Salvini attacca Juncker sul 4 novembre: "Festa fascista solo per chi beve"

Matteo Salvini mette nel mirino chi vede i pericoli di un ritorno del fascismo anche solo in una festa come quella del 4 novembre

Matteo Salvini mette nel mirino chi vede i pericoli di un ritorno del fascismo anche solo in una festa come quella del 4 novembre che oggi ricorda anche la vittoria della Prima Guerra Mondiale. Il ministro degli Interni dal Veneto dove si trova per stare vicino alle popolazioni colpite dal maltempo afferma: "E' il centenario della Grande guerra, della libertà riconquistata, e questa è la migliore risposta a quelli che vanno in giro agitando fantasmi di fascismo, nazismo, dittature che possono essere evocati solo se il tasso alcolico è oltre un certo livello".

Il messaggio neanche troppo velato è anche diretto agli antifascisti che ieri hanno insultato le forze dell'ordine mentre sfilavano per le vie di Trieste opponendosi alla sfilata di CasaPound che invece celebrava la vittoria del 4 novembre. Un commento duro quello di Salvini che testimonia come alcune feste nazionali siano ancora divisive. Per certi ambienti di sinistra anche una giornata dedicata alla vittoria del primo conflitto mondiale può essere il pretesto per far polemica sui social. Ma di fatto le cerimonie di Roma e Trieste sono la migliore risposta a chi vede il fascismo ovunque...

Commenti
Ritratto di pinox

pinox

Dom, 04/11/2018 - 14:27

che cosa vuole quel alcolizzato, politico ed ex leader di un paese truffa che ruba le tasse delle aziende agli altri paesi dell'unione????....presidente perfetto per questa specie di unione che fa gli interessi di pochi mafattori come lui.

daniel66

Dom, 04/11/2018 - 14:27

grandioso.

killkoms

Dom, 04/11/2018 - 15:24

dagli al beone!

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 04/11/2018 - 15:38

che al mondo ci siano tanti imbecilli ubriaconi é cosa certa ed evidente per tutti!

LuPiFrance

Dom, 04/11/2018 - 17:17

Qui in Francia ci si prepara a commemorare il centenario in modo solenne, qui è l'11 novembre non il 4. Il 4 finisce in Italia ... con grande scorno del primo ministro francese del tempo (Clemenceau) .... Alla luce del predicozzo mattarella e dell'alcolista lussemburghese devo dedurre che macron è diventato sovranista anzi fascista

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 04/11/2018 - 17:21

Mattarella dovrebbe sapere che non è affatto vero che l'Amor di Patria viene dal Risorgimento. La penisola Italica non era occupata da potenze straniere prima del c.d. Risorgimento. Gli Italiani tutti hanno subito il Risorgimento a seguito delle continue guerre di aggressione messe in atto dal Piemonte dei Savoia. L'unità degli Italiani è stata perseguita poi nelle caserme e nelle disastrose avventure belliche e si è perciò principalmente espressa nella funesta retorica dei sacrari, dei Militi Ignmoti, dei monumenti ai caduti e dei cimiteri di Guerra. Questo è l'Amor di Patria che ci viene dal Rsorgimento. Ma finiamola con le baggianate per favore.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Dom, 04/11/2018 - 17:27

Junker é un nome tedesco ed é probabile che i suoi nonni hanno perso la guerra, e forse anche la vita, combattendo contro i miei e gli avi di Salvini, per questo ce l'ha su con l''Italia che guidava alla Vittoria gli alleati inglesi, americani, francesi e russi che non riuscivano a prevalere sui teutonici, dato che i nostri gli sfondavano il fronte a Vittorio Veneto.

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Dom, 04/11/2018 - 17:53

Grandioso Matteo. Picchia senza remore. Questi assassini di popoli devono sparire.

Robdx

Dom, 04/11/2018 - 20:16

Sei un grande Salvini

Ritratto di elkld

elkld

Dom, 04/11/2018 - 20:51

Salvini sei un mito! - - Elkid e’ con te! - - Quando vedo una tua foro... Mi tocco! Swag

tuttoilmondo

Dom, 04/11/2018 - 22:11

L'antifascismo è la droga con la quale i nemici della Patria intontiscono (ed è facile) gli utili idioti per ottenere voti.

Ritratto di Nahum

Nahum

Lun, 05/11/2018 - 08:12

Casa pound è per Sua stessa definizione fascista e insulta quelle centinaia di migliaia di soldati che sono morti in nome di un ideale di patria ben più puro di quello predicato dai camerati del terzo millennio. Quanto a Salvini dovrebbe forse ricordarsi di essere ministro e non parlare come se fosse ancora ai raduni della lega prima maniera in cui birra e vino non mancavano di certo come chi ci e stato potrà certamente confermarvi.

Mannik

Lun, 05/11/2018 - 10:29

Detto dal segretario di un partito che fa dei bagordi un punto programmatico è divertente. Se non fosse che lo stile di questo bulletto di periferia che non sfida mai i veri potenti, è vergognoso.