessionato dalla Raggi Imboscata continua con trucchi e bugie

Dopo la bufala del video dell'Unità, l'accusa di aver lavorato per Alemanno

Roma - In poche settimane è diventata la «nemica pubblica numero uno» di un Pd che a Roma trema davvero. Il rischio di perdere, assieme alla poltrona di sindaco, tutta la filiera di un potere più che Ventennale, sta facendo impazzire il partito di Renzi. Anche perché il candidato Giachetti non funziona, il centrodestra sebbene diviso marcia con Bertolaso e Meloni, Marchini non sfonda, e così la grillina Virginia Raggi rischia di arrivare al Campidoglio in carrozza.

Il Pd sta sfoderando l'intero armamentario della maldicenza, delle trame e delle fandonie, pur di colpire la grillina. E pare che persino le banche creditrici del Comune, il cui ingentissimo dissesto è noto da tempo, siano interessate all'affossamento della giovane candidata di M5S. Così come il costruttore Caltagirone, che ha considerevoli partecipazioni nelle municipalizzate. Fin dall'inizio la Raggi è stata messa sulla graticola per essere stata giovane praticante dello studio Sammarco, partner di Previti. Circostanza che fu spiegata facilmente: «Facevo fotocopie in tribunale, come tutti i praticanti». E come se qualcuno, nell'Italia di oggi, possa permettersi di scegliere la possibilità di primo lavoro. Poi è arrivata l'Unità di Erasmo D'Angelis, che ha diffuso un video falso per dimostrare come la Raggi fosse stata berlusconiana. Scoperta la bufala sul Web, il direttore non si è scusato, anzi ha sostenuto che «questo è il giornalismo 2.0». Chi lo conosce bene, come qualche ex collega del manifesto, commenta su facebook di «non stupirsene affatto».

Una dichiarazione della grillina sull'Acea, azienda municipalizzata dell'energia invisa ai cittadini per bollette impazzite e gestioni pessime, secondo il Messaggero di Caltagirone, ha fatto crollare le quotazioni in Borsa, «danneggiando i romani». Da ultimo, hanno tirato fuori che la ragazza avrebbe anche lavorato in uno studio vicino all'ex ad di Ama, Panzironi, di nuovo usando non la biografia ma la ricerca di lavoro come strumento di calunnia. Nonostante le smentite di Alemanno, la grancassa renziana composta dai Marcucci, Esposito, Romano, Verducci chiede spiegazioni, accusando la Raggi di essere «organica alla destra ma nascosta». Un po' vergognandosi dell'infamia, Giachetti dice di non «voler utilizzare queste cose». Ma alla Raggi, aggiunge, «preferisco di gran lunga la Meloni, Raggi è un po' rigida». Fosse vero, sarebbe davvero il toccasana. Per una cloaca di liquami a cielo aperto, come questa corrottissima Roma, versione pidì.

Commenti
Ritratto di NoBalls...

NoBalls...

Mer, 27/04/2016 - 08:43

VINCERE per derattizzare mafiacapitale

Beaufou

Mer, 27/04/2016 - 09:14

Mi sa che il Berlusca ci vede bene, lasciando che la destra vada alle urne in ordine sparso. La Raggi promette di rompere molte uova nel paniere al sistema di potere dei compagni a Roma, e se poi in qualche modo la impallinano (perché questa è gente che non scherza), ci sarà modo di rimediare. Fra l'altro ci fa anche la sua figura perché i patti li hanno infranti Salvini e Meloni. Salvini può farsene un baffo, Meloni è quella che ci rimetterà le penne, se le va male.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/04/2016 - 09:19

Che dire? Non mi entusiasma, ma non può essere peggiore del candidato sinistro. Del resto, con una destra che non vuole neppure tentare di vincere, il mercato del sindaco per Roma è alquanto depresso.

Ritratto di perseus68

perseus68

Mer, 27/04/2016 - 09:59

I nemici publici di Roma sono questi ladri del PD con i loro scandali come Roma Capitale. Si dovrebbero solo vergognare... E hanno pure il coraggio di ri-presentarsi alle elezioni. Uno schifo infinito.

Ermocrate

Mer, 27/04/2016 - 10:08

PD---Per Delatori.

Royfree

Mer, 27/04/2016 - 10:15

Nelle parole del giudice Piercamillo Davigo — consigliere presso la Cassazione, nuovo presidente dell’Associazione nazionale consigliere magistrati è racchiusa tutta la politica del PD. La maggior parte di loro peggio dei delinquenti comuni che con un idiota autoproclamatosi Premier governa una Nazione con cavilli, menzogne, arroganza e subdola propaganda. «I politici continuano a rubare, ma non si vergognano più» Chi li vota e li sostiene è complice di questa classe manigolda.

Fab73

Mer, 27/04/2016 - 10:22

"tutta la filiera di un potere più che Ventennale"... Quindi Alemanno era del PD???? Scafuri, non è che te ne sei dimenticato un pezzo?

SAMING

Mer, 27/04/2016 - 10:33

Infami | E' il sistema ussato e consigliato da Lenin: diffamate anche se non è vero, qualcosa resta. Il PD, diretto discendente di quella stirpe, usa la calunnia e la diffamazione a piene mani, Spero che vinca la Raggi e dimostri a quegli imbecilli dell'Unità e caravan serraglio del PD la sua cristallina e giovane forza

gian paolo cardelli

Mer, 27/04/2016 - 10:40

Sono contrario ai "grillini" per la loro vacuità nel fare proposte politiche, ma se questa Raggi è così aggredita dai parassiti di professione del PD, forse qualche numero ce l'ha...

onurb

Mer, 27/04/2016 - 10:43

Ho visto nel TG Andrea Romano fare una dichiarazione scandalizzata, anche se pacata nei toni, sulla Raggi per supposti trascorsi accanto ad Alemanno. Una vera e propria faccia da PD: in casa ha la tempesta e si preoccupa che la Raggi deve prendere il sole con l'ombrellone. I veri comunisti si vedono nei particolari: individuato il nemico pericoloso, lo aggrediscono in maniera subdola e calunniosa per farlo fuori. Va a finire che la Raggi mi diventa simpatica.

MEFEL68

Mer, 27/04/2016 - 11:02

E' nella storia, o meglio nel DNA, dei comunisti calunniare l'avversario fino a farlo diventare un NEMICO da combattere. E' sempre stato così. Quello che hanno fatto con Berlusconi conferma la loro tattica. Sta a noi, che ormai abbiamo capito il gioco, volgere al positivo le loro calunnie. In sostanza, più una persona viene vituperata dal PD, più possiamo fidarci di lei.

cameo44

Mer, 27/04/2016 - 11:05

Se cè uno che si deve vergognare è Andrea Romano come il suo PD dove gli scandali investono un pò tutti Renzi strilla e dice di voler mandare a casa i ladri se così fosse il PD sparirebbe

cicero08

Mer, 27/04/2016 - 11:14

ma se ha lavorato o rappresentato una società vicina ad Aledanno perché nasconderlo???

Ritratto di ersola

ersola

Mer, 27/04/2016 - 13:56

oltre alle fandonie del pd sui grillini non dimentichiamo quelle che voi avete scritto su casaleggio per anni.