Roma, Raggi si riprende le deleghe ai Lavori pubblici

Il sindaco di Roma Virginia Raggi accelera sui nuovi innesti nella sua giunta. Intanto ha ripreso la delega ai Lavori Pubblici, in carico all’assessore all’Urbanistica Luca Montuori. E Davide Casaleggio la difende a spada tratta

Manovre in corso in Campidoglio. Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha ripreso la delega ai Lavori Pubblici, in carico all’assessore all’Urbanistica Luca Montuori. Quest’ultimo sin dal giorno della sua nomina (lo scorso marzo) aveva detto che la delega ai Lavori pubblici sarebbe stata "temporanea". Chi prenderà il suo posto? A quanto trapela potrebbe essere un avvocato, Margherita Gatta, che da circa un mese fa già parte dello staff di Montuori. Per il secondo nuovo assessorato, Casa e Patrimonio, deleghe prima affidate ad Andrea Mazzillo, circola il nome di Stefania Grassia, dirigente dell’Ater di Roma (Azienda territoriale per l'edilizia residenziale).

La nomina dell'avvocato Gatta, considerata imminente, alleggerirebbe il sindaco che, dopo le recenti vicende che hanno visto protagonista l’assessore al Bilancio, al momento ha in carico le deleghe ai Lavori Pubblici, al Patrimonio e alle Politiche abitative.

Intanto, mentre il caos di Roma è evidente sotto gli occhi di tutti, il Movimento 5 stelle continua a fare finta di nulla. "La Giunta capitolina e tutti i consiglieri - dice il deputato pentastellato Alfonso Bonafede - sono consapevoli del fatto che nel primo anno sono state gettate le basi per un cambiamento che i cittadini cominceranno a percepire in questo secondo anno. C’è un progetto ambizioso che la sindaca Raggi sta portando avanti con determinazione insieme ai consiglieri e alla Giunta". Insomma, tra un anno si vedranno i frutti. Almeno così spera (e promette) l'esponente a cinque stelle.

A Roma per presentare la nuova piattaforma "Rousseau" Davide Casaleggio blinda la Raggi. Per evitare il fuoco di fila delle domande è lo stesso leader del Movimento 5 Stelle a prendere la parola sull'argomento. "La sindaca Raggi è pienamente autonoma in tutte le sue decisioni come è sempre stata ed ha il pieno supporto del Movimento", dice senza giri di parole. E ad un giornalista straniero che gli faceva notare come, a suo avviso, il sindaco non sia un modello di competenza, Casaleggio risponde: "La sua critica è legittima ma non la condivido". In Campidoglio, però, continua a tenere banco la vicenda relativa all'assessore al Bilancio della Giunta capitolina, Andrea Mazzillo, che aveva rimesso la delega al Patrimonio. I due avrebbero avuto un chiarimento pertanto Mazzillo, come confermato dal deputato Danilo Toninelli, "continuerà a lavorare". L'obiettivo della Giunta è chiaro, continuare a lavorare.