Il saluto nazi di Elisabetta fa infuriare la Casa reale

La regina bambina con la mano alzata nel 1933 Buckingham Palace: «Una strumentalizzazione»

LondraaDiciassette secondi di un video amatoriale sgranato, vecchio di 82 anni. Chiaramente un filmino di famiglia, ma in questo ci sono la Regina d'Inghilterra insieme alla madre e alla sorella Margaret che imparano a fare il saluto nazista. Ad insegnaglielo parrebbe sia lo zio Edoardo VIII, già noto simpatizzante di Hitler insieme alla moglie, l'americana Wallis Simpson. Fu per amor suo che Edoardo rinunciò al trono. Ieri con un'esclusiva ripresa immediatamente dai media di mezzo mondo, il Sun ha deciso di pubblicare le immagini del video che era rimasto negli archivi di casa Windsor fino a quest'oggi. Sembra che a farlo avere al tabloid sia stata una fonte convinta che il filmato dovesse essere visto perché di pubblico interesse. Inutile dire che la notizia ha destato scalpore e polemiche nell'opinione pubblica nonché il forte disappunto della Famiglia Reale e in particolare di Elisabetta.

«A Palazzo sono rammaricati per il fatto che il video sia arrivato ai giornali e strumentalizzato». Nel filmato si vedono per pochi secondi Elisabetta e la sorella che giocano insieme ai cani nel giardino di fronte alla dimora di Balmoral. Nella sequenza «incriminata» la regina alza le braccia nel saluto nazista, forse imitando la regina madre e lo zio che rimane alle sue spalle. Apparentemente le scene sono state girate nel 1933, ma la provenienza rimane ancora sconosciuta. «La maggioranza della gente vedrà questo film nel contesto e nel periodo storico in cui è stato girato -ha spiegato alla Bbc una fonte vicina ai Reali - e a quell'epoca nessuno sapeva come la situazione si sarebbe evoluta in seguito. Insinuare una diversa lettura è fuorviante e disonesto. L'abnegazione nei confronti del popolo che la regina ha dimostrato ai tempi della guerra e tutte le energie spese nei suoi 63 anni di Regno per ricostruire le relazioni tra gli Stati parlano da soli».

La corrispondente reale della Bbc Sarah Cambell ha inoltre raccontato che a Buckingham Palace nessuno nega l'autenticità del video, ma probabilmente aprirà un'inchiesta interna per capire come sia arrivato nelle mani del Sun . La polemica principale però si riferisce soprattutto all'uso che il tabloid ha voluto fare di una manciata di inquadrature. Il direttore del giornale Stieg Abel, rimanda al mittente le accuse di strumentalizzazione e nell'editoriale pubblicato ieri spiega che la notizia ha un rilevante interesse storico soprattutto per quanto riguarda la posizione di Edoardo nei confronti del regime nazista. Posizione che peraltro non è un segreto per nessuno. Si sa che lo zio della Regina aveva buoni rapporti con il Führer e che rimarrà un suo ammiratore fino al 1970, ben dopo che gli orrori dell'Olocausto erano stati resi noti al mondo intero. E questa è una verità che Elisabetta non ama ricordare, figuriamoci quanto deve averla turbata vederla sbattuta sulla prima pagina del più famoso tabloid nazionale.

«Secondo noi il video doveva essere visto - ha spiegato Abel - è un pezzo di storia sociale su un periodo estremamente importante. Non volevamo in alcun modo violare la privacy della Famiglia Reale né insinuare che ci fosse qualcosa d'improprio nella condotta della regina o della regina madre". Rimane però legittimo il dubbio di molti che hanno visto nello scoop soltanto una mossa speculativa e pubblicitaria.

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 19/07/2015 - 17:04

Ache nell'Urss gli ebrei non se la passavano bene in quei resort in Siberia.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 19/07/2015 - 17:04

Anche nell'Urss gli ebrei non se la passavano bene in quei resort in Siberia.