Sala e il modello Milano come ricetta anti-Salvini

«Sono l'anti-Salvini, a Milano c'è un modello che può funzionare». C'è anche Beppe Sala tra le ipotesi per risollevare il Pd dal letto di morte in cui sembra calato. Quando glielo chiedono, il sindaco meneghino non prende impegni, perché «dopo la malattia sono cambiato, non faccio più progetti per il futuro, il mio presente si chiama Milano e durerà fino al 2021. Poi vedremo». Ma certo la Milano efficiente e innovativa che l'ex ad di Expo amministra è un biglietto da visita che pochi nel centrosinistra possono sfoderare, anche se - ha ammesso lui stesso - è più facile governare Milano che Roma o altre città italiane. Il sindaco non è al momento interessato alla guida del Pd, per il congresso ha anzi lanciato l'idea di una leadership femminile («Vedrei molto bene una donna alla segreteria del Pd»). Organizza tavolate etniche con i migranti e sfida il ministro dell'Interno: «L'accoglienza è irrinunciabile, basta con le sbruffonate, battiamolo con i fatti». Ma Sala resta un corpo estraneo per il Pd, un manager in prestito alla politica. Al massimo fino al secondo mandato a Palazzo Marino, poi si vedrà.

Commenti

leopard73

Mer, 27/06/2018 - 09:45

ANTI SALVINI HO ANTI KOMUNISTI!!! buffone

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mer, 27/06/2018 - 10:58

Milano efficiente ed innovativa????? grande battuta. a proposito: ora che è cambiato governo è possibile vedere il bilancio dell'Expo?

Ritratto di alejob

alejob

Mer, 27/06/2018 - 11:01

Caro sindaco ti auguro di rimanere al tuo posto non solo per uno o due mandati ma per sempre. Puoi fare la tua beneficenza con i soldi degli altri anche per decenni e tutte le etnie del mondo. Prova a non farla per un periodo di tempo e vedrai cosa succede.

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 27/06/2018 - 12:00

modello milano?? se andassimo oggi a elezioni anche lui finalmente sparirebbe dalla faccia della lombardia!

Scirocco

Mer, 27/06/2018 - 15:03

Ma cose dice Sala ? Milano ormai sembra una casbah,quando uno arriva alla stazione ed esce fuori il primo istinto è quello di risalire sul treno e tornare indietro. Ci sono interi quartieri in mano alla criminalità composta da spacciatori, trans e prostitute, tutti chiaramente di nazionalità africana altri quartieri totalmente in mano ai cinesi e questo berodo di Sala fa le tavolate ETNICHE. Continua così sindaco così alle prossime elezioni il PD non verrà nemmeno indicato sulla scheda elettorale.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 27/06/2018 - 15:45

io sapevo che stavate più o meno come noi a napoli, ma vuje state 'nguajate! se ci date una ventina di milioni di euro(facciamo un po di manutenzione in più alle strade)vi prestiamo de magistris per un anno, lui qualcosa vi risolverà! ah ah ah!